339. (Appellabilità delle sentenze)

Codice di procedura civile Libro secondo: DEL PROCESSO DI COGNIZIONE Titolo III: DELLE IMPUGNAZIONI Capo I: DELLE IMPUGNAZIONI IN GENERALE Capo II: DELL'APPELLO 339. (Appellabilità delle sentenze)

Art. 339. (Appellabilità delle sentenze)

1. Possono essere impugnate con appello le sentenze pronunciate in primo grado, purché l'appello non sia escluso dalla legge o dall'accordo delle parti a norma dell'articolo 360, secondo comma.

2. E' inappellabile la sentenza che il giudice ha pronunciato secondo equità a norma dell'articolo 114.

3. Le sentenze del giudice di pace pronunciate secondo equità a norma dell'articolo 113, secondo comma, sono appellabili esclusivamente per violazione delle norme sul procedimento, per violazione di norme costituzionali o comunitarie ovvero dei principi regolatori della materia. (1)
---
(1) Comma così modificato dal D.Lgs. n. 40/2006.

___________________________________________________________
Giurisprudenza:

Aiuto: Un sistema esperto carica in calce ad ogni articolo le prime cento massime della Cassazione di riferimento in ordine di pubblicazione (cliccare su ALTRI DOCUMENTI alla fine delle 100 massime per continuare la visualizzazione).

La visualizzazione delle massime può essere modificata attivando la speciale funzione prevista (es. selezionale Titolo discendente per ordinare le massime in ordine alfabetico).

E' possibile attivare una ricerca full test inserendo una parola chiave nel campo "cerca".

Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Notificazione dell’atto di appello presso difensore domiciliatario - Corte di Cassazione Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 17336 del 27/06/2019 (Rv. 654717 - 01)
Impugnazioni civili - impugnazioni in generale - notificazione - dell'atto di impugnazione - Notificazione dell’atto di appello presso difensore domiciliatario - Trasferimento dello studio del destinatario - Inesistenza della notificazione - Sanatoria per conseguimento dello scopo - Esclusione - Fondamento. La notificazione di un atto di appello non compiutasi, perché tentata presso il precedente recapito del difensore della controparte che abbia trasferito altrove il suo studio, è...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Procedimento civile - estinzione del processo - provvedimento del giudice - impugnazione - Corte di Cassazione, Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 9930 del 09/04/2019 (Rv. 653703 - 01)
Reclamo al collegio - Provvedimento del collegio - Assoggettabilità ad appello - Impugnazione con ricorso per cassazione - Inammissibilità - Fattispecie in materia di opposizione allo stato passivo fallimentare Avverso l'ordinanza che dichiara l'estinzione del processo è ammesso il reclamo al collegio, se emessa dal giudice istruttore, e l'appello, se pronunciata dal collegio; in nessun caso tale provvedimento è soggetto a ricorso per cassazione, che, se proposto, deve essere dichiarato...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Opposizioni - agli atti esecutivi - provvedimenti del giudice dell'esecuzione - Ordinanza di assegnazione di un credito - Corte di Cassazione, Sez. 3 - , Sentenza n. 5489 del 26/02/2019
Esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi - provvedimenti del giudice dell'esecuzione - Ordinanza di assegnazione di un credito - Natura di atto esecutivo - Sussistenza - Conseguenze - Impugnazione con l'opposizione agli atti esecutivi o con l'appello - Condizioni e limiti. L'ordinanza di assegnazione di un credito, costituendo l'atto conclusivo del procedimento di esecuzione forzata per espropriazione di crediti, ha natura di atto esecutivo. Pertanto, essa va impugnata con il...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Responsabilità dello Stato per violazione di direttive comunitarie - Condanna emessa dal giudice di pace secondo equità - Corte di Cassazione, Sez. 3 - , Ordinanza n. . 4559 del 15/02/2019
Impugnazioni civili - Responsabilità dello Stato per violazione di direttive comunitarie - Condanna emessa dal giudice di pace secondo equità - Appello a motivi limitati – Ammissibilità – Effetto devolutivo pieno – Fondamento - Fattispecie in tema di disciplina dell’onere della prova. L'appello avverso la sentenza di condanna dello Stato italiano al risarcimento del danno derivante dalla violazione di una Direttiva europea, emessa dal giudice di pace nell'ambito di un giudizio di equità cd....
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Sentenza di revocazione
Impugnazioni civili - revocazione (giudizio di) - decisione - sentenza di revocazione – impugnazioni - sentenza che abbia pronunciato in primo grado sulla revocazione di un decreto ingiuntivo - appellabilità - ricorso per cassazione - inammissibilità. Corte di Cassazione Sez. 2, Ordinanza n. 28414 del 07/11/2018 >>> La sentenza, che abbia pronunciato in primo grado sulla revocazione di un decreto ingiuntivo, può essere impugnata soltanto con l'appello, con conseguente inammissibilità...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Giudizio di opposizione a sanzione amministrativa
Sanzioni amministrative - applicazione - opposizione - in genere - giudizio di opposizione a sanzione amministrativa - sentenza del giudice di pace in cause di valore non superiore a euro1.100,00 - regime di impugnazione - d.lgs. n. 40 del 2006 che ha abrogato l'ultimo comma dell'art. 23 della legge n. 689 del1981 - appello - limitazioni di cui all'art. 339, comma 3, c.p.c. - esclusione - fattispecie. Corte di Cassazione Sez. 2, Ordinanza n. 26613 del 22/10/2018 >>> In seguito all'...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Opposizione a decreto ingiuntivo - onorari
Avvocato - onorari - procedimento di liquidazione – ingiunzione  – opposizione - opposizione a decreto ingiuntivo - applicazione, da parte del giudice, del rito sommario ordinario ex art. 702 bis c.p.c.- erronea dichiarazione di inammissibilità - mezzo di impugnazione - appello - fondamento - fattispecie. Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 24515 del 05/10/2018 >>> Il provvedimento con cui è decisa l'opposizione a decreto ingiuntivo riguardante onorari di avvocato che sia...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Opposizione ad ordinanza ingiunzione
Sanzioni amministrative - applicazione - opposizione - procedimento - in genere - opposizione ad ordinanza ingiunzione - forma dell'appello - atto di citazione - fondamento. Corte di Cassazione Sez. L, Ordinanza n. 24587 del 05/10/2018 >>> Nei giudizi di opposizione ad ordinanza-ingiunzione, introdotti nella vigenza dell'art. 23 della l. n. 689 del 1981, come modificato dall'art. 26 del d.lgs. n. 40 del 2006, e quindi prima dell'entrata in vigore del d.lgs. n. 150 del 2011, l'appello...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Provvedimento decisorio sulla competenza
Competenza civile - regolamento di competenza - in genere - giudice di pace - provvedimento decisorio sulla competenza - impugnabilità col regolamento di competenza - esclusione – conseguente appellabilità ai sensi e nei limiti dell'art. 339 c. p. c. – sussistenza - impugnazioni civili - appello - appellabilità (provvedimenti appellabili) - sentenze - del conciliatore. Corte di Cassazione Sez. 6 - L, Ordinanza n. 23062 del 26/09/2018 >>> La decisione con la quale il giudice di pace...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Ordinanza di cancellazione della causa dal ruolo
Procedimento civile - estinzione del processo - provvedimento del giudice - impugnazione - Mancata comparizione delle parti nel giudizio di primo grado - Giudice monocratico - Ordinanza di cancellazione della causa dal ruolo - Valore di sentenza impugnabile - Conseguenze - Fattispecie. CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. 6 - 1, ORDINANZA N. 21586 DEL 03/09/2018 L'ordinanza di cancellazione della causa dal ruolo, pronunciata ai sensi dell'art. 181, comma 1, c.p.c. dal giudice monocratico di primo grado...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Impugnazioni civili - appello - appellabilità (provvedimenti appellabili) - in genere - Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 21336 del 29/08/2018
Controversia devoluta ad arbitri rituali - Declaratoria di incompetenza pronunciata dal tribunale - Appello - Inammissibilità - Fondamento - Regolamento di competenza - Necessità. È inammissibile l'appello avverso la decisione del tribunale declinatoria della propria competenza a favore degli arbitri rituali, poiché l'attività di questi ultimi ha natura giurisdizionale e sostitutiva della funzione del giudice ordinario, sicché la relativa questione può essere fatta valere solo con regolamento...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Famiglia - matrimonio - separazione personale dei coniugi - procedimento - intervento p.m. - provvedimenti - in genere - Corte di Cassazione, Sez. 1, Ordinanza n. 21178 del 24/08/2018
Mantenimento figli minori - Giudizio di appello - Produzione di documenti relativi al reddito del genitore non affidatario con la comparsa conclusionale - Acquisizione e valutazione ai fini della decisione - Violazione dell’art. 345, comma 3, c.p.c. - Esclusione - Poteri del giudice “ex officio” - Fondamento. In tema di contributo al mantenimento dei figli minori nel giudizio di separazione o divorzio, è legittima l'acquisizione, da parte della corte d'appello, di una relazione investigativa...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Impugnazioni civili - in genere - Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 22256 del 25/09/2017
Giudice di pace - Sentenza pronunciata secondo equità - Ammissibilità dell'appello - Esclusione - Rilievo d'ufficio - Configurabilità. Le sentenze del giudice di pace pronunciate secondo equità possono, ai sensi dell'art. 339, comma 3 c.p.c., soltanto formare oggetto di ricorso per cassazione e sono, pertanto, inappellabili. L'inammissibilità dell'appello, attenendo ai presupposti dell'impugnazione, è rilevabile anche d'ufficio in sede di legittimità. Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Impugnazioni civili - appello - ammissibilita' ed inammissibilita' - Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 16863 del 07/07/2017
Inammissibilità dell'appello - Mancato rilievo da parte del giudice del merito - Rilevabilità d'ufficio in fase di legittimità - Configurabilità - Conseguenze - Cassazione senza rinvio - Fattispecie. La Suprema Corte può rilevare d’ufficio una causa di inammissibilità dell’appello che il giudice di merito non abbia riscontrato, con conseguente cassazione senza rinvio della sentenza di secondo grado, non potendosi riconoscere, al gravame inammissibilmente spiegato, alcuna efficacia...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10impugnazioni civili - appello - ammissibilita' ed inammissibilita' - Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 16863 del 07/07/2017
Inammissibilità dell'appello - Mancato rilievo da parte del giudice del merito - Rilevabilità d'ufficio in fase di legittimità - Configurabilità - Conseguenze - Cassazione senza rinvio - Fattispecie. La Suprema Corte può rilevare d’ufficio una causa di inammissibilità dell’appello che il giudice di merito non abbia riscontrato, con conseguente cassazione senza rinvio della sentenza di secondo grado, non potendosi riconoscere, al gravame inammissibilmente spiegato, alcuna efficacia...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Impugnazioni civili - appello - giudice dell'appello - Corte di Cassazione Sez. 3, Ordinanza n. 14625 del 13/06/2017
Sfratto per morosità - Opposizione dell’intimato - Erronea emissione dell’ordinanza di convalida - Conseguenze - Appello - Necessità - Rimessione al giudice di primo grado - Esclusione - Dovere del giudice del gravame di decidere nel merito - Sussistenza – Remissione in termini dell’intimato - Ammissibilità. L’ordinanza di convalida di sfratto, ove erroneamente emessa malgrado l’opposizione dell’intimato, assume natura decisoria e contenuto sostanziale di sentenza, sicchè è impugnabile con l’...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Impugnazioni civili - appello - legittimazione - Corte di Cassazione Sez. 5, Sentenza n. 13584 del 30/05/2017
Spettanza - Parte del giudizio di merito - Individuazione - Criteri - Fattispecie. La legittimazione a proporre l’impugnazione, o a resistere ad essa, spetta solo a chi abbia assunto la veste di parte nel giudizio di merito, secondo quanto risulta dalla decisione impugnata, tenendo conto sia della motivazione che del dispositivo, a prescindere dalla sua correttezza e corrispondenza alle risultanze processuali nonché alla titolarità del rapporto sostanziale, purché sia quella ritenuta dal...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Avvocato e procuratore - onorari - procedimento di liquidazione - sommario - Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 12411 del 17/05/2017
Procedimento di liquidazione del compenso in favore degli avvocati, ex art. 14 del d.lgs. n. 150 del 2011 - Controversia estesa all'"an debeatur" - Ordinanza conclusiva - Appellabilità - Esclusione - Ricorribilità per cassazione - Fondamento. In tema di liquidazione degli onorari e diritti di avvocato in materia civile, l'ordinanza conclusiva del procedimento ex art. 14 del d.lgs. n. 150 del 2011 non è appellabile, ma impugnabile con ricorso straordinario per cassazione, sia che la...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Provvedimenti del giudice civile - ordinanza - del giudice istruttore - Corte di Cassazione Sez. 1 - , Sentenza n. 20693 del 13/10/2016
Ordinanza ex art. 186 quater c.p.c. - Statuizione solo su alcuni capi di domanda - Rinuncia alla sentenza - Conseguenza - Efficacia di sentenza definitiva su tutti i capi di domanda - Impugnazione dei capi non decisi - Ammissibilità. L'ordinanza ex art. 186 quater c.p.c. che pronuncia su alcuni capi della domanda, se è fatta rinuncia alla sentenza, produce gli effetti di una sentenza definitiva sull'intero oggetto del giudizio, con la conseguenza che le parti possono impugnarla in ragione del...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Avvocato e procuratore - onorari - prestazioni professionali - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 19025 del 27/09/2016
Richiesta cumulativa, anche a seguito di riunione di giudizi, di compensi per la trattazione di affari civili e penali- Procedimento di cui alla l. n. 794 del 1942 (applicabile "ratione temporis") - Inapplicabilità - Conseguenze. Il procedimento previsto dagli artt. 28 e ss. della l. n. 794 del 1942 per la liquidazione degli onorari di avvocato non è applicabile per i compensi in materia penale, anche se chiesti cumulativamente a quelli civili nel medesimo giudizio, ovvero in altro, ordinario...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Impugnazioni civili - cassazione (ricorso per) - legittimazione - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 17765 del 08/09/2016
Soci illimitatamente responsabili di società in nome collettivo - Fallimento della società e degli stessi in estensione - Mancata proposizione del reclamo - Legittimazione all'impugnazione in cassazione - Esclusione - Fondamento. I soci illimitatamente responsabili di una società in nome collettivo che non hanno proposto reclamo avverso la dichiarazione di fallimento della società e di loro stessi in estensione non sono legittimati a proporre l'impugnazione per cassazione avverso la sentenza...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Impugnazioni civili - appello - appellabilità (provvedimenti appellabili) - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 16894 del 10/08/2016 bis
Provvedimenti d'urgenza - Impugnabilità - Limiti - Unificazione della fase cautelare e di merito. Il provvedimento reso in via d'urgenza ex art. 700 c.p.c., avendo natura strumentale, provvisoria e non definitiva, in quanto destinato ad essere sostituito dalla decisione di merito, ovvero a decadere per effetto di essa o della mancata instaurazione del relativo giudizio, non è autonomamente impugnabile, neppure con ricorso per cassazione ex art. 111 Cost.; al contrario, qualora il giudice...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Impugnazioni civili - appello - appellabilità (provvedimenti appellabili) - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 16894 del 10/08/2016
Provvedimenti d'urgenza - Impugnabilità - Limiti - Unificazione della fase cautelare e di merito. Il provvedimento reso in via d'urgenza ex art. 700 c.p.c., avendo natura strumentale, provvisoria e non definitiva, in quanto destinato ad essere sostituito dalla decisione di merito, ovvero a decadere per effetto di essa o della mancata instaurazione del relativo giudizio, non è autonomamente impugnabile, neppure con ricorso per cassazione ex art. 111 Cost.; al contrario, qualora il giudice...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Impugnazioni civili - appello - legittimazione - attiva – Corte di Cassazione, Sez. 5, Sentenza n. 16177 del 03/08/2016
Condizioni - Effettiva titolarità del rapporto - Irrilevanza - Conseguenze. In tema d'impugnazione, la legittimazione spetta solo alle parti tra le quali la sentenza è stata pronunciata e non anche a colui che è rimasto estraneo al relativo giudizio, il quale, anche se effettivo titolare del rapporto sostanziale dedotto nel processo, è solo terzo rispetto alla pronuncia resa "inter alios", sicché, mentre può far valere il suo diritto o con l'intervento in appello, ai sensi dell'art. 344 c.p.c...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Esecuzione forzata - opposizioni - in genere – Sez. 3, Sentenza n. 14661 del 18/07/2016
Contestuale proposizione di opposizione all'esecuzione e opposizione agli atti esecutivi - Decisione dei soli motivi di opposizione ex art. 617 c.p.c. - Deduzione di omessa pronuncia quanto ai motivi ai sensi dell'art. 615 c.p.c. - Rimedio esperibile - Appello - Necessità. In tema di esecuzione forzata, in caso di contestuale proposizione di opposizione ai sensi dell'art. 615 c.p.c. e dell'art. 617 c.p.c., ove vengano decisi solo i motivi qualificabili come opposizione agli atti esecutivi, la...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Impugnazioni civili - cassazione (ricorso per) - provvedimenti dei giudici ordinari (impugnabilità) - in genere – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 9772 del 12/05/2016
Opposizione a decreto ingiuntivo - Pronuncia di improcedibilità per omessa costituzione - Appello - Necessità - Ricorso straordinario per cassazione - Esclusione. Il provvedimento dichiarativo dell'improcedibilità dell'opposizione a decreto ingiuntivo per difetto di costituzione dell'opponente ha valore sostanziale di sentenza, sicché è impugnabile con l'appello e non mediante ricorso per cassazione ai sensi dell'art. 111 Cost. Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 9772 del 12/05/2016 &...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Impugnazioni civili - cassazione (ricorso per) - provvedimenti dei giudici ordinari (impugnabilità) - Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 9772 del 12/05/2016
Opposizione a decreto ingiuntivo - Pronuncia di improcedibilità per omessa costituzione - Appello - Necessità - Ricorso straordinario per cassazione - Esclusione. Il provvedimento dichiarativo dell'improcedibilità dell'opposizione a decreto ingiuntivo per difetto di costituzione dell'opponente ha valore sostanziale di sentenza, sicché è impugnabile con l'appello e non mediante ricorso per cassazione ai sensi dell'art. 111 Cost. Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 9772 del 12/05/2016 &...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10prova civile - consulenza tecnica - consulente d'ufficio - Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 3330 del 19/02/2016
Stima del danno operata da c.t.u. - Osservazioni critiche in comparsa conclusionale - Tardività - Condizioni - Conseguenze in tema di ammissibilità di motivo di appello. Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 3330 del 19/02/2016 In tema di stima del danno operata dal consulente tecnico d'ufficio, le osservazioni critiche delle parti sono tardive soltanto se formulate, esclusivamente e per la prima volta, in sede di comparsa conclusionale, e non anche quando, tempestivamente proposte avverso...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Avvocato e procuratore - onorari - procedimento di liquidazione - sommario – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 19873 del 05/10/2015
Inappellabilità dell'ordinanza ex art. 14, comma 4, del d.lgs. n. 150 del 2011 - Limiti - Fondamento. Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 19873 del 05/10/2015 In tema di liquidazione degli onorari di avvocato, l'art. 14, comma 4, del d.lgs. n. 150 del 2011, dichiarando inappellabile l'ordinanza che definisce la procedura ex art. 28 della l. n. 794 del 1942, richiama i presupposti operativi di questa procedura speciale, sicché l'ordinanza che statuisca sull'"an" del compenso e non solo sul...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Capacità della persona fisica - rappresentanza e assistenza dell'incapace legale – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 19499 del 30/09/2015
Tutore - Appello avverso sentenza resa in giudizio nei confronti del tutore costituito dell'interdetto - Autorizzazione del giudice tutelare - Necessità - Esclusione - Fondamento. Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 19499 del 30/09/2015 Al tutore di persona interdetta, già costituito e soccombente in primo grado, non necessita l'autorizzazione del giudice tutelare per appellare la relativa sentenza, mancando, in tale ipotesi, diversamente da quella dell'inizio "ex novo" del giudizio da...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Impugnazioni civili - revocazione (giudizio di) - decisione - sentenza di revocazione - impugnazioni – Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 19568 del 30/09/2015
Domanda di revocazione di sentenza del giudice di pace su opposizione ex art. 615 c.p.c. - Rigetto - Impugnazione - Esperimento del medesimo mezzo cui è soggetta la sentenza impugnata per revocazione - Necessità - Fattispecie. Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 19568 del 30/09/2015 La sentenza pronunciata nel giudizio di revocazione avverso la decisione del giudice di pace in materia di opposizione ex art. 615 c.p.c. è soggetta agli stessi rimedi impugnatori, secondo quanto previsto...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Fallimento ed altre procedure concorsuali - fallimento - passività fallimentari (accertamento del passivo) - opposizione allo stato passivo - Corte di Cassazione, Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 18253 del 17/09/2015
Copia autentica del decreto impugnato - Produzione - Fino alla chiusura del contraddittorio - Ammissibilità - Fondamento. Corte di Cassazione, Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 18253 del 17/09/2015 In tema di opposizione allo stato passivo, il deposito della copia autentica del decreto impugnato può effettuarsi in qualsiasi momento, anche nel giudizio di rinvio, fino alla chiusura del contradditorio, trattandosi di documento indispensabile per la decisione, sicché la sua mancata produzione...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Procedimenti sommari - per convalida di sfratto per finita locazione - intimazione di licenza o di sfratto - per morosità – Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Sentenza n. 17582 del 03/09/2015
Ordinanza di convalida - Presupposto - Attestazione del locatore circa la persistenza della morosità - Appello - Ammissibilità - Condizioni. Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Sentenza n. 17582 del 03/09/2015 In tema di procedimento di sfratto per morosità, la dichiarazione del locatore che la morosità persiste costituisce il presupposto di legittimità della convalida, sicché contro di essa è ammissibile l'appello solo se diretto a contestarne la mancanza e non per dedurne la non veridicità....
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Società - di persone fisiche - società semplice - rapporti con i terzi - della società – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 17004 del 20/08/2015
Appello proposto da tutti i soci - Formazione del giudicato verso la società - Esclusione - Ragioni. Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 17004 del 20/08/2015 Impugnazioni civili - appello - Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 17004 del 20/08/2015 L'appello proposto da tutti i soci di una società personale (nella specie, una società semplice) investe la stessa posizione di quest'ultima, che è priva di una soggettività distinta da quella dei primi e si identifica con la compagine...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10appello - appellabilità (provvedimenti appellabili) - Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 22325 del 22/10/2014
Sentenza che dispone il mutamento del rito - Interesse all'impugnazione - Esclusione - Limiti. Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 22325 del 22/10/2014 L'appello proposto avverso la sentenza che si limita a disporre il mutamento del rito (nella specie, da ordinario a quello del lavoro per connessione) è inammissibile per difetto di interesse ad agire a meno che la parte non deduca e dimostri lo specifico pregiudizio processuale subìto in conseguenza del rito erroneamente applicato.Corte...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Arbitrato - competenza - in genere – Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Sentenza n. 10506 del 21/05/2015
Giudizio ordinario - Radicamento in data anteriore all'entrata in vigore dell'art. 819 ter cod. proc. civ. - Decisione del giudice d'appello in favore della devoluzione della controversia a collegio arbitrale - Impugnazione esperibile - Regolamento di competenza - Esclusione - Ricorso per cassazione - Necessità. Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Sentenza n. 10506 del 21/05/2015 In materia di arbitrato, nei giudizi ordinari radicati anteriormente all'entrata in vigore dell'art. 819 ter cod. proc...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10impugnazioni civili - appello - appellabilità (provvedimenti appellabili) - sentenze - secondo equità. Corte di Cassazione Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 3005 del 11/02/2014
Appello contro sentenza equitativa del giudice di pace - Omessa indicazione del principio informatore violato - Conseguenze - Inammissibilità - Fondamento. Corte di Cassazione Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 3005 del 11/02/2014 In tema di impugnazione delle sentenze del giudice di pace pronunziate secondo equità, l'appello per violazione dei principi regolatori della materia è inammissibile, ai sensi dell'art. 342 cod. proc. civ., qualora non indichi il principio violato e come la regola equitativa...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10impugnazioni civili - appello - appellabilità (provvedimenti impugnabili) - Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 17908 del 13/08/2014
Controversia devoluta ad arbitri rituali - Declaratoria di incompetenza pronunciata dal tribunale - Appello - Inammissibilità - Fondamento - Regolamento di competenza - Necessità. Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 17908 del 13/08/2014 È inammissibile l'appello avverso la decisione del tribunale declinatoria della propria competenza a favore degli arbitri rituali, poiché l'attività di questi ultimi ha natura giurisdizionale e sostitutiva della funzione del giudice ordinario, sicché la...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10esecuzione forzata - consegna o rilascio (esecuzione per) - Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 18257 del 26/08/2014
Provvedimenti di cui all'art. 610 cod. proc. civ. - Natura e funzione - Idoneità ad assumere eccezionalmente la natura di sentenza appellabile - Condizioni - Fattispecie. Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 18257 del 26/08/2014 In tema di esecuzione per consegna o rilascio, i provvedimenti di cui all'art. 610 cod. proc. civ. sono esplicazione dei poteri del giudice di direzione del processo esecutivo e sono finalizzati a risolvere non solo difficoltà materiali, ma anche dubbi o...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10esecuzione forzata - opposizioni - Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 18312 del 27/08/2014
Contestuale proposizione di opposizione all'esecuzione e opposizione agli atti esecutivi - Conseguente sentenza - Impugnazione - Diversificazione dei distinti rimedi impugnatori - Necessità - Effetti - Fattispecie. Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 18312 del 27/08/2014 Qualora una opposizione in materia esecutiva possa scindersi in un duplice contenuto, in parte riferibile ad una opposizione agli atti esecutivi e in parte riferibile ad una opposizione all'esecuzione, l'impugnazione...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10procedimento civile - notificazione - nullità - Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 16402 del 17/07/2014
Convenuto - Contumacia - Nullità della notifica - Rimedio esperibile - Appello. Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 16402 del 17/07/2014 Il convenuto illegittimamente dichiarato contumace in primo grado, a causa di un vizio della notifica dell'atto di citazione, ha l'onere, ove sia rimasto in tutto o in parte soccombente, di far valere tale nullità con l'appello. Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 16402 del 17/07/2014  ...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10procedimenti sommari - per convalida di sfratto per finita locazione - convalida - Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 15230 del 03/07/2014
Condizioni legali per la sua emanazione - Individuazione - Ordinanza di convalida emessa in assenza dei presupposti di legge - Conseguenze - Appello - Ammissibilità - Mancato esame di questione di merito rilevabile "ex officio" (nullità del contratto) - Irrilevanza. Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 15230 del 03/07/2014 L'ordinanza di convalida della licenza o dello sfratto ex art. 663 cod. proc. civ., pur impugnabile, in linea di principio, soltanto con l'opposizione tardiva ex art....
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10impugnazioni civili - appello - interesse ad appellare - Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 9980 del 08/05/2014
Processo con pluralità di convenuti - Domanda riconvenzionale di un convenuto nei confronti dell'attore - Adesione di altro convenuto alle pretese di quest'ultimo - Impugnazione dell'attore - Autonoma impugnazione del convenuto in posizione adesiva - Inammissibilità - Fondamento. Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 9980 del 08/05/2014 Nel caso di processo con pluralità di convenuti, il convenuto che non si sia opposto alla pretesa dell'attore e, anzi, abbia aderito alle ragioni di quest'...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Spese giudiziali civili - condanna alle spese - soccombenza - in genere – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 9587 del 12/05/2015
Opposizione ex art. 645 cod. proc. civ. - Revoca del decreto ingiuntivo - Parziale riconoscimento del credito e condanna dell'opposto alla restituzione dell'eccedenza già riscossa - Spese processuali - Soccombenza del creditore opposto - Configurabilità - Esclusione. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 9587 del 12/05/2015 Spese giudiziali civili - procedimenti speciali - ingiunzione - In genere. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 9587 del 12/05/2015 La valutazione di soccombenza, ai...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Impugnazioni civili - in genere - Giudice di pace – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 9292 del 08/05/2015
Domanda principale soggetta a decisione secondo equità - Domanda riconvenzionale soggetta a decisione secondo diritto - Sentenza - Impugnazione esperibile - Appello - Fondamento. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 9292 del 08/05/2015 In tema d'impugnazioni, qualora vengano proposte davanti al giudice di pace due domande connesse, una principale soggetta a decisione secondo equità e una riconvenzionale soggetta a decisione secondo diritto, la sentenza con cui il giudice di pace affermi la...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Appello - esecuzione forzata - mobiliare - presso terzi - accertamento dell'obbligo del terzo - Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 6835 del 03/04/2015
Giudizio di accertamento dell'obbligo del terzo - Sentenza di primo grado pubblicata tra l'1 marzo 2006 ed il 4 luglio 2009 - Appellabilità - Ragioni. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 6835 del 03/04/2015 La sentenza che definisce, in primo grado, il giudizio di accertamento dell'obbligo del terzo ex artt. 548 e 549 cod. proc. civ., nei rispettivi testi, utilizzabili "ratione temporis", anteriori alla novella di cui all'art. 1, comma 20, della legge 24 dicembre 2012, n. 228, è appellabile...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Provvedimenti del giudice civile - sentenza - secondo equità – Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 3715 del 24/02/2015
Giudice di pace - Sentenza pronunciata secondo equità - Appello - Limiti ex art. 339, terzo comma, cod. proc. civ. - Mancato rilievo dell'inammissibilità del gravame da parte del tribunale - Ricorso per cassazione - Rilevabilità in sede di legittimità. Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 3715 del 24/02/2015 Nel caso di sentenza emessa dal giudice di pace secondo equità, la circostanza che il tribunale, adito quale giudice d'appello, abbia mancato di rilevare l'inammissibilità del...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10spese giudiziali civili - distrazione delle spese - Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 23444 del 04/11/2014
Appello del difensore, in proprio, avverso l'omessa pronuncia di distrazione delle spese - Rigetto e condanna alle spese - Illegittimità - Condizioni e limiti. Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 23444 del 04/11/2014 È illegittima la statuizione con cui il giudice di appello condanni alle spese del grado il difensore che abbia proposto appello, in proprio, per ottenere la riforma della sentenza emessa dal giudice di prime cure, limitatamente al capo in cui aveva omesso di provvedere...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10procedimenti sommari d'ingiunzione - decreto - opposizione - esecuzione provvisoria in pendenza dell'opposizione Corte di Cassazione Sez.6 - 2, Sentenza n.13596 del 16/06/2014
Rigetto dell'istanza ex art. 648 cod. proc. civ. - Appellabilità del relativo provvedimento - Esclusione - Fondamento. Corte di Cassazione Sez.6 - 2, Sentenza n.13596 del 16/06/2014 L'ordinanza con la quale, in pendenza di opposizione a decreto ingiuntivo, venga negata l'esecuzione provvisoria del decreto stesso, ha natura interinale ed è produttiva di effetti destinati ad esaurirsi con la sentenza che pronunzia sull'opposizione, senza interferire sulla definizione della causa, per cui non è...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10 Provvedimenti del giudice civile - sentenza - non definitiva (o parziale) – Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 19836 del 19/09/2014
Sentenza non definitoria dell'intero giudizio - Accertamento circa la natura definitiva o non definitiva della sentenza - Riserva di impugnazione - Rilevanza - Impugnazione immediata - Irrilevanza. In caso di sentenza non definitoria dell'intero giudizio, accertare se essa debba qualificarsi, o meno, come non definitiva rileva solo allo scopo di valutare la validità dell'eventuale riserva di impugnazione e non al fine dell'ammissibilità dell'impugnazione immediatamente proposta, che resta...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10 Provvedimenti del giudice civile - sentenza - correzione – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 19284 del 12/09/2014
Appello - Istanza di correzione - Errore materiale contenuto nella sentenza di primo grado - Motivo di gravame - Esclusione. L'istanza di correzione di errore materiale non è mai oggetto di gravame in senso proprio, anche quando rivolta al giudice dell'impugnazione della sentenza contenente l'errore che si chiede di correggere. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 19284 del 12/09/2014  ...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10impugnazioni civili - in genere – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 18184 del 25/08/2014
Fornitura di acqua potabile - Riscossione del credito dovuto a titolo di canone - Sentenza del Giudice di pace - Appellabilità della stessa - Preclusione ex art. 339 cod. proc. civ. (nel testo applicabile "ratione temporis") - Esclusione - Fondamento. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 18184 del 25/08/2014 La sentenza del giudice di pace che accerti la prescrizione del credito relativo al pagamento del canone per l'erogazione del servizio pubblico di fornitura di acqua potabile, avendo...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Impugnazioni civili – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 18184 del 25/08/2014
Fornitura di acqua potabile - Riscossione del credito dovuto a titolo di canone - Sentenza del Giudice di pace - Appellabilità della stessa - Preclusione ex art. 339 cod. proc. civ. (nel testo applicabile "ratione temporis") - Esclusione - Fondamento. La sentenza del giudice di pace che accerti la prescrizione del credito relativo al pagamento del canone per l'erogazione del servizio pubblico di fornitura di acqua potabile, avendo ad oggetto un diritto indisponibile del Comune, è resa secondo...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10 Impugnazioni civili - appello - appellabilità (provvedimenti impugnabili) - in genere- Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 17908 del 13/08/2014
Controversia devoluta ad arbitri rituali - Declaratoria di incompetenza pronunciata dal tribunale - Appello - Inammissibilità - Fondamento - Regolamento di competenza - Necessità. È inammissibile l'appello avverso la decisione del tribunale declinatoria della propria competenza a favore degli arbitri rituali, poiché l'attività di questi ultimi ha natura giurisdizionale e sostitutiva della funzione del giudice ordinario, sicché la relativa questione può essere fatta valere solo con regolamento...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10impugnazioni civili - appello - citazione di appello - motivi - Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 5715 del 12/03/2014
Ordinanza istruttoria di ammissione probatoria - Contestazione - Necessità di uno specifico motivo - Condizioni. L'appellante ha l'onere di censurare l'ordinanza istruttoria ammissiva della prova con uno specifico motivo di appello solo nell'ipotesi in cui il giudice abbia valutato l'ammissibilità del mezzo di prova alla stregua della disciplina processuale vigente, decidendo dell'applicabilità o meno di disposizioni normative che regolano i tempi e i modi di deduzione e acquisizione della...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Impugnazioni civili - appello - appellabilità (provvedimenti appellabili) - sentenze - secondo equità – Corte di Cassazione Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 3005 del 11/02/2014
Appello contro sentenza equitativa del giudice di pace - Omessa indicazione del principio informatore violato - Conseguenze - Inammissibilità - Fondamento. In tema di impugnazione delle sentenze del giudice di pace pronunziate secondo equità, l'appello per violazione dei principi regolatori della materia è inammissibile, ai sensi dell'art. 342 cod. proc. civ., qualora non indichi il principio violato e come la regola equitativa individuata dal giudice di pace si ponga con esso in contrasto....
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10impugnazioni civili - appello - appellabilità (provvedimenti appellabili) - sentenze - secondo equità – Corte di Cassazione Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 3005 del 11/02/2014
Appello contro sentenza equitativa del giudice di pace - Omessa indicazione del principio informatore violato - Conseguenze - Inammissibilità - Fondamento. Corte di Cassazione Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 3005 del 11/02/2014 In tema di impugnazione delle sentenze del giudice di pace pronunziate secondo equità, l'appello per violazione dei principi regolatori della materia è inammissibile, ai sensi dell'art. 342 cod. proc. civ., qualora non indichi il principio violato e come la regola equitativa...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Sanzioni amministrative - applicazione - opposizione - procedimento – Corte di Cassazione Sez. U, Sentenza n. 2907 del 10/02/2014
Opposizione ad ordinanza ingiunzione - Forma dell'appello - Atto di citazione - Fondamento. Nei giudizi di opposizione ad ordinanza-ingiunzione, introdotti nella vigenza dell'art. 23 della legge 24 novembre 1981, n. 689, come modificato dall'art. 26 del d.lgs. 2 febbraio 2006, n. 40, e quindi prima dell'entrata in vigore del d.lgs. 1° settembre 2011, n. 150, l'appello deve essere proposto nella forma della citazione e non già con ricorso, trovando applicazione, in assenza di una specifica...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Provvedimenti del giudice civile - sentenza - secondo equità – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 22759 del 04/10/2013
Giudice di pace - Domanda di risarcimento danni - Riferimento al limite della competenza per valore del giudice di pace - Conseguenze - Appellabilità della sentenza - Limitazione della domanda in sede di precisazione delle conclusioni al tetto stabilito per la decisione secondo equità - Rilevanza - Esclusione - Fondamento. Nel giudizio innanzi al giudice di pace, proposta una domanda di risarcimento del danno con l'espressa quantificazione di esso in euro 988,50, oppure nella somma che...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10risarcimento del danno - valutazione e liquidazione - criteri equitativi – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 21103 del 16/09/2013
Liquidazione in via equitativa - Presupposti - Giudizio di diritto - Configurabilità - Conseguenze - Limiti all'appellabilità della decisione - Insussistenza. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 21103 del 16/09/2013 L'esercizio del potere discrezionale di liquidare il danno in via equitativa, conferito al giudice dagli artt. 1226 e 2056 cod. civ., espressione del più generale potere di cui all'art. 115 cod. proc. civ., dà luogo non già ad un giudizio di equità, ma ad un giudizio di diritto...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Impugnazioni civili - cassazione (ricorso per) - provvedimenti dei giudici ordinari (impugnabilità) - sentenze - di primo grado – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 8575 del 09/04/2013
Sentenza di secondo grado che neghi la competenza del primo giudice - Decisione del merito come giudice di primo grado - Ricorso per cassazione avverso la pronuncia sulla competenza - Ammissibilità - Decisione nel merito - Appellabilità - Fattispecie. La sentenza di secondo grado (nella specie, di tribunale) che neghi la competenza del primo giudice e poi decida nel merito si compone di due distinte pronunce, di cui quella sulla competenza, perché emanata in appello, è impugnabile con ricorso...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Impugnazioni civili - appello - appellabilità (provvedimenti appellabili) - sentenze - del conciliatore – Corte di Cassazione sez. 6 - 4, Ordinanza n. 6410 del 13/03/2013
Sentenze del giudice di pace secondo equità - Regime introdotto dal d.lgs. n. 40 del 2006 - Appello a motivi limitati di cui all'art. 339, terzo comma, cod. proc. civ. - Rimedio impugnatorio esclusivo anche in relazione a motivi attinenti alla giurisdizione, alla violazione di norme sulla competenza ed al difetto radicale di motivazione - Sussistenza - Conseguenze - Questione di legittimità costituzionale in riferimento al ricorso straordinario, per supposta non impugnabilità per gli anzidetti...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10impugnazioni civili - appello - appellabilità (provvedimenti appellabili) - sentenze - del conciliatore – Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 6410 del 13/03/2013
Sentenze del giudice di pace secondo equità - Regime introdotto dal d.lgs. n. 40 del 2006 - Appello a motivi limitati di cui all'art. 339, terzo comma, cod. proc. civ. - Rimedio impugnatorio esclusivo anche in relazione a motivi attinenti alla giurisdizione, alla violazione di norme sulla competenza ed al difetto radicale di motivazione - Sussistenza - Conseguenze - Questione di legittimità costituzionale in riferimento al ricorso straordinario, per supposta non impugnabilità per gli anzidetti...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Provvedimenti del giudice civile - sentenza - secondo equità – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 2966 del 07/02/2013
Limiti alla giurisdizione equitativa del giudice di pace - Rilevanza ai fini della proponibilità dell'appello (ante riforma del 2006) - Valore della causa - Criteri di determinazione. Ai fini della determinazione della regola di giudizio - di diritto o equitativa - da seguirsi dal giudice di pace ex art. 113, secondo comma, cod. proc. civ., il valore della causa deve essere determinato ai sensi dell'art. 10, secondo comma, cod. proc. civ., sommando, pertanto, al capitale unicamente gli...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Provvedimenti del giudice civile - sentenza - secondo equità – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 1848 del 28/01/2013
Giudice di pace - Pronuncia di sentenza non definitiva secondo diritto - Conseguenze - Pronuncia della sentenza definitiva secondo equità - Legittimità - Esclusione - Impugnazione esperibile contro la sentenza definitiva - Appello - Necessità - Fondamento Nel procedimento davanti al giudice di pace, ove sia stata emessa una sentenza non definitiva secondo diritto, la sentenza definitiva non può essere emessa secondo equità, posto che la decisione parziale costituisce la base e il presupposto...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Impugnazioni civili - cassazione (ricorso per) - provvedimenti dei giudici ordinari (impugnabilità) - sentenze - di primo grado – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 1876 del 28/01/2013
Sentenza di secondo grado negativa della competenza del primo giudice - Decisione del merito come giudice di primo grado - Ricorso per cassazione avverso la pronuncia sulla competenza - Ammissibilità - Decisione del merito - Appellabilità. La sentenza di secondo grado che neghi la competenza del primo giudice, il quale aveva respinto l'eccezione di incompetenza sollevata dal convenuto, e pronunci, su istanza di una delle parti, anche nel merito, si compone di due distinte statuizioni, pur se...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Procedimento davanti al pretore (o al conciliatore) - in genere - Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 1848 del 28/01/2013
Procedimento davanti al giudice di pace - Proposizione di domanda di valore non eccedente euro 1.100,00 e di riconvenzionale eccedente la competenza del giudice di pace - Rimessione al tribunale sia della domanda principale che della riconvenzionale - Necessità - Fondamento - Conseguenze. Nel procedimento davanti al giudice di pace, qualora siano state proposte una domanda principale di valore non eccedente euro 1.100,00 e una riconvenzionale, connessa ex art. 36 cod. proc. civ., eccedente la...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Provvedimenti del giudice civile - sentenza - secondo equità – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 1848 del 28/01/2013
Giudice di pace - Pronuncia di sentenza non definitiva secondo diritto - Conseguenze - Pronuncia della sentenza definitiva secondo equità - Legittimità - Esclusione - Impugnazione esperibile contro la sentenza definitiva - Appello - Necessità - Fondamento,. Nel procedimento davanti al giudice di pace, ove sia stata emessa una sentenza non definitiva secondo diritto, la sentenza definitiva non può essere emessa secondo equità, posto che la decisione parziale costituisce la base e il...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Procedimento davanti al pretore (o al conciliatore) – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 1848 del 28/01/2013
Procedimento davanti al giudice di pace - Proposizione di domanda di valore non eccedente euro 1.100,00 e di riconvenzionale eccedente la competenza del giudice di pace - Rimessione al tribunale sia della domanda principale che della riconvenzionale - Necessità - Fondamento - Conseguenze. Nel procedimento davanti al giudice di pace, qualora siano state proposte una domanda principale di valore non eccedente euro 1.100,00 e una riconvenzionale, connessa ex art. 36 cod. proc. civ., eccedente la...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10impugnazioni civili - appello - appellabilità (provvedimenti appellabili) - sentenze - del conciliatore – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 793 del 15/01/2013
Giudice di pace - Controversia successiva al d.l. n. 18 del 2003, per l'attivazione di servizi connessi ad un contratto concluso secondo le modalità di cui all'art. 1342 cod. civ - Rimedio impugnatorio - Appello - Sussistenza - Ricorso per cassazione - Esclusione. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 793 del 15/01/2013 E appellabile, e non già ricorribile per cassazione, la sentenza pronunciata, secondo diritto, dal giudice di pace in una controversia avente ad oggetto l'attivazione di...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Impugnazioni civili - appello - appellabilità (provvedimenti appellabili) - sentenze - del conciliatore – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 793 del 15/01/2013
Giudice di pace - Controversia successiva al d.l. n. 18 del 2003, per l'attivazione di servizi connessi ad un contratto concluso secondo le modalità di cui all'art. 1342 cod. civ - Rimedio impugnatorio - Appello - Sussistenza - Ricorso per cassazione - Esclusione. E appellabile, e non già ricorribile per cassazione, la sentenza pronunciata, secondo diritto, dal giudice di pace in una controversia avente ad oggetto l'attivazione di servizi connessi ad un contratto di utenza telefonica,...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10divisione - divisione giudiziale - operazioni - progetto di divisione del giudice istruttore - contestazioni - pronuncia –Corte di Cassazione Sez. U, Sentenza n. 16727 del 02/10/2012
Dichiarazione di esecutività del progetto ad opera del giudice istruttore - Impugnazione esperibile - Appello - Corte di Cassazione Sez. U, Sentenza n. 16727 del 02/10/2012 Mutamento di orientamento giurisprudenziale consolidato - Effetti - Tutela della parte processuale confidante nell'esperibilità del ricorso per cassazione ex art. 111 Cost. - Necessità - Fondamento - Conseguenze - Ammissibilità del ricorso proposto prima del mutamento di giurisprudenza. Corte di Cassazione Sez. U, Sentenza n...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Sanzioni amministrative - applicazione - opposizione - Corte di Cassazione Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 10746 del 27/06/2012
Pronuncia di inammissibilità - Ordinanza emessa "inaudita altera parte" - Art. 23, primo comma, legge n. 689 del 1981 - Impugnazione esperibile - Ricorso per cassazione - Fondamento. In tema di opposizioni ad ordinanza ingiunzione riguardante sanzioni amministrative, avverso la declaratoria di inammissibilità pronunciata con ordinanza "inaudita altera parte", seguendo il paradigma procedimentale previsto dall'art. 23, primo comma, della legge 24 novembre 1981, n. 689, è esperibile non l'...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Procedimenti speciali - procedimenti in materia di lavoro e di previdenza - impugnazioni - appello - provvedimenti appellabili – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 10626 del 26/06/2012
Valore della controversia - Determinazione - Sentenza che decide l'opposizione a decreto ingiuntivo - Criteri applicabili - Spese successive alla proposizione della domanda monitoria - Rilevanza - Esclusione. Per stabilire se la causa decisa dal giudice di pace sia di valore inferiore o superiore a 1.100 euro (e, di conseguenza, se sia appellabile o ricorribile per cassazione), non si può tenere conto delle spese successive alla proposizione della domanda, secondo quanto stabilito dall'art....
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10procedimenti speciali - procedimenti in materia di lavoro e di previdenza - impugnazioni - appello - provvedimenti appellabili – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 10626 del 26/06/2012
Valore della controversia - Determinazione - Sentenza che decide l'opposizione a decreto ingiuntivo - Criteri applicabili - Spese successive alla proposizione della domanda monitoria - Rilevanza - Esclusione. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 10626 del 26/06/2012 Per stabilire se la causa decisa dal giudice di pace sia di valore inferiore o superiore a 1.100 euro (e, di conseguenza, se sia appellabile o ricorribile per cassazione), non si può tenere conto delle spese successive alla...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10impugnazioni civili - appello - appellabilità (provvedimenti appellabili) - sentenze - del conciliatore – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 9432 del 11/06/2012
Sentenze del giudice di pace pronunciate secondo equità - Appellabilità - Presupposti - Fattispecie. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 9432 del 11/06/2012 Per stabilire se una sentenza del giudice di pace sia stata pronunciata secondo equità, e sia quindi appellabile solo nei limiti di cui all'art. 339, comma terzo, cod. proc. civ., occorre avere riguardo non già al contenuto della decisione, ma al valore della causa, da determinarsi secondo i princìpi di cui agli artt. 10 e ss. cod. proc...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10provvedimenti del giudice civile - sentenza - secondo equità – Corte di Cassazione Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 5287 del 03/04/2012
Giudice di pace - Cause di valore non eccedente millecento euro - Sentenza pronunciata secondo equità - Conseguenze - Cognizione del tribunale in sede di appello ai sensi dell'art. 339, comma terzo, cod. proc. civ., come sostituito dal d.lgs. n. 40 del 2006 - Limiti. Corte di Cassazione Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 5287 del 03/04/2012 Le sentenze rese dal giudice di pace in cause di valore non eccedente i millecento euro, salvo quelle derivanti da rapporti giuridici relativi a contratti conclusi...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Esecuzione forzata - obblighi di fare e di non fare - procedimento esecutivo - in genere – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 3722 del 09/03/2012
Ordinanza emessa ex art. 612 cod. proc. civ. - Differenti contenuti - Provvedimento meramente determinativo delle modalità di detti obblighi - Provvedimento altresì dichiarativo della portata sostanziale del titolo e dell'ammissibilità dell'azione esecutiva - Diversità di natura giuridica dei due provvedimenti - Conseguenze sul regime di impugnabilità - Ammissibilità dell'opposizione agli atti esecutivi o dell'appello - Fattispecie. In tema di esecuzione forzata, l'ordinanza, con la quale il...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Spese giudiziali civili - distrazione delle spese – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 1301 del 30/01/2012
Richiesta presentata dal difensore - Rigetto dell'istanza - Rimedio esperibile - Impugnazione ordinaria - Esclusione - Procedimento di correzione di cui agli artt. 287 e 288 cod. proc. civ. - Ammissibilità. In caso di rigetto dell'istanza, avanzata dal difensore della parte, di distrarre in suo favore gli onorari non riscossi e le spese che dichiara di avere anticipate, il rimedio esperibile è costituito dal procedimento di correzione degli errori materiali, di cui agli artt. 287 e 288 cod....
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Spese giudiziali civili - distrazione delle spese – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 1301 del 30/01/2012
Richiesta presentata dal difensore - Rigetto dell'istanza - Rimedio esperibile - Impugnazione ordinaria - Esclusione - Procedimento di correzione di cui agli artt. 287 e 288 cod. proc. civ. - Ammissibilità. In caso di rigetto dell'istanza, avanzata dal difensore della parte, di distrarre in suo favore gli onorari non riscossi e le spese che dichiara di avere anticipate, il rimedio esperibile è costituito dal procedimento di correzione degli errori materiali, di cui agli artt. 287 e 288 cod....
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Sentenza - secondo equità - Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 552 del 17/01/2012
Motivi d'impugnazione - Limiti - Principi informatori della materia - Corrispondenza tra chiesto e pronunciato ex art. 112 cod. proc. civ. - Configurabilità - Fattispecie. In tema di impugnabilità delle sentenze pronunciate dal giudice di pace secondo equità, deve essere annoverato tra principi informatori della materia processuale, quello contenuto nell'art. 112 cod. proc. civ. relativo al canone della corrispondenza tra il chiesto e pronunciato. (Nella specie, la S.C. ha cassato la sentenza...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10provvedimenti del giudice civile - sentenza - secondo equità – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 552 del 17/01/2012
Motivi d'impugnazione - Limiti - Principi informatori della materia - Corrispondenza tra chiesto e pronunciato ex art. 112 cod. proc. civ. - Configurabilità - Fattispecie. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 552 del 17/01/2012 In tema di impugnabilità delle sentenze pronunciate dal giudice di pace secondo equità, deve essere annoverato tra principi informatori della materia processuale, quello contenuto nell'art. 112 cod. proc. civ. relativo al canone della corrispondenza tra il chiesto e...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Provvedimenti del giudice civile - sentenza - secondo equità – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 19871 del 29/09/2011
Sentenze pronunciate dal giudice di pace secondo equità - Presunzione di pari responsabilità di cui all'art. 2054 cod. civ. - Principio informatore della materia - Configurabilità - Sussistenza - Fondamento. Ai fini dell'impugnazione delle sentenze pronunciate dal giudice di pace secondo equità, la presunzione di pari responsabilità dei due guidatori, in caso di scontro tra veicoli, di cui all'art. 2054 cod. civ., costituisce principio informatore della materia. Infatti, la norma anzidetta,...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10provvedimenti del giudice civile - sentenza - secondo equità – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 17437 del 19/08/2011
Sentenza del giudice di pace in controversia di valore non eccedente millecento euro - Ricorso per cassazione - Motivo afferente alla mancata ammissione di prova testimoniale - Natura della censura - Limiti di ammissibilità - Violazione delle norme costituzionali e dei principi informatori della materia - Valutazione della rilevanza della prova - Criteri. Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 17437 del 19/08/2011 La censura dedotta in ricorso per cassazione avverso la sentenza del giudice di...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Sentenza - secondo equità – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 17437 del 19/08/2011
Sentenza del giudice di pace in controversia di valore non eccedente millecento euro - Ricorso per cassazione - Motivo afferente alla mancata ammissione di prova testimoniale - Natura della censura - Limiti di ammissibilità - Violazione delle norme costituzionali e dei principi informatori della materia - Valutazione della rilevanza della prova - Criteri. La censura dedotta in ricorso per cassazione avverso la sentenza del giudice di pace, adito per una controversia il cui valore non eccede...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Provvedimenti del giudice civile - sentenza - secondo equità – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 17437 del 19/08/2011
Sentenza del giudice di pace in controversia di valore non eccedente millecento euro - Ricorso per cassazione - Motivo afferente alla mancata ammissione di prova testimoniale - Natura della censura - Limiti di ammissibilità - Violazione delle norme costituzionali e dei principi informatori della materia - Valutazione della rilevanza della prova - Criteri. La censura dedotta in ricorso per cassazione avverso la sentenza del giudice di pace, adito per una controversia il cui valore non eccede...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Provvedimenti del giudice civile - sentenza - secondo equità – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 9759 del 04/05/2011
Sentenze del giudice di pace pronunciate secondo equità - Regime anteriore al d.lgs. n. 40 del 2006 - Necessità del rispetto dei principi regolatori della materia - Nozione - Ricorribilità per cassazione - Ammissibilità - Limiti. Le sentenze pronunciate dal giudice di pace secondo equità, ai sensi dell'art. 113 cod. proc. civ., nel regime anteriore alle modifiche di cui al d.lgs. 2 febbraio 2006 n. 40, sono ricorribili in cassazione, ove eccedano i limiti che la legge pone all'equità, dal...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Procedimenti speciali - procedimenti in materia di lavoro e di previdenza - procedimento di primo grado - sentenza - dispositivo (lettura del) - Corte di Cassazione Sez. L, Sentenza n.7744 del 05/04/2011
Vizio della sentenza di primo grado - Nullità della sentenza - Rimessione della causa al primo giudice da parte del giudice d'appello - Esclusione - Decisione nel merito in secondo grado - Obbligatorietà - Mancata declaratoria della predetta nullità - Interesse al ricorso per cassazione su tale omissione - Insussistenza - Fattispecie. Nelle controversie in materia di lavoro, in virtù dell'effetto sostitutivo della pronuncia della sentenza d'appello e del principio secondo cui le nullità della...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Esecuzione forzata - opposizioni - agli atti esecutivi - provvedimenti del giudice dell'esecuzione - Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 5529 del 09/03/2011
Ordinanza di assegnazione di un credito - Natura di atto esecutivo - Sussistenza - Conseguenze - Impugnazione con l'opposizione agli atti esecutivi o con l'appello - Condizioni e limiti. L'ordinanza di assegnazione di un credito, costituendo l'atto conclusivo del procedimento di esecuzione forzata per espropriazione di crediti, ha natura di atto esecutivo. Pertanto, essa va impugnata con il rimedio dell'opposizione agli atti esecutivi tutte le volte in cui si facciano valere vizi, ancorché...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Provvedimenti del giudice civile - sentenza - secondo equità – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 4282 del 22/02/2011
Sentenze del giudice di pace emesse secondo equità per limiti di valore - Regime di impugnazione antecedente il d.lgs. n. 40 del 2006 - Impugnazione esperibile - Ricorso per cassazione - Limiti - Principi informatori della materia - Specifica indicazione - Necessità - Omissione - Conseguenze - Fattispecie. Le sentenze del giudice di pace pronunciate secondo equità in controversie di valore non eccedente i millecento euro e soggette, "ratione temporis", al regime impugnatorio antecedente...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Provvedimenti del giudice civile - sentenza - secondo equità – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 3720 del 15/02/2011
Sentenze del giudice di pace pronunciate secondo equità - Ricorso per cassazione - Criteri - Violazione dei principi fondamentali della materia - Onere di registrazione delle sentenze civili - Spese integralmente a carico della parte che ha interesse alla pronuncia o che acquisti la proprietà di un bene - Configurabilità - Esclusione. Le sentenze pronunziate dal giudice di pace secondo equità ed impugnabili con ricorso per cassazione - per non essere alle medesime applicabile, "ratione...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Sentenza - secondo equità - sentenze del giudice di pace pronunciate secondo equità – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 3720 del 15/02/2011
Ricorso per cassazione - Criteri - Violazione dei principi fondamentali della materia - Onere di registrazione delle sentenze civili - Spese integralmente a carico della parte che ha interesse alla pronuncia o che acquisti la proprietà di un bene - Configurabilità - Esclusione. Le sentenze pronunziate dal giudice di pace secondo equità ed impugnabili con ricorso per cassazione - per non essere alle medesime applicabile, "ratione temporis", la modifica dell'art. 339 cod. proc. civ. di cui al d...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10provvedimenti del giudice civile - sentenza - secondo equità – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 3720 del 15/02/2011
Sentenze del giudice di pace pronunciate secondo equità - Ricorso per cassazione - Criteri - Violazione dei principi fondamentali della materia - Onere di registrazione delle sentenze civili - Spese integralmente a carico della parte che ha interesse alla pronuncia o che acquisti la proprietà di un bene - Configurabilità - Esclusione. Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 3720 del 15/02/2011 Le sentenze pronunziate dal giudice di pace secondo equità ed impugnabili con ricorso per cassazione...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Esecuzione forzata - distribuzione della somma ricavata - controversie (opposizione alle distribuzioni) – Corte di Cassazione Sez. 3, Ordinanza n. 860 del 14/01/2011
Art. 512 cod. proc. civ. - Attuale formulazione - Applicabilità - Opposizioni distributive pendenti anteriormente al primo marzo 2006 - Esclusione - Fondamento - Fattispecie. Il nuovo regime giuridico della risoluzione delle controversie in sede distributiva, introdotto dal novellato art. 512 cod. proc. civ., che prevede, in caso di contestazione, la diretta cognizione del giudice dell'esecuzione e, in seconda battuta, l'opposizione agli atti esecutivi avverso l'ordinanza di tale giudice, non...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Avvocato e procuratore - onorari - procedimento di liquidazione - sommario – Corte di Cassazione Sez. U, Sentenza n.390 del 11/01/2011
Opposizione a decreto ingiuntivo ex art. 30 della legge n. 794 del 1942 - Provvedimento conclusivo (sentenza od ordinanza) - Regime impugnatorio - Individuazione - Criterio della forma consapevolmente adottata dal giudice (anche in modo implicito o desumibile dal concreto svolgersi del procedimento) - Applicazione - Fattispecie. In tema di opposizione a decreto ingiuntivo per onorari ed altre spettanze dovuti dal cliente al proprio difensore per prestazioni giudiziali civili, al fine di...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Sentenza - secondo equità – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 24153 del 29/11/2010
Giudice di pace - Domanda di risarcimento del danno (da circolazione stradale) - Indicazione specifica di somma nei limiti della competenza equitativa - Alternativa richiesta di somma minore o maggiore da determinarsi in corso di causa - Portata - Mera di clausola di stile - Esclusione - Condizioni e limiti - Assenza di circostanze idonee a comprovare il superamento del valore espressamente indicato - Necessità - Fattispecie in tema di individuazione del mezzo di impugnazione esperibile. Nel...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10provvedimenti del giudice civile - sentenza - secondo equità – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 24153 del 29/11/2010
Giudice di pace - Domanda di risarcimento del danno (da circolazione stradale) - Indicazione specifica di somma nei limiti della competenza equitativa - Alternativa richiesta di somma minore o maggiore da determinarsi in corso di causa - Portata - Mera di clausola di stile - Esclusione - Condizioni e limiti - Assenza di circostanze idonee a comprovare il superamento del valore espressamente indicato - Necessità - Fattispecie in tema di individuazione del mezzo di impugnazione esperibile. Corte...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Regolamento di competenza – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 22959 del 12/11/2010
Sentenza di incompetenza del giudice di pace - Causa di valore superiore al limite di cui all'art. 113 cod. proc. civ. - Impugnazione con l'appello - Necessità - Pronuncia sulla sola competenza emessa in grado d'appello - Regolamento necessario di compentenza - Configurabilità - Sussistenza. La sentenza di incompetenza territoriale emanata da un giudice di pace non è impugnabile con regolamento di competenza (art. 46, cod. proc. civ.) e, nel caso in cui abbia deciso una causa di valore...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10competenza civile - regolamento di competenza - in genere – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 22959 del 12/11/2010
Sentenza di incompetenza del giudice di pace - Causa di valore superiore al limite di cui all'art. 113 cod. proc. civ. - Impugnazione con l'appello - Necessità - Pronuncia sulla sola competenza emessa in grado d'appello - Regolamento necessario di compentenza - Configurabilità - Sussistenza. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 22959 del 12/11/2010 La sentenza di incompetenza territoriale emanata da un giudice di pace non è impugnabile con regolamento di competenza (art. 46, cod. proc. civ...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10SPESE GIUDIZIALI CIVILI - DISTRAZIONE DELLE SPESE – Corte di Cassazione Sez. U, Sentenza n.16037 del 07/07/2010
Richiesta presentata dal difensore - Omessa pronuncia - Rimedio esperibile - Proposizione di impugnazione ordinaria da parte del difensore istante - Esclusione - Procedimento di correzione di cui agli artt. 287 e 288 cod. proc. civ. - Ammissibilità - Fondamento. In caso di omessa pronuncia sull'istanza di distrazione delle spese proposta dal difensore, il rimedio esperibile, in assenza di un'espressa indicazione legislativa, è costituito dal procedimento di correzione degli errori materiali...

___________________________________________________________
Copyright © 2001 Foroeuropeo: Il codice di procedura civile - www.foroeuropeo.it
- Reg. n. 98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Avv. Domenico Condello

Stampa Email

Articoli collegati

eBook - manuali

Foroeuropeo - Foroeuropeo puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

eBook - manuali glossario

Foroeuropeo - Foroeuropeo puntovGlossario - relativo alla protezione delle persone fisiche

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati