Antichità e belle arti - cose di interesse artistico e storico - cose di proprietà privata - alienazione o trasmissione - Cass. n. 14177/2016

Print Friendly, PDF & Email

Occupazione temporanea a fini di ricerca archeologica - Indennizzabilità - Fondamento - Criteri di liquidazione della relativa obbligazione.

L'occupazione temporanea a fini di ricerca archeologica è diretta a realizzare l'interesse pubblico alla conservazione del patrimonio storico-artistico e la promozione della cultura e della ricerca, onde costituisce attività lecita della P.A., poiché la proprietà del bene che riveste interesse storico, artistico ed archeologico nasce già vincolata e la connotazione culturale incide sul valore del bene stesso. Ne deriva che, ai sensi dell'art. 23 della l. n. 1089 del 1939, la riparazione del pregiudizio arrecato alla proprietà privata non è ispirato al criterio dell'integralità del risarcimento, ma costituisce un'obbligazione indennitaria, secondo i parametri fissati dall'art. 68 della l. n. 2359 del 1865, i quali assumono i caratteri della valutazione equitativa.

Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 14177 del 12/07/2016

corte

cassazione

14177

2016

Accedi

Online ora

361 visitatori e 24 utenti online

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO


MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA

 

 

Menu Offcanvas Mobile