1223. Risarcimento del danno

Codice Civile Libro Quarto: DELLE OBBLIGAZIONI Titolo I: DELLE OBBLIGAZIONI IN GENERALE Capo III: DELL'ADEMPIMENTO DELLE OBBLIGAZIONI Art.1223. Risarcimento del danno.

Art. 1223. Risarcimento del danno.

1. Il risarcimento del danno per l'inadempimento o per il ritardo deve comprendere così la perdita subita dal creditore come il mancato guadagno, in quanto ne siano conseguenza immediata e diretta.

________________________________________________________

Aiuto: Un sistema esperto carica in calce ad ogni articolo le prime cento massime della Cassazione di riferimento in ordine di pubblicazione (cliccare su ALTRI DOCUMENTI alla fine delle 100 massime per continuare la visualizzazione).

La visualizzazione delle massime può essere modificata attivando la speciale funzione prevista (es. selezionale Titolo discendente per ordinare le massime in ordine alfabetico).

E' possibile attivare una ricerca full test inserendo una parola chiave nel campo "cerca".

Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Risarcimento del danno - "compensatio lucri cum danno" - Corte Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 18050 del 05/07/2019 (Rv. 654357 - 01)
Danno patrimoniale da lucro cessante - Perdita della capacità lavorativa - Liquidazione - Indennità di malattia e pensione di invalidità - "Compensatio lucri cum damno" - Configurabilità - Fondamento. In caso di sinistro che comporti la perdita totale o parziale, temporanea o definitiva, della capacità lavorativa, il danneggiato non può cumulare la prestazione previdenziale che abbia eventualmente percepito (a titolo di indennità di malattia o di pensione di invalidità) con l'integrale...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Risarcimento del danno - morte di congiunti (parenti della vittima) - Corte Cassazione, Sez. 3, Ordinanza n. 18056 del 05/07/2019 (Rv. 654378 - 01)
Danno "biologico terminale" - Risarcibilità "iure successionis" - Condizioni - Permanenza in vita per almeno 24 ore - Necessità - Stato di coscienza - Necessità - Esclusione. Il danno biologico cd. terminale è configurabile, e trasmissibile "iure successionis", ove la persona ferita non muoia immediatamente, sopravvivendo per almeno ventiquattro ore, tale essendo la durata minima, per convenzione legale, ai fini dell’apprezzabilità dell'invalidità temporanea, essendo, invece, irrilevante che...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Ritardata esecuzione dei lavori per causa riferibile all'Amministrazione - Domanda risarcitoria dell'appaltatore - Giurisdizione del giudice ordinario – Sussistenza – Cass. 14696/2019
Ritardata esecuzione dei lavori per causa riferibile all'Amministrazione - Domanda risarcitoria dell'appaltatore - Giurisdizione del giudice ordinario – Sussistenza – Cass. 14696/2019 In materia di appalto di opere pubbliche, la qualificazione della domanda dell'appaltatore come volta ad ottenere non la revisione dei prezzi, che presuppone la mancanza di colpa dell'Amministrazione, ma il risarcimento del danno derivante dalla ritardata esecuzione dei lavori per causa imputabile alla...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Patrimoniale e non patrimoniale (danni morali) – Cass. 14392/2019
Illecito costituente reato - Prossimi congiunti dell'offeso - Risarcimento del danno non patrimoniale - Spettanza - Fondamento - Liquidazione in via equitativa - Necessità - Criteri. Ai prossimi congiunti di persona che abbia subito, a causa di fatto illecito costituente reato, lesioni personali, spetta anche il risarcimento del danno non patrimoniale concretamente accertato in relazione ad una particolare situazione affettiva con la vittima, non essendo ostativo il disposto dell'art. 1223 c....
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Valutazione e liquidazione – Cass. 14362/2019
Infortunio "in itinere" mortale - Liquidazione del danno - Rendita Inail in favore dei congiunti del lavoratore - "Compensatio lucri cum damno" - Necessità - Diritto al residuo risarcimento - Configurabilità - Limiti. La rendita vitalizia in favore del coniuge superstite del lavoratore vittima di un infortunio "in itinere", così come quella temporanea liquidata ai figli, assolve ad una funzione di "anticipo" del ristoro del danno da perdita degli apporti economici garantiti dal familiare...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Risarcimento del danno - patrimoniale e non patrimoniale (danni morali) - Corte di Cassazione, Sez. 3 - , Ordinanza n. 11212 del 24/04/2019 (Rv. 653591 - 01)
Danno da lesione del rapporto parentale per le lesioni di non lieve entità patite dal prossimo congiunto - Ricorso alla prova presuntiva del danno - Ammissibilità - Riferimento a quanto ragionevolmente riferibile alla realtà dei rapporti di convivenza ed alla gravità delle ricadute della condotta - Fattispecie. Il danno non patrimoniale, consistente nella sofferenza morale patita dal prossimo congiunto di persona lesa in modo non lieve dall'altrui illecito, può essere dimostrato con ricorso...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Possesso   (nozione, caratteri, distinzioni) ("ius possessionis" e "ius possidendi") - Danno da occupazione immobiliare abusiva – Corte di Cassazione, Sez. 3 - , Sentenza n. 11203 del 24/04/2019 (Rv. 653590 - 01)
Risarcimento - Esistenza di danno "in re ipsa" - Esclusione - Fondamento - Conseguenze - Fattispecie. Nel caso di occupazione illegittima di un immobile il danno subito dal proprietario non può ritenersi sussistente "in re ipsa", atteso che tale concetto giunge ad identificare il danno con l'evento dannoso ed a configurare un vero e proprio danno punitivo, ponendosi così in contrasto sia con l'insegnamento delle Sezioni Unite della S.C. (sent. n. 26972 del 2008) secondo il quale quel che...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Responsabilità civile - professionisti - attività medico-chirurgica – Corte di Cassazione, Sez. 3 - , Sentenza n. 10812 del 18/04/2019 (Rv. 653826 - 02)
Responsabilità medica - Fattore naturale non imputabile privo di interdipendenza funzionale con la condotta colposa del sanitario - Rilevanza sul piano del nesso causale tra detta condotta e l'evento dannoso - Esclusione - Rilevanza sul piano della determinazione equitativa del danno - Condizioni e limiti. In materia di responsabilità per attività medico-chirurgica, ove si individui in un pregresso stato morboso del paziente/danneggiato (nella specie, deficit da surfactante o sindrome da...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Responsabilità civile - professionisti - attività medico-chirurgica - Corte di Cassazione, Sez. 3 - , Sentenza n. 10423 del 15/04/2019 (Rv. 653580 - 01)
Consenso informato - Diritto del paziente - Contenuto - Limiti - Inderogabilità - Fondamento. Il diritto al consenso informato del paziente, in quanto diritto irretrattabile della persona, va comunque e sempre rispettato dal sanitario, a meno che non ricorrano casi di urgenza, rinvenuti a seguito di un intervento concordato e programmato, per il quale sia stato richiesto ed ottenuto il consenso, e tali da porre in gravissimo pericolo la vita della persona - bene che riceve e si correda di una...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Responsabilità civile - causalità (nesso di) - Accertamento del nesso di causalità tra illecito ed evento – Corte di Cassazione, Sez. 3 - , Ordinanza n. 9985 del 10/04/2019 (Rv. 653576 - 01)
Censurabilità in sede di legittimità - Limiti - Fondamento. L'errore compiuto dal giudice di merito nell'individuare la regola giuridica in base alla quale accertare la sussistenza del nesso causale tra fatto illecito ed evento è censurabile in sede di giudizio di legittimità ai sensi dell'art. 360, comma 1, n. 3 c.p.c., mentre l'eventuale errore nell'individuazione delle conseguenze derivanti dall'illecito, alla luce della regola giuridica applicata, costituisce una valutazione di fatto,...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Richiesta di adempimento o di risoluzione del contratto - Conseguenze - Restituzione della caparra - Fondamento - Corte di Cassazione, Sez. 2 - , Sentenza n. 8571 del 27/03/2019
Contratti in genere - caparra – confirmatoria - Richiesta di adempimento o di risoluzione del contratto - Conseguenze - Restituzione della caparra - Fondamento - Diritto al risarcimento del danno - Sussistenza - Limiti. Qualora, anziché recedere dal contratto, la parte non inadempiente si avvalga dei rimedi ordinari della richiesta di adempimento ovvero di risoluzione del negozio, la restituzione della caparra è ricollegabile agli effetti restitutori propri della risoluzione negoziale, come...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Azioni a difesa del possesso - reintegrazione da spoglio - risarcimento del danno - Danno derivante dalla privazione del possesso di un immobile in modo violento o clandestino - Corte di Cassazione, Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 7871 del 20/03/2019
Possesso - azioni a difesa del possesso - reintegrazione da spoglio - risarcimento del danno - Danno derivante dalla privazione del possesso di un immobile in modo violento o clandestino - Automatica liquidazione in via equitativa - Ammissibilità - Esclusione - Condizioni - Fondamento - Fattispecie. Non può essere accolta la domanda di risarcimento del danno derivante dalla privazione del possesso di un immobile (nella specie, tre posti auto all'interno di un cortile condominiale) in modo...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Processo equo - termine ragionevole - Danno patrimoniale - Obbligo di riparazione - Limite - Corte di Cassazione, Sez. 2 - , Ordinanza n. 7570 del 18/03/2019
Convenzione europea dei diritti dell'uomo e delle liberta' fondamentali - processo equo - termine ragionevole - Danno patrimoniale - Obbligo di riparazione - Limite - Pregiudizi causati dal ritardo eccessivo nella definizione del giudizio - Perdita di "chance" - Indennizzabilità - Inclusione - Fattispecie. Il danno patrimoniale indennizzabile per violazione del principio della ragionevole durata del processo comprende il pregiudizio che costituisce conseguenza diretta di tale violazione e,...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Amministrazione pubblica - Beni demaniali - Responsabilità della P.A. ai sensi dell'art. 2051 c.c. - Configurabilità - Caso fortuito - Onere della prova - Corte di Cassazione, Sez. 3 - , Sentenza n. 6326 del 05/03/2019
Responsabilita' civile - amministrazione pubblica - Beni demaniali - Responsabilità della P.A. ai sensi dell'art. 2051 c.c. - Configurabilità - Caso fortuito - Onere della prova - responsabilita' civile - amministrazione pubblica - opere pubbliche - strade - responsabilita' civile - colpa o dolo - caso fortuito e forza maggiore - In genere. In tema di danno cagionato ex art. 2051 c.c. da beni demaniali, grava sulla P.A. custode l'onere di provare la sussistenza di una situazione la quale...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10"Compensatio lucri cum danno" - Infortunio del lavoratore - Responsabilità del datore di lavoro - Obbligazione risarcitoria - Corte di Cassazione, Sez. L - , Ordinanza n. 6269 del 04/03/2019
Risarcimento del danno - "compensatio lucri cum danno" - Infortunio del lavoratore - Responsabilità del datore di lavoro - Obbligazione risarcitoria - Emolumenti previdenziali e indennitari - "Compensatio lucri cum damno" - Operatività - Fattispecie. In tema responsabilità del datore di lavoro per gli infortuni sul lavoro, il danno da fatto illecito deve essere liquidato sottraendo dall'ammontare del danno risarcibile l'importo dell'indennità che il danneggiato-assicurato abbia riscosso in...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Professionisti - attivita' medico-chirurgica -Responsabilità omissiva della struttura sanitaria - Corte di Cassazione, Sez. 3 - , Ordinanza n. 5487 del 26/02/2019
Responsabilita' civile - professionisti - attivita' medico-chirurgica -Responsabilità omissiva della struttura sanitaria - Accertamento del nesso causale - Valutazione dell'unitario contegno - Necessità - Parcellizzazione dei singoli episodi nei quali esso si articola - Esclusione - Fattispecie. In tema di responsabilità sanitaria, l'accertamento del nesso causale va condotto attraverso una ricostruzione non atomistica della complessiva condotta omissiva della struttura sanitaria indicata...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10"Compensatio lucri cum danno" - Assegno di invalidità erogato dall’INPS - Rilevanza ai fini della liquidazione - Corte di Cassazione, Sez. 3 - , Sentenza n. 4734 del 19/02/2019
Risarcimento del danno - "compensatio lucri cum danno" - Assegno di invalidità erogato dall’INPS - Rilevanza ai fini della liquidazione - risarcimento del danno - valutazione e liquidazione - In genere. In tema di danno patrimoniale patito dalla vittima di un illecito, dall'ammontare del risarcimento deve essere detratto il valore capitale dell'assegno di invalidità erogato dall'INPS, attese la funzione indennitaria assolta da tale emolumento e la possibilità per l'ente previdenziale di agire...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10"Compensatio lucri cum danno" - Trattamento sanitario - Responsabilità per contagio da virus HBV, HIV o HCV a seguito di emotrasfusioni con sangue infetto - Corte di Cassazione, Sez. 3 - , Ordinanza n. . 4309 del 14/02/2019
Risarcimento del danno - "compensatio lucri cum danno" - Trattamento sanitario - Responsabilità per contagio da virus HBV, HIV o HCV a seguito di emotrasfusioni con sangue infetto - Diritto al risarcimento del danno - Cumulo con l'indennizzo di cui alla l. n. 210 del 1992 - Assenza di coincidenza tra danneggiante e soggetto erogatore della provvidenza - Possibilità di compensare le somme versate a titolo d'indennizzo con quelle devolute a titolo di risarcimento del danno ("compensatio lucri cum...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Padroni, committenti e imprenditori - Responsabilità per fatto dell’ausiliario - Condizioni - Rapporto di dipendenza - Corte di Cassazione, Sez. 3 - , Sentenza n. 4298 del 14/02/2019
Responsabilità civile - padroni, committenti e imprenditori - Responsabilità per fatto dell’ausiliario - Condizioni - Rapporto di dipendenza - Irrilevanza – Nesso di occasionalità necessaria tra esecuzione della prestazione e danno – Sufficienza - Fattispecie in tema di responsabilità da riparazione di auto ad opera di officina autorizzata. Il soggetto che, nell'espletamento della propria attività, si avvale dell'opera di terzi, ancorché non alle proprie dipendenze, assume il rischio...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Trattamento sanitario - Responsabilità per contagio da virus HBV, HIV o HCV a seguito di emotrasfusioni con sangue infetto – Corte di Cassazione, Sez. 3 - , Ordinanza n. 2778 del 31/01/2019
Igiene e sanita' pubblica - Trattamento sanitario - Responsabilità per contagio da virus HBV, HIV o HCV a seguito di emotrasfusioni con sangue infetto – Corte di Cassazione, Sez. 3 - , Ordinanza n. 2778 del 31/01/2019 Giudizio risarcitorio - Possibilità di compensare le somme dovute a titolo di indennizzo con quelle determinate a titolo di risarcimento del danno ("compensatio lucri cum damno") - RISARCIMENTO DEL DANNO - "COMPENSATIO LUCRI CUM DANNO" In genere. Nel giudizio promosso nei...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Valutazione e liquidazione - Infortunio "in itinere" - Rendita Inail per inabilità permanente – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 2550 del 30/01/2019
Risarcimento del danno - valutazione e liquidazione - Infortunio "in itinere" - Rendita Inail per inabilità permanente – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 2550 del 30/01/2019 Detrazione delle somme corrispondenti all'ammontare del risarcimento - Necessità - Determinazione del "quantum" da detrarre - Fattispecie. L'importo della rendita per l'inabilità permanente corrisposta dall'INAIL per l'infortunio "in itinere" occorso al lavoratore va detratto dalle somme in concreto dovute a...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Partecipazione ad una missione di natura militare – Adempimento di un dovere di ufficio – Contrazione di una grave malattia - Diritto al risarcimento del danno
Igiene e sanita' pubblica - in genere - Partecipazione ad una missione di natura militare – Adempimento di un dovere di ufficio – Contrazione di una grave malattia - Diritto al risarcimento del danno - Cumulo con l'indennizzo a titolo di speciale elargizione di cui alla legge n. 244 del 2007 - Possibilità di compensare le somme versate a titolo di indennizzo con quelle dovute a titolo di risarcimento del danno ("compensatio lucri cum damno") - Esistenza - Criteri – Fondamento. Nel caso in cui...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Valutazione e liquidazione in genere - società in accomandita semplice
Risarcimento del danno - valutazione e liquidazione in genere - società in accomandita semplice - illecito commesso da un terzo da cui sia derivata l’impossibilità della prosecuzione dell’attività sociale - perdita della possibilità di percepire gli utili - danno da perdita di "chance" - configurabilità - onere della prova a carico del socio - liquidazione - criterio equitativo - necessità – fattispecie - Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 29829 del 20/11/2018 In caso di illecito...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Morte di congiunti (parenti della vittima) - decesso congiunto - danno patrimoniale da mancato guadagno
Risarcimento del danno - morte di congiunti (parenti della vittima) - decesso congiunto - danno patrimoniale da mancato guadagno - danno futuro - determinazione - prova per presunzioni - ammissibilità - liquidazione equitativa - necessità – fattispecie - risarcimento del danno - valutazione e liquidazione - danni futuri in genere - Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 29830 del 20/11/2018 Il danno patrimoniale da mancato guadagno derivante al congiunto dalla perdita della fonte di reddito...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Valutazione e liquidazione - danno emergente e lucro cessante - occupazione “sine titulo”
Risarcimento del danno - valutazione e liquidazione - danno emergente e lucro cessante - occupazione “sine titulo” – spossessamento – danno conseguente – liquidazione – criterio equitativo – individuazione – interessi legali – ammissibilità – fondamento - Corte di Cassazione, Sez. 1, Ordinanza n. 29990 del 20/11/2018 In caso di occupazione illegittima di un immobile è ravvisabile, secondo una presunzione "iuris tantum", l'esistenza di un danno connesso alla perdita di disponibilità del bene...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Penale pattuita per il ritardo
Contratti in genere - clausola penale - divieto di cumulo - portata - risoluzione del contratto - penale pattuita per il ritardo - cumulabilità con il risarcimento del danno da inadempimento - sussistenza - limiti. Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 27994 del 31/10/2018 >>> L'art. 1383 c.c. vieta il cumulo tra la domanda della prestazione principale e quella diretta ad ottenere la penale per l'inadempimento, ma non esclude che si possa chiedere tale prestazione insieme con la...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Danno biologico terminale e danno morale terminale
Risarcimento del danno - patrimoniale e non patrimoniale (danni morali) - danno non patrimoniale - danno biologico terminale e danno morale terminale - risarcibilità - condizioni - fattispecie. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 26727 del 23/10/2018 >>> In materia di danno non patrimoniale, in caso di morte cagionata da un illecito, nel periodo di tempo interposto tra la lesione e la morte ricorre il danno biologico terminale, cioè il danno biologico "stricto sensu" (ovvero...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Danni derivanti da demansionamento e dequalificazione
Lavoro - lavoro subordinato (nozione, differenze dall'appalto e dal rapporto di lavoro autonomo, distinzioni) – categorie e qualifiche dei prestatori di lavoro - mansioni - diverse da quelle dell'assunzione - danni derivanti da demansionamento e dequalificazione del lavoratore dipendente - prova - onere del lavoratore - presunzioni- ammissibilità. Corte di Cassazione Sez. L, Ordinanza n. 25743 del 15/10/2018 >>> Il danno derivante da demansionamento e dequalificazione professionale...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Danno biologico trasmissibile "iure successionis"
Risarcimento del danno - patrimoniale e non patrimoniale (danni morali) - danno biologico trasmissibile "iure successionis" - liquidazione - criteri - riferimento alla durata probabile della vita- esclusione - riferimento alla durata effettiva della vita – inapplicabilità del criterio - fattispecie relativa ad un danneggiato ultranovantenne. Corte di Cassazione Sez. 3, Ordinanza n. 25157 del 11/10/2018 >>> In ipotesi di morte del danneggiato per cause indipendenti dal fatto illecito...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Occupazione "sine titulo" originante da contratto preliminare nullo
Contratti in genere - contratto preliminare (compromesso) (nozione, caratteri, distinzione) - in genere - occupazione "sine titulo" originante da contratto preliminare nullo - indennità di occupazione – criteri di determinazione – ingiustificato arricchimento - risarcimento del danno – differenze - conseguenze - domanda di risarcimento proposta in primo grado - domanda di indennità di occupazione proposta in appello - novità. Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 25044 del 10/10/2018 >&...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Teoria del “più probabile che non”
Responsabilità civile - causalità (nesso di) - condotta omissiva - giudizio controfattuale - operatività - teoria del “più probabile che non” - applicabilità - fattispecie. Corte di Cassazione Sez. 3, Ordinanza n. 23197 del 27/09/2018 >>> In tema di responsabilità civile, la verifica del nesso causale tra condotta omissiva e fatto dannoso si sostanzia nell'accertamento della probabilità positiva o negativa del conseguimento del risultato idoneo ad evitare il rischio specifico di...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Risarcimento del danno - valutazione e liquidazione - danno emergente e lucro cessante - Corte di Cassazione, Sez. 2, Ordinanza n. 20545 del 06/08/2018
Danno da occupazione immobiliare abusiva - Risarcimento - Esistenza di danno "in re ipsa" – Sussistenza - Fondamento. Nel caso di occupazione illegittima di un immobile il danno subito dal proprietario è "in re ipsa", discendendo dalla perdita della disponibilità del bene, la cui natura è normalmente fruttifera, e dalla impossibilità di conseguire l'utilità da esso ricavabile. Corte di Cassazione, Sez. 2, Ordinanza n. 20545 del 06/08/2018  ...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Risarcimento del danno - valutazione e liquidazione - criteri equitativi - Corte di Cassazione, Sez. 2 - , Ordinanza n. 22201 del 22/09/2017
Danno da "fermo tecnico" di imbarcazione - Risarcibilità - Oneri probatori e di allegazione della parte - Necessità. Il danno da "fermo tecnico" di un’imbarcazione incidentata non è risarcibile in via equitativa, né può considerarsi “in re ipsa”, quale conseguenza automatica del sinistro e della indisponibilità del natante, avendo la parte l’onere di allegare e provare di aver sostenuto costi (sempre che la durata della riparazione non sia stata talmente breve da renderne irrilevante l'entità...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Risarcimento del danno - casualità - Corte di Cassazione, Sez. 2 - , Ordinanza n. 20961 del 08/09/2017
Responsabilità contrattuale - Inadempimento - Nesso di causalità e prevedibilità del danno - Accertamento del giudice di merito - Incensurabilità in cassazione - Limiti. In tema di responsabilità contrattuale, l'accertamento tanto del nesso di causalità tra l'inadempimento e il danno, quanto della prevedibilità del danno medesimo costituisce un apprezzamento di fatto, insindacabile in sede di legittimità, ove sorretto da motivazione adeguata e immune da errori. Corte di Cassazione, Sez. 2...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Risarcimento del danno - condanna generica - separazione del giudizio sull'"an" da quello sul "quantum" - Corte di Cassazione, Sez. 1 - , Ordinanza n. 20894 del 07/09/2017
Domanda di risarcimento del danno – Successiva limitazione al solo accertamento sull’”an” – Ammissibilità – Condizioni – Consenso, anche tacito, del convenuto - Sufficienza. Proposta una domanda di risarcimento del danno, il divieto di separazione del giudizio sull'”an” da quello sul “quantum” non opera se, alla richiesta avanzata dall'attore in tal senso, abbia prestato adesione il convenuto, sebbene non espressamente, purché in modo certo ed univoco, come si verifica quando non abbia...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Responsabilità civile - causalità (nesso di) - Corte di Cassazione Sez. 3 - , Ordinanza n. 17084 del 11/07/2017
Emotrasfusioni - Contagio da sangue infetto - Nesso di causalità tra condotta omissiva ed evento lesivo - Derivazione probabilistica dell'infezione dalla trasfusione - Sufficienza - Successiva individuazione in sede scientifica dei virus HBV, HIV e HCV - Irrilevanza. In caso di patologie contratte a seguito di emotrasfusioni o di somministrazione di emoderivati, il rapporto eziologico tra la somministrazione del sangue infetto in ambiente sanitario e la specifica patologia insorta viene...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Responsabilita' civile - professionisti - attivita' medico-chirurgica - Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 16503 del 05/07/2017
Violazione dell’obbligo di informazione del paziente - Danni risarcibili - Oneri di allegazione e prova - Contenuto. In materia di responsabilità per attività medico-chirurgica, l'acquisizione del consenso informato del paziente, da parte del sanitario, costituisce prestazione altra e diversa rispetto a quella avente ad oggetto l'intervento terapeutico, dal cui inadempimento deriva - secondo l’"id quod plerumque accidit" - un danno conseguenza costituito dalla sofferenza e dalla contrazione...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Responsabilità civile - professionisti - attività medico-chirurgica - Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 16503 del 05/07/2017
Violazione dell’obbligo di informazione del paziente - Danni risarcibili - Oneri di allegazione e prova - Contenuto. In materia di responsabilità per attività medico-chirurgica, l'acquisizione del consenso informato del paziente, da parte del sanitario, costituisce prestazione altra e diversa rispetto a quella avente ad oggetto l'intervento terapeutico, dal cui inadempimento deriva - secondo l’"id quod plerumque accidit" - un danno conseguenza costituito dalla sofferenza e dalla contrazione...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Locazione - obbligazioni del conduttore - danni per ritardata restituzione - Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 15146 del 20/06/2017
Immobile concesso in locazione dalla P.A. - Maggior danno da ritardata restituzione ex art. 1591 c.c. - Prova specifica della lesione del patrimonio - Necessità - Criteri di valutazione - Destinazione dell’immobile ad investimento produttivo o ad esigenze proprie dell’ente - Differenze. Nel caso di immobile concesso in locazione dalla P.A., quest'ultima non è esonerata dall’onere di provare, con ogni mezzo - e, quindi, anche per presunzioni - l’esistenza di una concreta lesione del suo...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Risarcimento del danno - Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 14269 del 08/06/2017
Danni a cose di terzi - Legittimazione del detentore - Sussistenza - Condizioni. Il detentore di cosa altrui, danneggiata dal fatto illecito del terzo, incidente nella propria sfera patrimoniale, è legittimato a domandarne il risarcimento solo se dimostri, da un lato, la sussistenza di un titolo in virtù del quale è obbligato a tenere indenne il proprietario, e, dall'altro, che l'obbligazione scaturente da quel titolo sia già stata adempiuta, in modo da evitare che il terzo proprietario non...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Vendita - promessa di vendita - Corte di Cassazione Sez. 2, Ordinanza n. 13792 del 31/05/2017
Contratto preliminare - Risoluzione per inadempimento - Danni lamentati dal promittente venditore e dal promissario acquirente - Oneri probatori - Differenze. In tema di preliminare di vendita immobiliare, al promittente venditore che agisca per la risoluzione del contratto e per il risarcimento del danno, per il caso di inadempimento del promissario acquirente, deve essere liquidato il pregiudizio per la sostanziale incommerciabilità del bene nella vigenza del preliminare, la cui sussistenza...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Appalto (contratto di) - scioglimento del contratto - per recesso unilaterale del committente - Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 8853 del 05/04/2017
Indennizzo all'appaltatore per mancato guadagno - Determinazione - Differenza fra prezzo pattuito e spese da sostenere - Eccezione del committente di "compensatio lucri cum damno" - Configurabilità - Distribuzione tra le parti dell'onere della prova - risarcimento del danno - "compensatio lucri cum danno" in genere. In ipotesi di recesso unilaterale del committente dal contratto d'appalto, ex art. 1671 c.c., grava sull'appaltatore, che chieda di essere indennizzato del mancato guadagno, l'...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Risarcimento del danno - in genere - Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 25898 del 15/12/2016
Occupazione “sine titulo” di immobile – Danno da perdita della temporanea sua disponibilità – Oneri di allegazione e prova a carico dell’attore – Contenuto. Nella ipotesi di occupazione “sine titulo” di un cespite immobiliare altrui, il danno subito dal proprietario per l’indisponibilità del medesimo può definirsi “in re ipsa”, purché inteso in senso descrittivo, cioè di normale inerenza del pregiudizio all’impossibilità stessa di disporre del bene, senza comunque far venir meno l’onere per l...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Risarcimento del danno - valutazione e liquidazione - danno emergente e lucro cessante - Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 19604 del 30/09/2016
Perdita di "chance" - Risarcibilità - Presupposti - Fattispecie in tema di appalti pubblici. La perdita di "chance" costituisce un danno patrimoniale risarcibile, quale danno emergente, qualora sussista un pregiudizio certo (anche se non nel suo ammontare) consistente nella perdita di una possibilità attuale ed esige la prova, anche presuntiva, purché fondata su circostanze specifiche e concrete dell'esistenza di elementi oggettivi dai quali desumere, in termini di certezza o di elevata...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Obbligazioni in genere - inadempimento - responsabilità - risarcimento del danno – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 18832 del 26/09/2016
Responsabilità contrattuale - Danno risarcibile - Quantificazione - Comportamento del contraente adempiente successivamente all'altrui inadempimento - Rilevanza. In tema di risarcimento del danno da responsabilità contrattuale, il danno risarcibile coincide con la perdita o il mancato guadagno conseguenza immediata e diretta dell'inadempimento, la cui delimitazione è determinata in base al giudizio ipotetico sulla differenza tra la situazione dannosa e quella che sarebbe stata se il fatto...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Lavoro - lavoro subordinato - categorie e qualifiche dei prestatori di lavoro - mansioni - diverse da quelle dell'assunzione - Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 17163 del 18/08/2016
Danno da dequalificazione professionale - Prova presuntiva - Valutazione - Criteri - Richiamo a categorie generali - Insufficienza - Precisa individuazione dei fatti - Necessità. In tema di prova del danno da dequalificazione professionale ex art. 2729 c.c., non è sufficiente a fondare una corretta inferenza presuntiva il semplice richiamo di categorie generali, come la qualità e quantità dell'attività lavorativa svolta, il tipo e la natura della professionalità coinvolta, la gravità del...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Assicurazione - assicurazione contro i danni - oggetto del contratto (rischio assicurato) - surrogazione legale dell'assicuratore – Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 9086 del 05/05/2016
Sinistro stradale - Cittadino svizzero - Danno da inabilità temporanea assoluta - Indennità versata dall'assicuratore ai sensi della legge federale elvetica sull'assicurazione contro gli infortuni - Diritto di surroga dell'assicuratore nel credito risarcitorio - Fondamento. In caso di sinistro stradale occorso in territorio italiano a un cittadino svizzero, l'assicuratore che abbia indennizzato la vittima dell'incedente in relazione al danno da inabilità temporanea assoluta (ai sensi della...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Risarcimento del danno - valutazione e liquidazione - danno emergente e lucro cessante - Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 16670 del 09/08/2016
Danno da occupazione immobiliare abusiva - Risarcimento - Esistenza di danno "in re ipsa" - Presunzione "iuris tantum" - Conseguenze sulla liquidazione. Nel caso di occupazione illegittima di un immobile il danno subito dal proprietario è "in re ipsa", discendendo dalla perdita della disponibilità del bene, la cui natura è normalmente fruttifera, e dalla impossibilità di conseguire l'utilità da esso ricavabile, sicchè costituisce una presunzione "iuris tantum" e la liquidazione può essere...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Lavoro - lavoro subordinato - diritti ed obblighi del datore e del prestatore di lavoro - in genere – Corte di Cassazione Sez. L, Sentenza n. 14637 del 18/07/2016
Declaratoria di illegittimità del licenziamento e reintegra nel posto di lavoro - Riforma della sentenza in appello - Demansionamento nel periodo intermedio - Diritto al risarcimento del danno - Sussistenza. Il demansionamento del lavoratore, temporaneamente riammesso in servizio a seguito di pronuncia dichiarativa dell'illegittimità del licenziamento, costituisce fatto illecito suscettibile di tutela risarcitoria anche quando la pronuncia venga successivamente riformata in sede di gravame,...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Obbligazioni in genere - inadempimento - responsabilità - in genere – Corte di Cassazione Sez. L, Sentenza n. 14634 del 18/07/2016
Dirigente pubblico - Liquidazione dell'indennità risarcitoria da licenziamento illegittimo - Complessità del dato normativo - Irrilevanza - Esclusione - Fondamento. La complessità del quadro normativo e giurisprudenziale, in relazione alle modalità di esercizio del potere di recesso del datore di lavoro pubblico dal rapporto di lavoro dirigenziale, non rileva ai fini di escludere o limitare la liquidazione dell'indennità risarcitoria da licenziamento illegittimo ex art. 18 della l. n. 300 del...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Lavoro - lavoro subordinato - estinzione del rapporto - licenziamento individuale - in genere – Corte di Cassazione Sez. L, Sentenza n. 13669 del 05/07/2016
Licenziamento ex art. 2 della l. n. 604 del 1966 - Conseguenze - Diritto al risarcimento del danno - Commisurazione alle retribuzioni perdute - Configurabilità - Condizioni - Offerta della prestazione lavorativa - Necessità. Il licenziamento affetto da uno dei vizi formali di cui all'art. 2 della l. n. 604 del 1966 e succ. mod. è inefficace e non produce effetti sulla continuità del rapporto, sicché, per i rapporti non rientranti nell'area della tutela reale, il lavoratore ha diritto al...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Risarcimento del danno - patrimoniale e non patrimoniale (danni morali) – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 10897 del 26/05/2016
Danno biologico - Sopravvenuto decesso del danneggiato per cause indipendenti dal sinistro - Liquidazione del danno - Riferimento al tempo intercorso tra il sinistro e il decesso - Necessità - Fondamento. In tema di risarcimento del danno biologico, la liquidazione va parametrata alla durata effettiva della vita, se questa è più breve - per cause indipendenti dal sinistro oggetto del giudizio - rispetto a quella attesa o corrispondente alla vita media (sebbene occorra tenere conto della...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10responsabilità civile - causalità (nesso di) – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 14759 del 26/06/2007
Accertamento - Criteri - Consequenzialità necessaria tra condotta ed evento - Esclusione - Nesso di ragionevole probabilità - Sufficienza. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 14759 del 26/06/2007 In tema di responsabilità civile, per l'accertamento del nesso causale tra condotta illecita ed evento di danno non è necessaria la dimostrazione di un rapporto di consequenzialità necessaria tra la prima ed il secondo, ma è sufficiente la sussistenza di un rapporto di mera probabilità...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10lavoro - lavoro subordinato - categorie e qualifiche dei prestatori di lavoro - qualifiche - carriera - concorsi interni – Corte di Cassazione Sez. L, Sentenza n. 14820 del 27/06/2007
Procedura di selezione dei dipendenti per l'accesso alla qualifica superiore - Illegittima esclusione - Danno da perdita di chance - Sussistenza - Onere della prova a carico del creditore - Contenuto - Valutazione equitativa - Ammissibilità. Corte di Cassazione Sez. L, Sentenza n. 14820 del 27/06/2007 Nell'ambito di una procedura finalizzata all'acquisizione, da parte del lavoratore, della superiore qualifica professionale, la "chance" consiste nella mera possibilità di conseguire la...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Risarcimento del danno - danno immediato e diretto – Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Sentenza n. 9942 del 13/05/2016
Danno patrimoniale - Risarcimento - Funzione - Danni subiti da un autoveicolo in un incidente stradale - Riparazioni - Spese superiori ai costi correnti - Rimborsabilità per la parte corrispondente ai prezzi correnti di mercato - Limiti. In materia di risarcimento del danno patrimoniale, poiché esso ha la funzione di reintegrare il patrimonio del danneggiato nella esatta misura della sua lesione, le spese sostenute per le riparazioni dell'autoveicolo, che abbia subito danni in un incidente...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Risarcimento del danno - valutazione e liquidazione - criteri equitativi – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 9367 del 10/05/2016
Applicazione delle tabelle milanesi - Variazione prima della pubblicazione della sentenza - Valore di "ius superveniens" - Esclusione - Ragioni. In tema di applicazione delle cd. tabelle milanesi di liquidazione del danno, qualora dopo la deliberazione della decisione e prima della sua pubblicazione, sia intervenuta una loro variazione, deve escludersi che l'organo deliberante abbia l'obbligo di riconvocarsi e di procedere ad una nuova operazione di liquidazione del danno in base alle nuove...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10risarcimento del danno - concorso del fatto colposo del creditore o del danneggiato – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 6735 del 30/03/2005
Esclusione - Condizioni - Comportamento del creditore - Profili omissivi e profili positivi - Valutazione da parte del giudice di merito - Incensurabilità in Cassazione - Fattispecie in tema di responsabilità contrattuale. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 6735 del 30/03/2005 In tema di risarcimento del danno da inadempimento, l'art.1227, comma secondo cod. civ., nel porre la condizione della "inevitabilità", "ex latere creditoris", con l'uso dell'ordinaria diligenza, non si limita a...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Risarcimento del danno - Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 9039 del 05/05/2016
Danno da inadempimento contrattuale - Risarcimento - Debito di valore - Conseguenze - Liquidazione del maggior danno - Rivalutazione del credito fino alla data della liquidazione - Interessi legali sulla somma rivalutata - Decorrenza - Fondamento. In materia di inadempimento contrattuale, l'obbligazione di risarcimento del danno configura un debito di valore, sicché, qualora si provveda all'integrale rivalutazione del credito relativo al maggior danno fino alla data della liquidazione,...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Assicurazione - assicurazione contro i danni - oggetto del contratto (rischio assicurato) - surrogazione legale dell'assicuratore – Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 9086 del 05/05/2016
Sinistro stradale - Cittadino svizzero - Danno da inabilità temporanea assoluta - Indennità versata dall'assicuratore ai sensi della legge federale elvetica sull'assicurazione contro gli infortuni - Diritto di surroga dell'assicuratore nel credito risarcitorio - Fondamento. In caso di sinistro stradale occorso in territorio italiano a un cittadino svizzero, l'assicuratore che abbia indennizzato la vittima dell'incedente in relazione al danno da inabilità temporanea assoluta (ai sensi della...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Assicurazione - assicurazione contro i danni - oggetto del contratto (rischio assicurato) - surrogazione legale dell'assicuratore – Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 9086 del 05/05/2016
Sinistro stradale - Cittadino svizzero - Danno da inabilità temporanea assoluta - Indennità versata dall'assicuratore ai sensi della legge federale elvetica sull'assicurazione contro gli infortuni - Diritto di surroga dell'assicuratore nel credito risarcitorio - Fondamento. In caso di sinistro stradale occorso in territorio italiano a un cittadino svizzero, l'assicuratore che abbia indennizzato la vittima dell'incedente in relazione al danno da inabilità temporanea assoluta (ai sensi della...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Risarcimento del danno - in genere – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 9039 del 05/05/2016
Danno da inadempimento contrattuale - Risarcimento - Debito di valore - Conseguenze - Liquidazione del maggior danno - Rivalutazione del credito fino alla data della liquidazione - Interessi legali sulla somma rivalutata - Decorrenza - Fondamento. In materia di inadempimento contrattuale, l'obbligazione di risarcimento del danno configura un debito di valore, sicché, qualora si provveda all'integrale rivalutazione del credito relativo al maggior danno fino alla data della liquidazione,...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Risarcimento del danno - Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 9039 del 05/05/2016
Danno da inadempimento contrattuale - Risarcimento - Debito di valore - Conseguenze - Liquidazione del maggior danno - Rivalutazione del credito fino alla data della liquidazione - Interessi legali sulla somma rivalutata - Decorrenza - Fondamento. In materia di inadempimento contrattuale, l'obbligazione di risarcimento del danno configura un debito di valore, sicché, qualora si provveda all'integrale rivalutazione del credito relativo al maggior danno fino alla data della liquidazione,...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Risarcimento del danno - valutazione e liquidazione - invalidità personale - permanente – Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 8896 del 04/05/2016
  Danno futuro da incapacità lavorativa - Liquidazione - Valutazione prospettica della progressione reddituale - Fondamento - Elementi oggettivi - Onere di deduzione degli stessi da parte del danneggiato - Necessità - Difetto - Ricorso al criterio del triplo della pensione sociale - Esclusione. Nella liquidazione del danno patrimoniale futuro da incapacità di lavoro il reddito della vittima da porre a base del calcolo deve essere equitativamente aumentato rispetto a quello concretamente...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10risarcimento del danno - valutazione e liquidazione - interessi – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 13401 del 22/06/2005
  Danno da fatto illecito - Liquidazione - Rivalutazione ed interessi - Natura - Riconoscimento di entrambi d'ufficio, anche in grado di appello - Ammissibilità. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 13401 del 22/06/2005 L'obbligo di risarcire il danno aquiliano costituisce una tipica obbligazione di valore, con la conseguenza che l'adeguamento della reintegrazione patrimoniale all'effettivo valore monetario del momento della decisione - mediante la rivalutazione e il risarcimento del...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10risarcimento del danno - "compensatio lucri cum damno" – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 13401 del 22/06/2005
Operatività - Condizioni - Derivazione diretta del lucro e del danno dallo stesso fatto - Riparazione della cosa danneggiata - Determinazione del relativo vantaggio - Criterio equitativo - Applicabilità - Inesistenza di alternative all'intervento praticato - Rilevanza - Esclusione - Fattispecie. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 13401 del 22/06/2005 In tema di risarcimento del danno da illecito, il principio della "compensatio lucri cum damno", in forza del quale il risarcimento non...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Risarcimento del danno - valutazione e liquidazione - invalidità personale - permanente – Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 8896 del 04/05/2016
Danno futuro da incapacità lavorativa - Liquidazione - Valutazione prospettica della progressione reddituale - Fondamento - Elementi oggettivi - Onere di deduzione degli stessi da parte del danneggiato - Necessità - Difetto - Ricorso al criterio del triplo della pensione sociale - Esclusione. Nella liquidazione del danno patrimoniale futuro da incapacità di lavoro il reddito della vittima da porre a base del calcolo deve essere equitativamente aumentato rispetto a quello concretamente...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10assicurazione - assicurazione contro i danni - limiti del risarcimento - massimale – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 23870 del 08/11/2006
Copertura assicurativa per danni prodotti da catastrofe - Previsione di limite massimo - Diverso limite riconducibile al massimale di legge o di polizza per ogni danneggiato - Operatività congiunta - Sussistenza - Effetti in caso di pluralità di danneggiati. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 23870 del 08/11/2006 La previsione di un limite massimo di copertura assicurativa per danni prodotti da catastrofe non è posta in alternativa al diverso limite costituito dal massimale di legge o di...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Risarcimento del danno - valutazione e liquidazione - invalidità personale - permanente – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 7774 del 20/04/2016
Danno permanete futuro - Spesa da sostenersi vita natural durante - Criteri di liquidazioni applicabili - Individuazione. Il danno permanente futuro, consistente nella necessità di sostenere una spesa periodica vita natural durante (nella specie, per assistenza domiciliare), non può essere liquidato attraverso la semplice moltiplicazione della spesa annua per il numero di anni di vita stimata della vittima, ma va liquidato o in forma di rendita, oppure moltiplicando il danno annuo per il...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Risarcimento del danno - valutazione e liquidazione - danni futuri – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 7774 del 20/04/2016
Vittima di lesioni personali - Spese future da assistenza domiciliare - Benefici previsti "ex lege" - Detrazione dal "quantum" del risarcimento - Necessità. Nella liquidazione del danno patrimoniale consistente nelle spese che la vittima di lesioni personali deve sostenere per l'assistenza domiciliare, il giudice deve detrarre dal credito risarcitorio sia i benefici spettanti alla vittima a titolo di indennità di accompagnamento (ex art. 5 della l. n. 222 del 1984), sia quelli previsti dalla...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Risarcimento del danno - valutazione e liquidazione - invalidità personale - permanente - Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 7774 del 20/04/2016
Danno permanete futuro - Spesa da sostenersi vita natural durante - Criteri di liquidazioni applicabili - Individuazione. Il danno permanente futuro, consistente nella necessità di sostenere una spesa periodica vita natural durante (nella specie, per assistenza domiciliare), non può essere liquidato attraverso la semplice moltiplicazione della spesa annua per il numero di anni di vita stimata della vittima, ma va liquidato o in forma di rendita, oppure moltiplicando il danno annuo per il...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Risarcimento del danno - valutazione e liquidazione - danni futuri – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 7774 del 20/04/2016
Vittima di lesioni personali - Spese future da assistenza domiciliare - Benefici previsti "ex lege" - Detrazione dal "quantum" del risarcimento - Necessità. Nella liquidazione del danno patrimoniale consistente nelle spese che la vittima di lesioni personali deve sostenere per l'assistenza domiciliare, il giudice deve detrarre dal credito risarcitorio sia i benefici spettanti alla vittima a titolo di indennità di accompagnamento (ex art. 5 della l. n. 222 del 1984), sia quelli previsti dalla...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Società per azioni - organi sociali - amministratori - responsabilità - Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 24715 del 04/12/2015
Azione di responsabilità esercitata dal curatore ex art. 146 l.fall. - Cumulo dell'azione sociale e dell'azione dei creditori sociali - Autonomia delle azioni - Sussistenza - Conseguenze. – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 24715 del 04/12/2015 L'azione di responsabilità, esercitata dal curatore ai sensi dell'art. 146, comma 2, l.fall., cumula in sé le diverse azioni previste dagli artt. 2392-2393 c.c. e dall'art. 2394 c.c. a favore, rispettivamente, della società e dei creditori...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Società - di capitali - società per azioni - organi sociali - amministratori - responsabilità - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 19733 del 02/10/2015
Continuazione della gestione in presenza di riduzione del capitale al di sotto del minimo legale - Successivo fallimento della società - Azione del curatore ex art. 146 l.fall. - Determinazione del danno - Criterio equitativo della differenza tra passivo accertato e attivo liquidato - Utilizzabilità - Condizioni - Obbligo di motivazione del giudice di merito - Contenuto. Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 19733 del 02/10/2015 Nell'azione di responsabilità promossa dal curatore, ex art....
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Responsabilità civile - professionisti - attività medico-chirurgica – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 12218 del 12/06/2015
Incompletezza della cartella clinica - Rilevanza ai fini della dimostrazione del nesso causale tra condotta del medico e danno patito dal paziente - Condizioni. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 12218 del 12/06/2015 In tema di responsabilità professionale sanitaria, l'eventuale incompletezza della cartella clinica è circostanza di fatto che il giudice può utilizzare per ritenere dimostrata l'esistenza di un valido legame causale tra l'operato del medico e il danno patito dal paziente...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Beni - immateriali - diritti di autore (proprietà intellettuale) - risarcimento del danno - in genere - Plagio musicale - Risarcimento del danno - Quantificazione - Criteri. Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 11225 del 29/05/2015
Risarcimento del danno - valutazione e liquidazione - criteri equitativi - Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 11225 del 29/05/2015 In tema di quantificazione del danno subito dal titolare del diritto di utilizzazione economica di una canzone di cui sia rimasto accertato il plagio, il giudice ha il potere-dovere di commisurarlo, nell'apprezzamento delle circostanze del caso concreto, al beneficio tratto dall'attività vietata, che assurge ad utile criterio di riferimento del lucro cessante...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Società - di capitali - società per azioni - organi sociali - amministratori - responsabilità - Corte di Cassazione Sez. U, Sentenza n. 9100 del 06/05/2015
Azione del curatore - Omessa o irregolare tenuta della contabilità - Determinazione del danno - Differenza tra passivo accertato e attivo liquidato - Criterio di liquidazione equitativa - Condizioni - Limiti. Corte di Cassazione Sez. U, Sentenza n. 9100 del 06/05/2015 Nell'azione di responsabilità promossa dal curatore a norma dell'art. 146, secondo comma, legge fall., la mancata (o irregolare) tenuta delle scritture contabili, pur se addebitabile all'amministratore convenuto, non giustifica...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Attività medico-chirurgica - Rapporto tra casa di cura privata (o ente ospedaliero) e paziente - Natura - Contratto atipico - Configurabilità - Contenuto - Portata - Inadempimento delle obbligazioni – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 18610 del 22/
Responsabilità solidale della casa di cura (o dell'ente) con il chirurgo autore dell'intervento - Configurabilità - Natura contrattuale - Sussistenza - Condizioni - Limiti. Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 18610 del 22/09/2015 Il rapporto che si instaura tra paziente e casa di cura (o ente ospedaliero) ha la sua fonte in un atipico contratto a prestazioni corrispettive con effetti protettivi nei confronti del terzo, da cui, a fronte dell'obbligazione al pagamento del corrispettivo (...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Vendita - obbligazioni del venditore - evizione (garanzia per) - totale – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 18259 del 17/09/2015
Vendita - Evizione totale - Risarcimento del danno dovuto dal venditore - Estensione. Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 18259 del 17/09/2015 Nell'ipotesi di evizione totale, il venditore deve normalmente risarcire al compratore il danno, nei limiti del cd. interesse negativo, costituito dalla restituzione del prezzo, dal rimborso delle spese della vendita e dai frutti, che l'acquirente abbia dovuto corrispondere a colui dal quale sia stato evitto, oltre gli accessori e le spese...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Risarcimento del danno - valutazione e liquidazione - danni futuri – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 18305 del 18/09/2015
Sordità infantile causata da intempestiva diagnosi di meningite - Neutralizzazione del deficit mediante applicazione di protesi - Idoneità ad escludere il danno futuro da riduzione della capacità lavorativa - Esclusione - Ragioni. Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 18305 del 18/09/2015 Risarcimento del danno - valutazione e liquidazione - invalidità personale - permanente - Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 18305 del 18/09/2015 L'accertamento, in un minore in età infantile, che...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Risarcimento del danno - valutazione e liquidazione - invalidità personale – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 16788 del 13/08/2015
Danno non patrimoniale - Liquidazione - Unitarietà - Nozione - Danno alla salute - Invalidità permanente e inabilità temporanea - Autonoma monetizzazione - Necessità. Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 16788 del 13/08/2015 In tema di responsabilità civile, non è consentito né liquidare più volte il medesimo danno non patrimoniale, chiamandolo con nomi diversi, né negare il risarcimento di plurimi danni quando diversi. Ne consegue che il giudice chiamato a liquidare il danno non...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Società - di capitali - società per azioni - organi sociali - amministratori - responsabilità - in genere – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 24715 del 04/12/2015
Azione di responsabilità esercitata dal curatore ex art. 146 l.fall. - Cumulo dell'azione sociale e dell'azione dei creditori sociali - Autonomia delle azioni - Sussistenza - Conseguenze. L'azione di responsabilità, esercitata dal curatore ai sensi dell'art. 146, comma 2, l.fall., cumula in sé le diverse azioni previste dagli artt. 2392-2393 c.c. e dall'art. 2394 c.c. a favore, rispettivamente, della società e dei creditori sociali, tant'è che il curatore può, anche separatamente, formulare...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Risarcimento del danno - patrimoniale e non patrimoniale (danni morali) – morte di congiunti (parenti della vittima) Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 9320 del 08/05/2015
Danno non patrimoniale - Liquidazione - Omnicomprensività - Necessità - Illecito plurioffensivo - Pluralità di liquidazioni - Ammissibilità - Fattispecie in tema di danno da morte. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 9320 del 08/05/2015 In materia di responsabilità civile, il principio della "omnicomprensività" della liquidazione del danno non patrimoniale comporta l'impossibilità di duplicazioni risarcitorie del medesimo pregiudizio, ma non esclude, in caso di illecito plurioffensivo, la...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Risarcimento del danno - valutazione e liquidazione - Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 18243 del 17/09/2015
Danno da fatto illecito - Liquidazione per equivalente - Interessi e rivalutazione monetaria - Componenti essenziali e concorrenti implicite nella domanda risarcitoria - Conseguenze - Riconoscimento anche d'ufficio e in appello - Necessità. Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 18243 del 17/09/2015 Provvedimenti del giudice civile - sentenza - ultra ed extra petita - Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 18243 del 17/09/2015 Gli interessi sulla somma liquidata a titolo di risarcimento...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Risarcimento del danno - valutazione e liquidazione - danno emergente e lucro cessante – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 15757 del 27/07/2015
Abusiva occupazione di immobile - Danno risarcibile - Condizioni e limiti - Fattispecie. In tema di occupazione abusiva di immobile, il danno patrimoniale subìto dal titolare del bene - della cui prova egli è sempre onerato - dipende dall'atteggiarsi del suo godimento su di esso nel momento in cui si verifica l'occupazione, giacché solo se esista un godimento diretto o indiretto si concretizza un danno emergente da rapportare alle utilità che egli avrebbe potuto acquisire dal bene se non...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Procedimento civile - domanda giudiziale - citazione - contenuto - esposizione dei fatti e della "causa petendi" – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 13328 del 30/06/2015
Domanda risarcitoria - Onere di descrizione dei pregiudizi patiti - Richiesta di ristoro dei "danni subiti e subendi" - Inidoneità - Successiva descrizione in corso di causa - Irrilevanza. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 13328 del 30/06/2015 Nei giudizi risarcitori la domanda deve descrivere in modo concreto i pregiudizi dei quali si chiede il ristoro, senza limitarsi a formule generiche, come la richiesta di risarcimento dei "danni subiti e subendi", perché tali domande, quando non...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10valutazione e liquidazione - invalidità personale - Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 22228 del 20/10/2014
Danno biologico in caso di morte non immediata del danneggiato - Risarcimento del danno - Determinazione - Criteri - Commisurazione all'inabilità temporanea - Fondamento - Fattispecie. Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 22228 del 20/10/2014 La determinazione del risarcimento dovuto a titolo di danno biologico "iure hereditatis", nel caso in cui il danneggiato sia deceduto dopo un apprezzabile lasso di tempo dall'evento lesivo (sedici giorni), va parametrata alla menomazione dell'...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Beni - immateriali - diritti di autore (proprietà intellettuale) - risarcimento del danno - in genere – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 12314 del 15/06/2015
Plagio - Risarcimento del danno - Lucro cessante - Liquidazione equitativa ex art. 158 della legge n. 633 del 1941- Ragioni della scelta del criterio utilizzato - Indicazione da parte del giudice - Necessità - Omissione - Conseguenze - Fattispecie. Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 12314 del 15/06/2015 Risarcimento del danno - valutazione e liquidazione - criteri equitativi - Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 12314 del 15/06/2015 In tema di plagio, ed alla stregua dell'art. 158...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10contratti in genere - requisiti (elementi del contratto) - requisiti accidentali - condizione - pendenza - comportamento di buona fede delle parti –Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 3207 del 12/02/2014 doppia
Assunzione di obbligo o alienazione sotto condizione sospensiva del rilascio di autorizzazioni amministrative - Obbligo di condotta durante la pendenza - Contenuto - Inosservanza - Conseguenze. Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 3207 del 12/02/2014 La parte che si è obbligata o ha alienato un bene sotto la condizione sospensiva del rilascio delle autorizzazioni amministrative necessarie alle finalità economiche dell'altra parte deve compiere, secondo buona fede, tutte le attività che da...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10locazione - obbligazioni del conduttore - restituzione della cosa locata - Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 17964 del 14/08/2014
Deterioramento della stessa - Risarcimento del danno - Condizioni Fattispecie. Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 17964 del 14/08/2014 L'inadempimento o l'inesatto adempimento dell'obbligazione contrattuale è di per sè un illecito, ma non obbliga l'inadempiente al risarcimento se in concreto non ne è derivato un danno al patrimonio del creditore, principio che si applica anche alla fattispecie disciplinata dall'art. 1590 cod. civ., con la conseguenza che il conduttore non è obbligato al...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Proprietà - limitazioni legali della proprietà - rapporti di vicinato - immissioni - azione contro le immissioni illecite - risarcimento dei danni – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 10169 del 18/05/2015
Domanda risarcitoria - Contenuto - Mancata disponibilità dell'immobile - Inclusione - Ammissibilità - Condizioni - Liquidazione del danno - Criterio. Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 10169 del 18/05/2015 Provvedimenti del giudice civile - sentenza - ultra ed extra petita - Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 10169 del 18/05/2015 La domanda di risarcimento dei danni da immissioni intollerabili, che prescinda da una quantificazione preventiva degli stessi e da un'indicazione specifica...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10notariato - responsabilità professionale - Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 18244 del 26/08/2014
Trasferimento immobiliare - Omissione dell'obbligo di procedere alle visure dei pubblici registri - Responsabilità contrattuale del notaio - Sussistenza - Danno risarcibile - Prezzo dell'immobile già pagato al momento del rogito - Rifusione da parte del notaio - Esclusione. Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 18244 del 26/08/2014 Incorre in responsabilità professionale il notaio che rogiti un contratto di compravendita immobiliare senza compiere le visure dei pubblici registri per...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10appalto (contratto di) - garanzia - per le difformità e vizi dell'opera - provvedimenti del giudice civile - sentenza - ultra ed extra petita Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 15563 del 08/07/2014
Domanda di condanna al pagamento della somma necessaria per l'eliminazione dei vizi - Pronuncia determinativa del minor valore dell'opera - Extrapetizione - Esclusione - Fondamento. Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 15563 del 08/07/2014 In materia di appalto, il committente può chiedere, in via alternativa ex art. 1668 cod. civ., l'eliminazione delle difformità o dei vizi dell'opera a spese dell'appaltatore o la riduzione del prezzo, la quale postula la verifica che l'opera eseguita...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10responsabilità civile - amministrazione pubblica - Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 5954 del 14/03/2014
Trasfusione di sangue e somministrazione di emoderivati infetti - Contagio avvenuto tra il 1979 ed il 1989 - Presunzione di responsabilità del Ministero della salute - Configurabilità - Ragioni - Prova contraria spettante all'amministrazione - Sussistenza. Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 5954 del 14/03/2014 In tema di patologie conseguenti ad infezioni con i virus HBV (epatite B), HIV (AIDS) e HCV (epatite C) contratti a causa di assunzione di emotrasfusioni o di emoderivati con...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10proprietà - acquisto - a titolo originario - accessione - occupazione di porzione di fondo attiguo - Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 3706 del 14/02/2013
Accessione invertita ex art. 938 cod. civ. - Indennità dovuta dal costruttore al proprietario del suolo - Natura - Debito di valore - Configurabilità - Fondamento - Conseguenze - Interessi compensativi - Spettanza dal momento della domanda - - Accessione invertita ex art. 938 cod. civ. - Indennità dovuta dal costruttore al proprietario del suolo - Natura - Debito di valore - Configurabilità - Fondamento - Conseguenze - Interessi compensativi - Spettanza dal momento della domanda - Sussistenza....
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10medico Risarcimento del danno – causalità – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 8995 del 06/05/2015
Nesso tra inadempimento e danno lamentato - Incertezza circa l'efficienza concausale di un fattore naturale - Obbligo di integrale risarcimento a carico del contraente inadempiente - Sussistenza - Ridimensionamento del "quantum" secondo criteri equitativi - Esclusione - Fattispecie in tema di responsabilità per attività medico chirurgica. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 8995 del 06/05/2015 In materia di responsabilità contrattuale (nella specie, per attività medico-chirurgica), una...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10contratti in genere - requisiti (elementi del contratto) - requisiti accidentali - condizione - pendenza - comportamento di buona fede delle parti – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 3207 del 12/02/2014
Assunzione di obbligo o alienazione sotto condizione sospensiva del rilascio di autorizzazioni amministrative - Obbligo di condotta durante la pendenza - Contenuto - Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 3207 del 12/02/2014 La parte che si è obbligata o ha alienato un bene sotto la condizione sospensiva del rilascio delle autorizzazioni amministrative necessarie alle finalità economiche dell'altra parte deve compiere, secondo buona fede, tutte le attività che da lei dipendono per l'...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10risarcimento del danno - "compensatio lucri cum damno" Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 991 del 20/01/2014
Risarcimento del danno da emotrasfusione infetta - "Compensatio lucri com damno" - Eccezione in senso lato - Rilevabilità d'ufficio - Ammissibilità - Fondamento. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 991 del 20/01/2014 In tema di risarcimento da emotrasfusione infetta, la "compensatio lucri cum damno" tra l'indennizzo corrisposto al danneggiato, ai sensi dell'art. 1 della legge 25 febbraio 1992, n. 210, e il risarcimento richiesto al Ministero della Sanità per l'omessa adozione di adeguate...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10risarcimento del danno - valutazione e liquidazione - invalidità personale permanente - Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 11361 del 22/05/2014
Lesioni non irrilevanti dell'integrità personale con riduzione della capacità lavorativa specifica - Presunzione di danno incidente sulla futura capacità di guadagno - Relativa all' "an" e non al "quantum" - Liquidazione equitativa - Configurabilità - Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 11361 del 22/05/2014 Il danno patrimoniale futuro, derivante da lesioni personali, va valutato su base prognostica ed il danneggiato può avvalersi anche di presunzioni semplici, sicché, provata la...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Valutazione e liquidazione - "compensatio lucri cum damno" - Risarcimento del danno -Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 13537 del 13/06/2014
risarcimento del danno - Morte della persona offesa - Liquidazione del danno patrimoniale ai congiunti superstiti - Pensione di reversibilità percepita - Rilevanza ai fini della liquidazione - Sussistenza - Fondamento. Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 13537 del 13/06/2014 In tema di danno patrimoniale patito dal familiare di persona deceduta per colpa altrui, dall'ammontare del risarcimento deve essere detratto il valore capitale della pensione di reversibilità percepita dal...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Risarcimento del danno - valutazione e liquidazione - Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 13025 del 10/06/2014
Contraffazione di marchio - Danno risarcibile - Minore incremento delle vendite rispetto alle potenzialità aziendali - Configurabilità. Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 13025 del 10/06/2014 Il danno cagionato all'impresa titolare del marchio contraffatto non consiste necessariamente in una riduzione delle vendite o in un calo del fatturato rispetto al periodo precedentemente considerato, potendo esso manifestarsi anche solo in una riduzione del potenziale di vendita e, quindi, in una...

________________________________________________________
Copyright © 2001 Foroeuropeo: Il codice civile - www.foroeuropeo.it
- Reg. n. 98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Avv. Domenico Condello

Stampa Email

eBook - manuali

Foroeuropeo - Foroeuropeo puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

eBook - manuali glossario

Foroeuropeo - Foroeuropeo puntovGlossario - relativo alla protezione delle persone fisiche

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati