Clausola compromissoria in statuto societario

Print Friendly, PDF & Email

Arbitrato - compromesso e clausola compromissoria - in genere - clausola compromissoria in statuto societario - non adeguata alla prescrizione dell'art. 34 del d.lgs. n. 5 del 2003 sull'estraneità del soggetto che nomina gli arbitri - nullità - conversione da clausola per arbitrato endosocietario in clausola per arbitrato comune - inammissibilità - fondamento. Corte di Cassazione Sez. 1, Ordinanza n. 25610 del 12/10/2018

>>> La clausola compromissoria contenuta nello statuto societario la quale, non adeguandosi alla prescrizione dell'art. 34 del d.lgs. n. 5 del 2003, non preveda che la nomina degli arbitri debba essere effettuata da un soggetto estraneo alla società è nulla, non potendosi accettare la tesi del "doppio binario", per cui essa si convertirebbe da clausola per arbitrato endosocietario in clausola per arbitrato di diritto comune, atteso che l'art. 34 commina la nullità per garantire il principio di ordine pubblico dell'imparzialità della decisione.

Corte di Cassazione Sez. 1, Ordinanza n. 25610 del 12/10/2018

Accedi

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO

Menu Offcanvas Mobile