foroeuropeo.it

Mediazione - provvigione - Attività di mediazione svolta in forma societaria – Corte di Cassazione Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 10350 del 01/06/2020 (Rv. 657817 - 01)

Print Friendly, PDF & Email

Diritto al compenso - Condizioni.

In tema di mediazione, qualora l’attività di intermediazione sia svolta in forma societaria, ai fini del riconoscimento del diritto alla provvigione è necessario che la società o il suo legale rappresentante siano iscritti nell'albo di cui alla l. n. 39 del 1989 (nel testo applicabile "ratione temporis"), con la conseguenza che l'iscrizione nel ruolo dei mediatori del legale rappresentante a titolo personale (e, cioè, come persona fisica) non è sufficiente a far sorgere in capo alla società il diritto alla provvigione.

Corte di Cassazione Sez. 6 - 2, Ordinanza n. 10350 del 01/06/2020 (Rv. 657817 - 01)

Riferimenti normativi: Cod_Civ_art_1754, Cod_Civ_art_1755

Manuali giuridici multimediali - Corsi online preparazione concorsi

copertina parametri 2018

procedura penale

amministrativo

procedura penale

procedura civile

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile