0732. Diritto di prelazione.

    Codice Civile Libro Secondo: DELLE SUCCESSIONI Titolo IV: DELLA DIVISIONE Capo I: DISPOSIZIONI GENERALI Art.732. Diritto di prelazione.

    Art. 732. Diritto di prelazione.

    1. Il coerede, che vuol alienare a un estraneo la sua quota o parte di essa, deve notificare la proposta di alienazione, indicandone il prezzo, agli altri coeredi, i quali hanno diritto di prelazione. Questo diritto deve essere esercitato nel termine di due mesi dall'ultima delle notificazioni. In mancanza della notificazione, i coeredi hanno diritto di riscattare la quota dall'acquirente e da ogni successivo avente causa, finché dura lo stato di comunione ereditaria.

    2. Se i coeredi che intendono esercitare il diritto di riscatto sono più, la quota è assegnata a tutti in parti uguali.

    ________________________________________________________

    Aiuto: Un sistema esperto carica in calce ad ogni articolo le prime cento massime della Cassazione di riferimento in ordine di pubblicazione (cliccare su ALTRI DOCUMENTI alla fine delle 100 massime per continuare la visualizzazione).

    La visualizzazione delle massime può essere modificata attivando la speciale funzione prevista (es. selezionale Titolo discendente per ordinare le massime in ordine alfabetico).

    E' possibile attivare una ricerca full test inserendo una parola chiave nel campo "cerca".

    Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Divisione ereditaria - Domanda di riscatto proposta dal difensore – cass. 14515/2019
    Domanda di riscatto proposta dal difensore munito di procura in calce o a margine dell'atto - operazioni divisionali - retratto successorio - esercizio del diritto di prelazione La dichiarazione unilaterale recettizia di carattere negoziale che esprime la volontà di esercitare il diritto potestativo di riscatto nei confronti dell'acquirente di quota ereditaria, previsto dall'art. 732 c.c. a favore dei coeredi, può essere espressa anche con l’atto introduttivo del giudizio ed è in esso...
    Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Divisione ereditaria - operazioni divisionali - retratto successorio - in genere
    Divisione - divisione ereditaria - operazioni divisionali - retratto successorio - in genere - Alienazione di quota effettuata dal successore a titolo universale del coerede - Soggezione a retratto - Esclusione - Fondamento. L'alienazione di quota effettuata non dal coerede, compartecipe della comunione ereditaria, bensì dal suo successore a titolo universale, non è passibile di retratto successorio, giacché tale istituto costituisce una deroga alla libera disponibilità della quota in...
    Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Famiglia - matrimonio - rapporti patrimoniali tra coniugi - impresa familiare - (costituzione - natura - oggetto) - diritti dei partecipanti - Corte di Cassazione Sez. L, Sentenza n. 10147 del 21/04/2017
    Diritto di prelazione ex art. 230-bis, comma 5, c.c. - Conferimento dell'azienda in una società di persone - Sussistenza - Fondamento. In tema di impresa familiare, è sufficiente, ai fini dell’operatività della prelazione di cui all’art. 230-bis, comma 5, c.c., una volta accertata la partecipazione all’attività, che vi sia stato un trasferimento d’azienda affinché il familiare partecipe possa essere messo nelle condizioni di esercitare il proprio diritto, risultando del tutto ininfluente che...
    Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Divisione - divisione ereditaria - operazioni divisionali - retratto successorio - Corte di Cassazione, Sez. 2 , Sentenza n. 5754 del 07/03/2017
    In genere Quota ereditaria composta da porzione di immobile facente già parte di comunione ordinaria - Applicabilità dell'art. 732 c.c. - Limiti. Il retratto successorio, previsto in tema di comunione ereditaria e non anche ordinaria, trova tuttavia applicazione laddove una porzione di immobile della quota ereditaria si trovi già in comunione ordinaria, ipotesi in cui, essendo il retratto esercitato per l'intera quota ereditaria, l'erede subentra, tramite l'acquisto della quota, nella...
    Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Divisione - divisione ereditaria - operazioni divisionali - retratto successorio - in genere – Corte di Cassazione Sez. 2 - , Sentenza n. 5754 del 07/03/2017
    Quota ereditaria composta da porzione di immobile facente già parte di comunione ordinaria - Applicabilità dell'art. 732 c.c. - Limiti. Il retratto successorio, previsto in tema di comunione ereditaria e non anche ordinaria, trova tuttavia applicazione laddove una porzione di immobile della quota ereditaria si trovi già in comunione ordinaria, ipotesi in cui, essendo il retratto esercitato per l'intera quota ereditaria, l'erede subentra, tramite l'acquisto della quota, nella situazione...
    Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Famiglia - matrimonio - rapporti patrimoniali tra coniugi - impresa familiare - diritti dei partecipanti - in genere – Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 17639 del 06/09/2016
    Impresa familiare - Prelazione del familiare ex art. 732 c.c. - Limite temporale - Individuazione. In tema di lavoro familiare, ai fini dell'individuazione del limite temporale del perdurare del diritto di prelazione e riscatto di cui al comma 5 dell'art. 230 bis c.c. deve aversi riguardo, in virtù del rinvio all'art. 732 c.c., al momento della liquidazione della quota, il quale coincide con il consolidarsi, alla cessazione del rapporto con l'impresa familiare, del diritto di credito del...
    Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Divisione - divisione ereditaria - operazioni divisionali - retratto successorio - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 17520 del 02/09/2016
    Comunione tra coeredi e acquirenti di quota ereditaria - Esercizio del diritto di prelazione nelle more dello svolgimento del giudizio divisionale - Ammissibilità - Fondamento. L'azione di divisione giudiziale della comunione ereditaria proposta anche nei confronti degli acquirenti di una quota non osta alla proposizione nei confronti di costoro, nelle more del primo giudizio, anche della domanda di retratto ex art. 732 c.c., atteso che entrambe le azioni sottendono la validità dell'atto...
    Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Divisione - divisione ereditaria - operazioni divisionali - retratto successorio - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 16314 del 04/08/2016
    Rinunzia al diritto di prelazione - Anteriormente alla "denuntiatio" - Ammissibilità - Fondamento - Fattispecie. Il coerede può rinunciare alla prelazione ex art. 732 c.c. non solo dopo la "denuntiatio", che si traduce, più propriamente, nel mancato esercizio del diritto rispetto ad una specifica proposta notificatagli, ma anche preventivamente e, dunque, in epoca precedente rispetto ad un'alienazione solo genericamente progettata, giacché egli acquisisce il diritto di retratto unitamente...
    Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Divisione - divisione ereditaria - operazioni divisionali - retratto successorio - in genere - art. 732 c.c. – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 8692 del 03/05/2016
    Applicabilità - Condizioni - Comunione ereditaria - Unico cespite - Alienazione di quota di esso - Presunzione di alienazione di quota ereditaria - Configurabilità - Fondamento - Limiti. In tema di retratto successorio, ove uno degli eredi alieni ad un estraneo la quota indivisa dell'unico cespite ereditario, si presume che l'alienazione concerna la quota che lo riguarda, intesa come porzione ideale dell'"universum ius defuncti", sicché il coerede può esercitare il diritto di prelazione ex...
    Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Divisione - divisione ereditaria - operazioni divisionali - retratto successorio - in genere - art. 732 c.c. – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 8692 del 03/05/2016
    Applicabilità - Condizioni - Comunione ereditaria - Unico cespite - Alienazione di quota di esso - Presunzione di alienazione di quota ereditaria - Configurabilità - Fondamento - Limiti. In tema di retratto successorio, ove uno degli eredi alieni ad un estraneo la quota indivisa dell'unico cespite ereditario, si presume che l'alienazione concerna la quota che lo riguarda, intesa come porzione ideale dell'"universum ius defuncti", sicché il coerede può esercitare il diritto di prelazione ex...
    Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Divisione - divisione erria - operazioni divisionali - retratto successorio - in genere – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 15032 del 17/07/2015
    Divisione effettuata direttamente dal testatore - Diritto di prelazione e di riscatto dei coeredi - Esclusione - Assegnazione del bene in comunione ad un gruppo di discendenti - Irrilevanza. L'art. 732 c.c., che prevede il diritto di prelazione e di riscatto dei coeredi, non è applicabile quando il testatore abbia effettuato direttamente la divisione, ancorché assegnando ad un gruppo di discendenti un bene in comunione, in quanto tale comunione è diversa da quella erria, traendo la sua...
    Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10divisione ereditaria - operazioni divisionali - retratto successorio - esercizio del diritto di prelazione – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 2159 del 31/01/2014
    Facoltà del coerede ex art. 732 cod. civ. - Disponibilità - Alienazione onerosa parziale della quota ereditaria - Rinuncia a tali facoltà - Configurabilità - Esclusione. Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 2159 del 31/01/2014 Le facoltà che l'art. 732 cod. civ. attribuisce al coerede sono disponibili, ma l'alienazione onerosa di una porzione della quota ereditaria, di per sé, non implica rinuncia alle stesse. Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 2159 del 31/01/2014  ...
    Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Divisione - divisione ereditaria - operazioni divisionali - retratto successorio - in genere – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 6293 del 27/03/2015
    Comunione ordinaria determinatasi fra alcuni coeredi per effetto dell'attribuzione congiunta di un bene in sede di divisione - Applicabilità dell'art. 732 cod. civ. - Esclusione - Fondamento. Il retratto successorio, previsto in tema di comunione ereditaria al fine di impedire l'intromissione di estranei nello stato di contitolarità determinato dall'apertura della successione "mortis causa", non si applica nella situazione di comunione ordinaria conseguente alla congiunta attribuzione di un...
    Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Successioni "mortis causa" - disposizioni generali - rappresentazione - soggetti - Subentro nel luogo e nel grado dell'ascendente - Conseguenze - Retratto successorio - Legittimazione – Sussistenza - Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 594 del 15/01/2
    Divisione - divisione erria - operazioni divisionali - retratto successorio - esercizio del diritto di prelazione - In genere. In tema di successione per rappresentazione, il discendente legittimo o naturale (rappresentante), nel subentrare nel luogo e nel grado dell'ascendente (rappresentato) - che non possa o non voglia accettare l'eredità - succede direttamente al "de cuius", sicché egli in qualità di successore "jure proprio" nell'eredità, è legittimato all'esercizio del retratto...
    Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Successioni "mortis causa" - disposizioni generali - rappresentazione - soggetti – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 594 del 15/01/2015
    Subentro nel luogo e nel grado dell'ascendente - Conseguenze - Retratto successorio - Legittimazione - Sussistenza. In tema di successione per rappresentazione, il discendente legittimo o naturale (rappresentante), nel subentrare nel luogo e nel grado dell'ascendente (rappresentato) - che non possa o non voglia accettare l'eredità - succede direttamente al "de cuius", sicché egli in qualità di successore "jure proprio" nell'eredità, è legittimato all'esercizio del retratto successorio. Corte...
    Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10divisione ereditaria - operazioni divisionali - retratto successorio - Cassazione Civile Sez. 2, Sentenza n. 3465 del 12/02/2013
    divisione -  Trasferimento della quota ereditaria - Azione di riscatto - Prescrizione decennale - "Dies a quo" - Decorrenza. Cassazione Civile Sez. 2, Sentenza n. 3465 del 12/02/2013 {tab massima|green}Cassazione Civile Sez. 2, Sentenza n. 3465 del 12/02/2013 Il retratto successorio di cui all'art. 732 cod. civ. è soggetto al termine di prescrizione di dieci anni, decorrenti dalla data della vendita della quota ereditaria compiuta in violazione del diritto di prelazione spettante ai...
    Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Divisione - divisione ereditaria - effetti - diritto dell'erede sulla propria quota – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 9801 del 23/04/2013
    Vendita della quota sociale caduta in successione "mortis causa" da parte di alcuni coeredi prima della divisione - Effetti - Subentro dell'acquirente nella comunione ereditaria ed opponibilità a coerede estraneo all'alienazione - Esclusione - Efficacia meramente obbligatoria della cessione - Fondamento. Comunione dei diritti reali - comproprietà indivisa - quote dei comunisti (o partecipanti) - atti di disposizione e godimento  Vendita della quota sociale caduta in successione "mortis...
    Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Divisione - divisione erria - operazioni divisionali - retratto successorio - in genere – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 21491 del 12/10/2007
    Divisione erria effettuata direttamente dal testatore - Natura, fondamento - Sussistenza al fine di escludere l'applicazione dell'articolo 732 cod. civ. - Accertamento della volontà del testatore compiuto dal giudice di merito - Necessità - Fattispecie. In tema di retratto successorio, l'esistenza tra gli eredi di una comunione avente natura diversa da quella erria - al fine di escludere l'applicazione dell'articolo 732 cod. civ. -, conseguente all'assegnazione da parte del "de cuius" ad un...
    Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Divisione - divisione erria - in genere - Comunione erria – Relativa ad unico bene immobile – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 9522 del 06/05/2005
    Alienazione di alcune quote ad estranei - Trasformazione in comunione ordinaria - Esclusione - Scioglimento - Condizioni - Conseguenze. La comunione erria non si trasforma in comunione ordinaria per il fatto che essa comprenda un unico bene immobile, nè per la circostanza che alcuni dei coeredi abbiano ceduto ad estranei le rispettive quote, con la conseguenza che, anche in tale ipotesi, la divisione deve aver luogo in conformità alle norme sulla divisione erria. Solamente quando siano state...
    Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Divisione - divisione ereditaria - operazioni divisionali - retratto successorio - in genere - Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 11881 del 07/08/2002
    Vendita di singoli beni - Sussistenza della prelazione - Condizioni. Nel caso in cui il coerede abbia alienato ad un terzo uno o più beni determinati facenti parte della eredità, l'indicazione di beni determinati nel contratto non costituisce elemento decisivo per escludere l'ipotesi di trasferimento della quota ereditaria o di parte di essa, in quanto occorre tener conto di tutti gli elementi utili ai fini della interpretazione del contratto, per verificare se il bene oggetto della...
    Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Contratti agrari - diritto di prelazione e di riscatto - prelazione – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 7067 del 05/07/1990
    Vendita di una quota dell'eredità - diritto di prelazione agraria del proprietario del fondo confinante - sussistenza - esclusione.* Il diritto di prelazione agraria (nella specie del proprietario del fondo confinante) non spetta quando oggetto della vendita sia una quota dell'eredità, ancorché contestualmente alla vendita della quota le parti abbiano, provveduto, mediante divisione, alla attribuzione reciproca di beni individuati a determinati, trattandosi di due negozi autonomi e distinti,...

    ________________________________________________________
    Copyright © 2001 Foroeuropeo: Il codice civile - www.foroeuropeo.it
    - Reg. n. 98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Avv. Domenico Condello

     

    Stampa Email

    eBook - manuali

    Foroeuropeo - Foroeuropeo puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

    eBook - manuali glossario

    Foroeuropeo - Foroeuropeo puntovGlossario - relativo alla protezione delle persone fisiche

    chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
    FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
    Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati