0374. Autorizzazione del giudice tutelare.

Codice Civile Libro Primo: DELLE PERSONE E DELLA FAMIGLIA Titolo X: DELLA TUTELA E DELL'EMANCIPAZIONE Capo I: DELLA TUTELA DEI MINORI Sezione I: DEL GIUDICE TUTELARE Sezione II: DEL TUTORE E DEL PROTUTORE Sezione III: DELL'ESERCIZIO DELLA TUTELA Art.374. Autorizzazione del giudice tutelare.

Art. 374. Autorizzazione del giudice tutelare.

I. Il tutore non può senza l'autorizzazione del giudice tutelare:

1) acquistare beni, eccettuati i mobili necessari per l'uso del minore, per la economia domestica e per l'amministrazione del patrimonio;

2) riscuotere capitali, consentire alla cancellazione di ipoteche o allo svincolo di pegni, assumere obbligazioni, salvo che queste riguardino le spese necessarie per il mantenimento del minore e per l'ordinaria amministrazione del suo patrimonio;

3) accettare eredità o rinunciarvi, accettare donazioni o legati soggetti a pesi o a condizioni;

4) fare contratti di locazione d'immobili oltre il novennio o che in ogni caso si prolunghino oltre un anno dopo il raggiungimento della maggiore età;

5) promuovere giudizi, salvo che si tratti di denunzie di nuova opera o di danno temuto, di azioni possessorie o di sfratto e di azioni per riscuotere frutti o per ottenere provvedimenti conservativi.

________________________________________________________

Aiuto: Un sistema esperto carica in calce ad ogni articolo le prime cento massime della Cassazione di riferimento in ordine di pubblicazione (cliccare su ALTRI DOCUMENTI alla fine delle 100 massime per continuare la visualizzazione).

La visualizzazione delle massime può essere modificata attivando la speciale funzione prevista (es. selezionale Titolo discendente per ordinare le massime in ordine alfabetico).

E' possibile attivare una ricerca full test inserendo una parola chiave nel campo "cerca".

Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Impugnazioni civili - cassazione (ricorso per) - legittimazione - attiva - Corte di Cassazione, Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 11292 del 26/04/2019 (Rv. 653607 - 01)
Parte interdetta - Interdizione dopo la sentenza di appello - Legittimazione del solo tutore – Fondamento La parte che, dopo la sentenza di secondo grado e prima della notificazione del ricorso per cassazione, sia stata dichiarata interdetta, difetta di legittimazione processuale a proporre il ricorso medesimo, spettando detta legittimazione al tutore, a pena di inammissibilità dell'impugnazione. Corte di Cassazione, Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 11292 del 26/04/2019 (Rv. 653607 - 01)...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Potesta' dei genitori (titolarita') - rappresentanza e amministrazione - Atti di ordinaria e straordinaria amministrazione - Criteri distintivi - Corte di Cassazione, Sez. 3 - , Sentenza n. 8461 del 27/03/2019
Capacita' della persona fisica - potesta' dei genitori (titolarita') - rappresentanza e amministrazione - Atti di ordinaria e straordinaria amministrazione - Criteri distintivi - Ordinaria amministrazione - Caratteristiche - Oggettiva utilità alla conservazione del patrimonio - Valore economico non particolarmente elevato - Margine di rischio concreto modesto - Necessità - Assenza di una delle predette caratteristiche - Conseguenze - Straordinaria amministrazione. In tema di amministrazione...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Rappresentanza e assistenza dell'incapace legale - Amministrazione di sostegno - Potere dell'amministratore di resistere in giudizio - Corte di Cassazione, Sez. 1 - , Sentenza n. 6518 del 06/03/2019
Capacita' della persona fisica - rappresentanza e assistenza dell'incapace legale - Amministrazione di sostegno - Potere dell'amministratore di resistere in giudizio - Specifica autorizzazione - Necessità - Esclusione - Fondamento. L'amministratore di sostegno, nell'ambito delle materie per le quali rappresenta il beneficiario, non necessita dell'autorizzazione del giudice tutelare per resistere in giudizio, tenuto conto che tale attività è sempre funzionale alla conservazione degli interessi...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Cassazione (ricorso per) - provvedimenti dei giudici ordinari (impugnabilità) - decreti
Impugnazioni civili - cassazione (ricorso per) - provvedimenti dei giudici ordinari (impugnabilità) - decreti - amministrazione di sostegno - designazione, sostituzione e revoca della persona chiamata a svolgere le funzioni di amministratore - natura ordinatoria ed amministrativa - conseguenze - competenza del tribunale sul reclamo - sussistenza - contestualità della designazione del soggetto rispetto all’apertura dell’amministrazione di sostegno - irrilevanza - regolamento di competenza d’...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Capacità della persona fisica - rappresentanza e assistenza dell'incapace legale – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 19499 del 30/09/2015
Tutore - Appello avverso sentenza resa in giudizio nei confronti del tutore costituito dell'interdetto - Autorizzazione del giudice tutelare - Necessità - Esclusione - Fondamento. Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 19499 del 30/09/2015 Al tutore di persona interdetta, già costituito e soccombente in primo grado, non necessita l'autorizzazione del giudice tutelare per appellare la relativa sentenza, mancando, in tale ipotesi, diversamente da quella dell'inizio "ex novo" del giudizio da...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Successioni "mortis causa" - disposizioni generali - accettazione dell'eredità - con beneficio di inventario - casi obbligatori - eredità devolute a minori o interdetti – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 7417 del 13/07/1999
Nullità di altre forme di accettazione - Conseguenze. L'eredità devoluta ai minori può essere accettata solo con beneficio di inventario, mentre ogni altra forma di accettazione, espressa o tacita, è nulla ed improduttiva di effetti, non conferendo al minore la qualità di erede. Conseguentemente gli atti di conservazione del patrimonio errio posti in essere dal rappresentante legale del minore chiamato all'eredità non possono dare luogo ad alcuna accettazione implicita dell'eredità medesima...
Foroeuropeo - Foroeuropeo freccia_27_10Prescrizione civile - Interruzione - Atti interruttivi - Citazione o domanda giudiziale - Contratto concluso dall'interdicendo – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 3589 del 25/03/1993
Annullamento per incapacità naturale - Domanda proposta dal tutore provvisorio in assenza dell'autorizzazione ex art. 374 cod. civ. - Interruzione della prescrizione - Configurabilità - Estinzione del processo - Ininfluenza. La domanda di annullamento per incapacità naturale ex art. 428 cod. civ. del contratto concluso dall'interdicendo, proposta dal tutore provvisorio in assenza dell'autorizzazione prescritta dall'art. 374 cod. civ., ha effetto interruttivo della prescrizione a norma dell'...

________________________________________________________
Copyright © 2001 Foroeuropeo: Il codice civile - www.foroeuropeo.it
- Reg. n. 98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Avv. Domenico Condello

 

Stampa Email

Articoli collegati

eBook - manuali

Foroeuropeo - Foroeuropeo puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

eBook - manuali glossario

Foroeuropeo - Foroeuropeo puntovGlossario - relativo alla protezione delle persone fisiche

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati