foroeuropeo.it

0036. Ordinamento e amministrazione delle associazioni non riconosciute

Print Friendly, PDF & Email

Codice Civile Libro Primo: delle persone e della famiglia titolo II: delle persone giuridiche capo III: delle associazioni non riconosciute e dei comitati Art.36. Ordinamento e amministrazione delle associazioni non riconosciute.

Art. 36. Ordinamento e amministrazione delle associazioni non riconosciute.

1. L'ordinamento interno e l'amministrazione delle associazioni non riconosciute come persone giuridiche sono regolati dagli accordi degli associati.

2. Le dette associazioni possono stare in giudizio nella persona di coloro ai quali, secondo questi accordi, è conferita la presidenza o la direzione.

________________________________________________

Documenti collegati:

Aiuto: Un sistema esperto carica in calce ad ogni articolo i primo cento documenti di riferimento in ordine di pubblicazione (cliccare su ALTRI DOCUMENTI  per continuare la visualizzazione di altri documenti).

La visualizzazione dei documenti può essere modificata attivando la speciale funzione prevista (es. selezionale Titolo discendente per ordinare le massime in ordine alfabetico).

E' possibile anche attivare la ricerca full test inserendo una parola chiave nel campo "cerca" il sistema visualizzerà solo i documenti con la parola chiave inserita.

Trasformazione regressiva in associazione sportiva – Cass. n. 1519/2021Trasformazione regressiva in associazione sportiva – Cass. n. 1519/2021
Fallimento ed altre procedure concorsuali - fallimento - apertura (dichiarazione) di fallimento - imprese soggette - societa' - Dichiarazione di fallimento - Società a responsabilità limitata - Trasformazione regressiva in associazione sportiva - Termine annuale - Applicabilità - Fondamento. In caso di trasformazione cd. "regressiva ", ex art. 2498 e ss. c.c., di una società a responsabilità limitata in associazione sportiva, è applicabile al primo ente il termine annuale di cui all'art. 10 l.fall., posto che a seguito della trasformazione in parola, da un lato, muta radicalmente il regime...
Consorzi - Quorum deliberativi – Cass. n. 22957/2020Consorzi - Quorum deliberativi – Cass. n. 22957/2020
Consorzi – volontari - Consorzi - Quorum deliberativi - Previsioni statutarie - Disciplina legale della comunione - Applicabilità - Esclusione. I quorum deliberativi delle assemblee consortili (nella specie, di un consorzio di urbanizzazione) sono disciplinati esclusivamente dagli accordi tra le parti espressi nello statuto, non trovando quindi applicazione in questi casi le regole legali in materia di comunione. Corte di Cassazione, Sez. 1 - , Sentenza n. 22957 del 21/10/2020 (Rv. 659423 - 01) Riferimenti normativi: Cod_Civ_art_1100, Cod_Civ_art_1136, Cod_Civ_art_2602, Cod_Civ_art_0036...
Associazione o comitato non riconosciuti - Cass. n 21880/2020Associazione o comitato non riconosciuti - Cass. n 21880/2020
associazioni e fondazioni – comitati - Associazione o comitato non riconosciuti - Incorporazione in associazione o comitato riconosciuti - Natura - Effetti. L'incorporazione di un'associazione o comitato non riconosciuti in un'associazione o comitato riconosciuti determina la successione dell'incorporante nei rapporti giuridici dell'incorporato, che si estingue. Corte di Cassazione, Sez. L - , Ordinanza n. 21880 del 09/10/2020 (Rv. 659258 - 01) Riferimenti normativi: Cod_Civ_art_0036, Cod_Civ_art_0039, Cod_Civ_art_0041 corte cassazione 21880 2020...
Consorzi - volontari - Consorzi di urbanizzazione- Rapporti interni- Cass. n. 25394/2019Consorzi - volontari - Consorzi di urbanizzazione- Rapporti interni- Cass. n. 25394/2019
Volontà manifestata dalle parti- Rilevanza primaria- Disciplina delle associazioni non riconosciute o della comunione- Valenza sussidiaria- Fattispecie. I consorzi di urbanizzazione, quali aggregazioni di persone fisiche o giuridiche preordinate alla sistemazione o al miglior godimento di uno specifico comprensorio mediante la realizzazione e la fornitura di opere e servizi, sono figure atipiche disciplinate principalmente dagli accordi tra le parti espressi nello statuto e, solo sussidiariamente, dalla normativa in tema di associazioni non riconosciute e di comunione. (In applicazione di...
Professionisti - Studio professionale associato – Corte Cassazione, Sez. 2, Ordinanza n. 17718 del 02/07/2019 (Rv. 654463 - 01)Professionisti - Studio professionale associato – Corte Cassazione, Sez. 2, Ordinanza n. 17718 del 02/07/2019 (Rv. 654463 - 01)
Pagamento del compenso in favore dello studio anziché del professionista - Ammissibilità - Fondamento. Il rispetto del principio di personalità della prestazione, che connota i rapporti di cui agli artt. 2229 e ss. c.c., ben può contemperarsi con l'autonomia riconosciuta allo studio professionale associato, al quale può essere attribuita la titolarità dei diritti di credito derivanti dallo svolgimento dell'attività professionale (nella specie, attività di difesa e assistenza in un contenzioso tributario) degli associati allo studio, non rientrando il diritto al compenso per l'attività...
Costituzione della repubblica - partiti politici - Corte di Cassazione, Sez. 1 - , Ordinanza n. 15497 del 13/06/2018Costituzione della repubblica - partiti politici - Corte di Cassazione, Sez. 1 - , Ordinanza n. 15497 del 13/06/2018
Rapporti tra gli associati nell’ambito delle associazioni non riconosciute - Partiti politici - Promessa di candidatura o di incarichi istituzionali - Spese sostenute dal militante per l’attività politica - Rimborso in caso di omessa candidatura – Esclusione - Fondamento. Non è configurabile a carico dei coordinatori e del presidente di un partito politico una responsabilità per la mancata attuazione di una promessa di candidatura verso un militante, trattandosi di una promessa priva di carattere negoziale, sicchè quest'ultimo non può pretendere nè il risarcimento del danno per la mancata...
Consorzi – volontari - Consorzi volontari tra proprietari di immobili – Cass. n. 543/2017Consorzi – volontari - Consorzi volontari tra proprietari di immobili – Cass. n. 543/2017
Delibere – Impugnazioni – Sindacato dell’Autorità giudiziaria – Limiti - Fattispecie. In tema di consorzi volontari tra proprietari di immobili, il sindacato dell’Autorità giudiziaria sulle delibere assunte dall’assemblea dei consorziati non può estendersi alla valutazione del merito ed al controllo del potere discrezionale che l’assemblea esercita quale organo sovrano della volontà di questi ultimi, ma deve limitarsi al riscontro di legittimità che, oltre alle norme di legge o statutarie, comprende anche l’eccesso di potere, ravvisabile ove la decisione sia deviata dal suo modo di essere,...
Consorzi - volontari - Cass. n. 543/2017Consorzi - volontari - Cass. n. 543/2017
Consorzi volontari tra proprietari di immobili – Delibere – Impugnazioni – Sindacato dell’Autorità giudiziaria – Limiti - Fattispecie. In tema di consorzi volontari tra proprietari di immobili, il sindacato dell’Autorità giudiziaria sulle delibere assunte dall’assemblea dei consorziati non può estendersi alla valutazione del merito ed al controllo del potere discrezionale che l’assemblea esercita quale organo sovrano della volontà di questi ultimi, ma deve limitarsi al riscontro di legittimità che, oltre alle norme di legge o statutarie, comprende anche l’eccesso di potere, ravvisabile ove...
Lavoro - lavoro subordinato (nozione, differenze dall'appalto e dal rapporto di lavoro autonomo, distinzioni) - retribuzione - in genere - Corte di Cassazione Sez. L, Sentenza n. 46 del 03/01/2017Lavoro - lavoro subordinato (nozione, differenze dall'appalto e dal rapporto di lavoro autonomo, distinzioni) - retribuzione - in genere - Corte di Cassazione Sez. L, Sentenza n. 46 del 03/01/2017
Accertamento giudiziale della natura subordinata del rapporto - Differenze retributive - Determinazione - Criterio dell'assorbimento - Applicabilità - Obbligo di restituzione del trattamento superiore ai minimi contrattuali - Condizioni. Nell'ipotesi in cui un rapporto di lavoro qualificato come autonomo sia convertito, “ope iudicis”, in subordinato, poiché il diritto del lavoratore alla retribuzione trae origine esclusivamente dalla previsione del c.c.n.l. in relazione al livello riconosciuto, deve trovare applicazione il solo criterio dell'assorbimento, salvo che per il TFR che matura...
Lavoro - lavoro subordinato - associazioni sindacali - sindacati (postcorporativi) - in genere – Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 19695 del 03/10/2016Lavoro - lavoro subordinato - associazioni sindacali - sindacati (postcorporativi) - in genere – Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 19695 del 03/10/2016
Assunzione di carica elettiva nell'ambito di una associazione sindacale - Rapporto di lavoro subordinato con l'eletto - Compatibilità - Condizioni - Indagine del giudice di merito - Oggetto. L'assunzione di una carica elettiva nell'ambito di un'associazione sindacale, ancorché comporti funzioni dirigenziali e rappresentative, è compatibile con la sussistenza di un rapporto di lavoro subordinato tra l'associazione medesima e l'eletto. L'indagine in ordine alla effettiva sussistenza o meno del suddetto rapporto di lavoro va compiuta, da parte del giudice di merito, tenendo conto del concreto...
Lavoro - lavoro subordinato - associazioni sindacali - sindacati (postcorporativi) - in genere – Corte di Cassazione Sez. L, Sentenza n. 19695 del 03/10/2016Lavoro - lavoro subordinato - associazioni sindacali - sindacati (postcorporativi) - in genere – Corte di Cassazione Sez. L, Sentenza n. 19695 del 03/10/2016
Assunzione di carica elettiva nell'ambito di una associazione sindacale - Rapporto di lavoro subordinato con l'eletto - Compatibilità - Condizioni - Indagine del giudice di merito - Oggetto.   L'assunzione di una carica elettiva nell'ambito di un'associazione sindacale, ancorché comporti funzioni dirigenziali e rappresentative, è compatibile con la sussistenza di un rapporto di lavoro subordinato tra l'associazione medesima e l'eletto. L'indagine in ordine alla effettiva sussistenza o meno del suddetto rapporto di lavoro va compiuta, da parte del giudice di merito, tenendo conto del...
Consorzi - volontari - Consorzi di urbanizzazione – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 18560 del 22/09/2016Consorzi - volontari - Consorzi di urbanizzazione – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 18560 del 22/09/2016
Adesione di nuovo associato - Modalità - Stipulazione del contratto di compravendita - Ammissibilità - Fondamento. In tema di consorzi di urbanizzazione, deve ritenersi pienamente lecito il meccanismo di adesione al consorzio predisposto dall'autonomia privata e che si attua attraverso la semplice stipulazione del contratto di compravendita di una unità immobiliare ricadente nel comprensorio (nella specie, il Centro Direzionale di Napoli), essendo tale adesione - alla quale si ricollega l'assunzione dei corrispondenti obblighi dell'aderente - contemplata sia da una clausola statutaria, che...
Consorzi - volontari – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 18560 del 22/09/2016Consorzi - volontari – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 18560 del 22/09/2016
Consorzi di urbanizzazione - Adesione di nuovo associato - Modalità - Stipulazione del contratto di compravendita - Ammissibilità - Fondamento. In tema di consorzi di urbanizzazione, deve ritenersi pienamente lecito il meccanismo di adesione al consorzio predisposto dall'autonomia privata e che si attua attraverso la semplice stipulazione del contratto di compravendita di una unità immobiliare ricadente nel comprensorio (nella specie, il Centro Direzionale di Napoli), essendo tale adesione - alla quale si ricollega l'assunzione dei corrispondenti obblighi dell'aderente - contemplata sia da...
Consorzi - volontari – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 18560 del 22/09/2016Consorzi - volontari – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 18560 del 22/09/2016
Consorzi di urbanizzazione - Adesione di nuovo associato - Modalità - Stipulazione del contratto di compravendita - Ammissibilità - Fondamento. In tema di consorzi di urbanizzazione, deve ritenersi pienamente lecito il meccanismo di adesione al consorzio predisposto dall'autonomia privata e che si attua attraverso la semplice stipulazione del contratto di compravendita di una unità immobiliare ricadente nel comprensorio (nella specie, il Centro Direzionale di Napoli), essendo tale adesione - alla quale si ricollega l'assunzione dei corrispondenti obblighi dell'aderente - contemplata sia da...
Professionisti - in genere - Studio professionale associato – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 15417 del 26/07/2016Professionisti - in genere - Studio professionale associato – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 15417 del 26/07/2016
Legittimazione attiva rispetto ai crediti per prestazioni svolte dai singoli professionisti - Condizioni - Accordi fra gli associati - Rilevanza - Fondamento. L'art. 36 c.c. stabilisce che l'ordinamento interno e l'amministrazione delle associazioni non riconosciute sono regolati dagli accordi tra gli associati, che possono attribuire all'associazione la legittimazione a stipulare contratti e ad acquisire la titolarità di rapporti, poi delegati ai singoli aderenti e da essi personalmente curati, sicché, ove il giudice del merito accerti tale circostanza, sussiste la legittimazione attiva...
associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - ordinamento ed amministrazione - in genere – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 17028 del 23/06/2008associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - ordinamento ed amministrazione - in genere – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 17028 del 23/06/2008
Associazioni locali di associazione nazionale - Autonomia giuridica - Conseguenze - Nomina e revoca degli organi - Impugnazione - Legittimazione passiva - Fattispecie riguardante la federazione provinciale di un partito politico. Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 17028 del 23/06/2008 Le associazioni locali facenti capo ad un'associazione nazionale (nella specie, la federazione provinciale di un partito politico) non sono articolazioni organiche di quest'ultima, con mera rilevanza interna, ma soggetti autonomi dotati di legittimazione negoziale e processuale, onde la legittimazione a...
Fallimento ed altre procedure concorsuali - fallimento - ripartizione dell'attivo - ordine di distribuzione - creditori privilegiati – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 6285 del 31/03/2016Fallimento ed altre procedure concorsuali - fallimento - ripartizione dell'attivo - ordine di distribuzione - creditori privilegiati – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 6285 del 31/03/2016
Ammissione al passivo richiesta da uno studio associato - Privilegio ex art. 2751 bis, n. 2, c.c. - Spettanza - Condizioni. La domanda di insinuazione al passivo fallimentare proposta da uno studio associato fa presumere l'esclusione della personalità del rapporto d'opera professionale da cui quel credito è derivato, e, dunque, l'insussistenza dei presupposti per il riconoscimento del privilegio ex art. 2751 bis, n. 2, c.c., salvo che l'istante dimostri che il credito si riferisca ad una prestazione svolta personalmente dal professionista, in via esclusiva o prevalente, e sia di pertinenza...
Fallimento ed altre procedure concorsuali - fallimento - ripartizione dell'attivo - ordine di distribuzione - creditori privilegiati – Corte di Cassazione Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 443 del 14/01/2016Fallimento ed altre procedure concorsuali - fallimento - ripartizione dell'attivo - ordine di distribuzione - creditori privilegiati – Corte di Cassazione Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 443 del 14/01/2016
Ammissione al passivo richiesta da uno studio associato - Esclusione della personalità del rapporto d'opera professionale - Presunzione - Sussistenza - Conseguenze - Esclusione del privilegio ex art. 2751 bis, n. 2, c.c. - Prova contraria - Ammissibilità - Contenuto. La richiesta di insinuazione di un credito al passivo fallimentare, se proveniente da uno studio associato, lascia presumere l'esclusione della personalità del rapporto d'opera professionale da cui quel credito è derivato, e, dunque, l'insussistenza dei presupposti per il riconoscimento del privilegio ex art. 2751 bis, n. 2, c....
Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - ordinamento ed amministrazione - in genere – Cass. n. 23401/2015Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - ordinamento ed amministrazione - in genere – Cass. n. 23401/2015
Associazione non riconosciuta - Denominazione - Usurpazione - Tutela risarcitoria patrimoniale e non patrimoniale - Ammissibilità – Fattispecie - risarcimento del danno - patrimoniale e non patrimoniale (danni morali) - In genere. L'associazione non riconosciuta, quale centro di imputazione di situazioni giuridiche e, come tale, soggetto di diritto distinto dagli associati, beneficia della tutela della propria denominazione, che si traduce nella possibilità di chiedere la cessazione di fatti di usurpazione (cioè di indebita assunzione di nomi e denominazioni altrui quali segni distintivi),...
Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - in genere (associazioni di mutuo soccorso) – Cass. n. 23098/2015Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - in genere (associazioni di mutuo soccorso) – Cass. n. 23098/2015
Adesione - Conseguenze - Assoggettamento alle regole dell'associazione - Effetti - Fattispecie. L'adesione ad un'associazione non riconosciuta, presupponendo l'accordo delle parti anche in ordine allo scopo dell'associazione stesso ed alle regole del suo ordinamento interno, comporta l'assoggettamento dell'aderente a siffatte regole nel loro complesso, senza necessità di specifica accettazione ed anche se implichino oneri economici (quale, ad esempio, quello concernente il versamento di contributi associativi) o deroghe al disposto dell'art. 24 c.c., che è norma liberamente derogabile dall'...
Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - in genere (associazioni di mutuo soccorso) – Cass. n. 23098/2015Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - in genere (associazioni di mutuo soccorso) – Cass. n. 23098/2015
Adesione - Conseguenze - Assoggettamento alle regole dell'associazione - Effetti - Fattispecie. L'adesione ad un'associazione non riconosciuta, presupponendo l'accordo delle parti anche in ordine allo scopo dell'associazione stesso ed alle regole del suo ordinamento interno, comporta l'assoggettamento dell'aderente a siffatte regole nel loro complesso, senza necessità di specifica accettazione ed anche se implichino oneri economici (quale, ad esempio, quello concernente il versamento di contributi associativi) o deroghe al disposto dell'art. 24 c.c., che è norma liberamente derogabile dall'...
Tributi (in generale) - contenzioso tributario (disciplina posteriore alla riforma tributaria del 1972) - procedimento - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 5, Sentenza n. 20252 del 09/10/2015Tributi (in generale) - contenzioso tributario (disciplina posteriore alla riforma tributaria del 1972) - procedimento - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 5, Sentenza n. 20252 del 09/10/2015
Avviso di accertamento e cartella di pagamento notificati ad associazione non riconosciuta già estinta - Impugnazione da parte di quest'ultima - Improponibilità - Conseguenze nel giudizio di legittimità - Cassazione senza rinvio. In tema di contenzioso tributario, l'impugnazione della cartella di pagamento da parte di un'associazione non riconosciuta già estinta al momento della notifica del precedente avviso di accertamento è improponibile, poiché l'inesistenza del ricorrente è rilevabile anche d'ufficio e nel giudizio legittimità la sentenza di merito impugnata (nella specie, di rigetto...
Associazioni e fondazioni - comitati - in genere – Cass. n. 19114/2014Associazioni e fondazioni - comitati - in genere – Cass. n. 19114/2014
Associazione o comitato non riconosciuti - Incorporazione in associazione o comitato riconosciuti - Natura - Effetti. L'incorporazione di un'associazione o comitato non riconosciuti in un'associazione o comitato riconosciuti determina la successione dell'incorporante nei rapporti giuridici dell'incorporato, che si estingue. Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 19114 del 10/09/2014  corte cassazione 19114 2014...
consorzi - volontari - consorzio tra proprietari di immobili per la gestione di parti e servizi comuni - Cassazione Civile Sez. 2, Sentenza n. 22641 del 03/10/2013consorzi - volontari - consorzio tra proprietari di immobili per la gestione di parti e servizi comuni - Cassazione Civile Sez. 2, Sentenza n. 22641 del 03/10/2013
Applicabilità delle norme sul condominio - Condizioni - Volontà di adesione al consorzio - Forma ed effetti. Cassazione Civile Sez. 2, Sentenza n. 22641 del 03/10/2013 {tab massima|green}Cassazione Civile Sez. 2, Sentenza n. 22641 del 03/10/2013Le disposizioni in materia di condominio possono ritenersi applicabili al consorzio costituito tra proprietari di immobili per la gestione delle parti e dei servizi comuni di una zona residenziale, pur appartenendo il consorzio alla categoria delle associazioni, in quanto non esistono schemi obbligati per la costituzione di tale ente, assumendo, per l'...
Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - rapporti esterni - responsabilità di chi agisce per l'associazione – Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 12817 del 06/06/2014Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - rapporti esterni - responsabilità di chi agisce per l'associazione – Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 12817 del 06/06/2014
Gruppo parlamentare - Natura - Durata - Responsabilità di chi agisce in nome e per conto del gruppo parlamentare - Presupposti - Mera titolarità della rappresentanza - Sufficienza - Esclusione - Concreto esercizio di attività negoziale per il gruppo parlamentare - Necessità. La responsabilità personale e solidale prevista dall'art. 38, secondo comma, cod. civ. a carico di colui che agisce in nome e per conto di un gruppo parlamentare, il quale, a norma dell'art. 14 del regolamento della Camera dei deputati, si costituisce all'inizio di ogni legislatura, cessa al termine della stessa ed ha...
Associazioni e fondazioni - associazioni riconosciute - recesso ed esclusione degli associati – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 8456 del 10/04/2014Associazioni e fondazioni - associazioni riconosciute - recesso ed esclusione degli associati – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 8456 del 10/04/2014
Associazione non riconosciuta - Delibera di esclusione dell'associato - Impugnazione - Termine - Applicabilità dell'art. 24, terzo comma, cod. civ. Dal combinato disposto degli artt. 23, primo comma, e 24, terzo comma, cod. civ., dettati in tema di associazioni riconosciute ed applicabili anche alle associazioni non riconosciute, si evince che i vizi delle delibere assembleari, si traducano essi in ragioni di nullità ovvero di annullabilità, possono essere fatti valere con azione giudiziaria, non soggetta a termini di decadenza, da qualunque associato, oltre che dagli organi dell'ente e dal...
Procedimento civile - litisconsorzio - necessario - in genere – Corte di Cassazione, Sez. U, Sentenza n. 25999 del 23/12/2010Procedimento civile - litisconsorzio - necessario - in genere – Corte di Cassazione, Sez. U, Sentenza n. 25999 del 23/12/2010
Controversia tra due associazioni relativa a deliberazione assunta da una terza associazione rimasta estranea al giudizio - Intervento in appello da parte di quest'ultima - Configurabilità - Esclusione - Fondamento - Fattispecie relativa all'uso del nome e del simbolo della Democrazia cristiana. La controversia tra due associazioni, in ordine alla nullità di una deliberazione assunta dagli organi di una terza associazione estranea al giudizio, è utilmente decisa sulla base di accertamenti che acquistano l'efficacia del giudicato soltanto tra le parti, e che non possono in alcun modo essere...
Contratti in genere - requisiti (elementi del contratto) - accordo delle parti - condizioni generali di contratto - necessità di specifica approvazione scritta – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 8372 del 08/04/2010Contratti in genere - requisiti (elementi del contratto) - accordo delle parti - condizioni generali di contratto - necessità di specifica approvazione scritta – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 8372 del 08/04/2010
Clausole vessatorie od onerose - Atto costitutivo e statuto di associazione - Clausola rientrante nel novero di quelle "vessatorie" per l'art. 1341 cod. civ. - Applicabilità della relativa disciplina - Esclusione - Fondamento. Lo statuto e l'atto costitutivo di un'associazione costituiscono espressione di autonomia negoziale e sono regolati dai principi generali del negozio giuridico, salve le deroghe imposte dai particolari caratteri propri del contratto di associazione. Ne consegue che non può configurarsi, nei rapporti associativi, la presenza di un contraente più debole, meritevole...
Associazioni e fondazioni - comitati - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 13338 del 29/11/1999Associazioni e fondazioni - comitati - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 13338 del 29/11/1999
Costituiti da un ente pubblico, non economico, e privi di personalità giuridica pubblica - Disciplina di cui agli articoli 39 e segg. cod. civ. - Applicabilità - Conseguenze - Titolarità, degli obblighi assunti per il perseguimento dello scopo - Mancanza di autonomia nella raccolta dei fondi necessari - Irrilevanza. Un comitato, ancorché costituito da un ente pubblico non economico, ove manchi del riconoscimento della personalità giuridica di diritto pubblico, configura una struttura privatistica la quale opera nell'ambito del diritto privato con piena autonomia di gestione, ne' si rende...
Impugnazioni civili – Corte di Cassazione Sez. 3, Ordinanza n. 22382 del 21/10/2009Impugnazioni civili – Corte di Cassazione Sez. 3, Ordinanza n. 22382 del 21/10/2009
Giudice di pace - Cause relative a contratti conclusi ai sensi dell'art. 1342 cod. civ . - Art. 113, secondo comma, cod. proc. civ. - Decisione secondo diritto - Controversie fra associazione non riconosciuta ed associato - Applicabilità in via analogica - Condizioni - Adesione all'associazione su moduli da essa predisposti - Fondamento. La regola di decisione secondo diritto, da parte del giudice di pace, ai sensi dell'art.113, secondo comma, cod. proc. civ. - quale dettata per le controversie di valore non eccedente millecento euro e per quelle derivanti da rapporti giuridici relativi a...
notificazione - alle persone giuridiche – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 10307 del 05/05/2009notificazione - alle persone giuridiche – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 10307 del 05/05/2009
Sede legale e sede effettiva - Consegna dell'atto a persona presente nella sede effettiva - Fondamento - Idoneità a ricevere l'atto - Requisiti - Applicabilità alle associazioni non riconosciute - Configurabilità. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 10307 del 05/05/2009 La disposizione dell'art. 46 cod. civ., secondo cui, qualora la sede legale della persona giuridica sia diversa da quella effettiva, i terzi possono considerare ugualmente quest'ultima come sede della persona giuridica, vale anche in tema di notificazione, con conseguente applicabilità dell'articolo 145 cod. proc. civ.....
notificazione - alle persone giuridiche – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 10307 del 05/05/2009notificazione - alle persone giuridiche – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 10307 del 05/05/2009
Sede legale e sede effettiva - Consegna dell'atto a persona presente nella sede effettiva - Fondamento - Idoneità a ricevere l'atto - Requisiti - Applicabilità alle associazioni non riconosciute - Configurabilità. La disposizione dell'art. 46 cod. civ., secondo cui, qualora la sede legale della persona giuridica sia diversa da quella effettiva, i terzi possono considerare ugualmente quest'ultima come sede della persona giuridica, vale anche in tema di notificazione, con conseguente applicabilità dell'articolo 145 cod. proc. civ.. Tale principio, che trova applicazione anche per le...
Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - scioglimento - dell'associazione – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 5738 del 10/03/2009Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - scioglimento - dell'associazione – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 5738 del 10/03/2009
Associazioni non riconosciute - Scioglimento - Applicazione analogica delle norme dettate per lo scioglimento delle associazioni riconosciute - Esclusione - Attività di liquidazione - Organi legittimati - Nomina dei liquidatori da parte dell'A.G. - Conseguenze in tema di legittimazione a rappresentare l'ente. Alle associazioni non riconosciute non si applicano analogicamente le norme dettate per lo scioglimento delle associazioni riconosciute e, pertanto, le prime possono procedere alle attività di liquidazione tramite i rappresentanti in carica alla data di scioglimento, in regime di "...
Procedimento civile - domanda giudiziale - citazione - contenuto - indicazione delle parti e della loro residenza, domicilio o dimora - del convenuto – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 17060 del 03/08/2007Procedimento civile - domanda giudiziale - citazione - contenuto - indicazione delle parti e della loro residenza, domicilio o dimora - del convenuto – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 17060 del 03/08/2007
Citazione notificata al collegio dei liquidatori del concordato preventivo - Soggettività giuridica del collegio - Inesistenza - Nullità insanabile della citazione - Conseguenze - Cassazione senza rinvio della sentenza d'appello - Impugnazioni civili - cassazione (ricorso per) - procedimento - decisione del ricorso - cassazione senza rinvio - In genere. È affetto da nullità assoluta e insanabile l'atto di citazione notificato al collegio dei liquidatori del concordato preventivo in quanto diretto ad un ente inesistente del tutto privo di soggettività giuridica autonoma rispetto a quella dei...
Enti pubblici - in genere - Costituzione da parte di un Comune di un ente per manitestazioni teatrali - Natura dell'ente costituito – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 16600 del 26/07/2007Enti pubblici - in genere - Costituzione da parte di un Comune di un ente per manitestazioni teatrali - Natura dell'ente costituito – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 16600 del 26/07/2007
Elementi identificativi - Natura pubblica dell'ente costituente - Esclusione - Finalità non di lucro - Esclusione - Speciale regime giuridico - Sussistenza - Inserimento istituzionale delle persone giuridiche pubbliche nell'organizzazione della P.A. - Sussistenza. Nel caso di costituzione da parte di un Comune di un ente per manifestazioni teatrali , la natura pubblica del primo non è sufficiente ad attribuire natura pubblicistica al secondo e neppure rileva - per escludere la natura privata - che esso persegua finalità non di lucro, mentre, al di là della varianti di ciascuna figura, i...
Enti pubblici - in genere – Costituzione da parte di un Comune di un ente per manitestazioni teatrali – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 16600 del 26/07/2007Enti pubblici - in genere – Costituzione da parte di un Comune di un ente per manitestazioni teatrali – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 16600 del 26/07/2007
Natura dell'ente costituito - Elementi identificativi - Natura pubblica dell'ente costituente - Esclusione - Finalità non di lucro - Esclusione - Speciale regime giuridico - Sussistenza - Inserimento istituzionale delle persone giuridiche pubbliche nell'organizzazione della P.A. - Sussistenza. Nel caso di costituzione da parte di un Comune di un ente per manifestazioni teatrali , la natura pubblica del primo non è sufficiente ad attribuire natura pubblicistica al secondo e neppure rileva - per escludere la natura privata - che esso persegua finalità non di lucro, mentre, al di là della...
Competenza civile - competenza per valore - cumulo oggettivo - in genere – Cass. n. 967/2007Competenza civile - competenza per valore - cumulo oggettivo - in genere – Cass. n. 967/2007
Domanda di risarcimento danni - Richiesta di accertamento della risoluzione del contratto - Con efficacia di giudicato - E non in via incidentale - Conseguenze - Cumulo fra le due domande ai fini del valore della causa. Allorquando il giudice è chiamato ad accertare la risoluzione del contratto, non in via incidentale e strumentale rispetto allo invocato risarcimento del danno, ma perché gli è richiesta sul punto un'autonoma pronuncia con efficacia di giudicato, la risoluzione integra l'oggetto di una domanda distinta da quella risarcitoria e le due pretese debbono essere cumulate, a norma...
Associazioni e fondazioni - comitati - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 14453 del 22/06/2006Associazioni e fondazioni - comitati - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 14453 del 22/06/2006
Costituiti da un ente pubblico, non economico, e privi di personalità giuridica pubblica - Disciplina di cui agli articoli 39 e segg. cod. civ. - Applicabilità - Conseguenze - Mancanza di autonomia nella raccolta dei fondi necessari - Irrilevanza. Un comitato può essere costituito da un ente pubblico non economico, ancorché manchi di autonomia nell'attività di raccolta dei fondi da impiegare per il raggiungimento dello scopo, posto che ciò che caratterizza un tal tipo di ente sono il fatto del suo costituirsi per uno dei fini indicati dall'art. 39 cod. civ. e la esistenza di un fondo con...
Consorzi (nozione, caratteri, distinzioni) competenza per territorio - soci e condomini – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 2960 del 14/02/2005Consorzi (nozione, caratteri, distinzioni) competenza per territorio - soci e condomini – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 2960 del 14/02/2005
Consorzi costituiti fra proprietari - Natura - Disciplina del condominio - Applicabilità - Limiti - Controversie fra soci e consorzio - Competenza per territorio - Foro di cui all'art. 23 cod. proc.civ. - Applicabilità - Esclusione - Fondamento. Poichè i consorzi fra proprietari per la gestione delle parti e dei servizi comuni , pur essendo assimilabili al condominio, conservano la loro natura d'associazioni non riconosciute, costituite e rette sulla base pattizia dello statuto con carattere vincolante e preminente nella regolamentazione dei rapporti fra i consorziati, non sono...
Consorzi - in genere (nozione, caratteri, distinzioni) - In genere - Competenza civile - competenza per territorio - soci e condomini -  Cass. n. 2960/2005Consorzi - in genere (nozione, caratteri, distinzioni) - In genere - Competenza civile - competenza per territorio - soci e condomini - Cass. n. 2960/2005
Consorzi costituiti fra proprietari - Natura - Disciplina del condominio - Applicabilità - Limiti - Controversie fra soci e consorzio - Competenza per territorio - Foro di cui all'art. 23 cod. proc.civ. - Applicabilità - Esclusione - Fondamento. Poichè i consorzi fra proprietari per la gestione delle parti e dei servizi comuni , pur essendo assimilabili al condominio, conservano la loro natura d'associazioni non riconosciute, costituite e rette sulla base pattizia dello statuto con carattere vincolante e preminente nella regolamentazione dei rapporti fra i consorziati, non sono...
Competenza civile - competenza per territorio - soci e condomini – Cass. n. 2960/2005Competenza civile - competenza per territorio - soci e condomini – Cass. n. 2960/2005
Consorzi costituiti fra proprietari - Natura - Disciplina del condominio - Applicabilità - Limiti - Controversie fra soci e consorzio - Competenza per territorio - Foro di cui all'art. 23 cod. proc.civ. - Applicabilità - Esclusione - Fondamento. Poichè i consorzi fra proprietari per la gestione delle parti e dei servizi comuni , pur essendo assimilabili al condominio, conservano la loro natura d'associazioni non riconosciute, costituite e rette sulla base pattizia dello statuto con carattere vincolante e preminente nella regolamentazione dei rapporti fra i consorziati, non sono...
Provvedimenti del giudice civile - sentenza - secondo equità – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 2960 del 14/02/2005 Provvedimenti del giudice civile - sentenza - secondo equità – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 2960 del 14/02/2005
Giudizio di equità - Consorzi fra proprietari - Partecipazione o adesione - Forma solenne - Necessità - Esclusione - Limiti - Deduzione in sede di legitimità - Inammissibilità - Principi informatori della materia - Violazione - Configurabilità - Insussistenza. In tema di giudizio secondo equità, qualora il giudice di pace abbia ritenuto non necessaria l'adozione della forma scritta per l'adesione ad un consorzio fra proprietari d'immobili, mentre è inammissibile - stante la natura del procedimento - la censura relativa alla disapplicazione delle norme sostanziali relative all'obbligatorietà (...
Provvedimenti del giudice civile - sentenza - secondo equità – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 2960 del 14/02/2005Provvedimenti del giudice civile - sentenza - secondo equità – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 2960 del 14/02/2005
Giudizio di equità - Consorzi fra proprietari - Partecipazione o adesione - Forma solenne - Necessità - Esclusione - Limiti - Deduzione in sede di legitimità - Inammissibilità - Principi informatori della materia - Violazione - Configurabilità - Insussistenza. In tema di giudizio secondo equità, qualora il giudice di pace abbia ritenuto non necessaria l'adozione della forma scritta per l'adesione ad un consorzio fra proprietari d'immobili, mentre è inammissibile - stante la natura del procedimento - la censura relativa alla disapplicazione delle norme sostanziali relative all'obbligatorietà (...
Associazioni e fondazioni - associazioni riconosciute - recesso ed esclusione degli associati – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 18186 del 09/09/2004Associazioni e fondazioni - associazioni riconosciute - recesso ed esclusione degli associati – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 18186 del 09/09/2004
Esclusione - Applicabilità alle associazioni non riconosciute - Indagine del giudice. La norma dettata dall'art. 24 cod. civ. - secondo cui gli organi associativi possono deliberare l'esclusione dell'associato per gravi motivi - è applicabile anche alle associazioni non riconosciute, ed implica che il giudice davanti al quale sia proposta l'impugnazione della deliberazione di esclusione abbia il potere-dovere di valutare se si tratti di fatti gravi e non di scarsa importanza, cioè se si sia avverata in concreto una delle ipotesi previste dalla legge e dall'atto costitutivo per la...
Procedimento civile - difensori - mandato alle liti (procura) - contenuto e forma - Procura rilasciata dal rappresentante legale di persona giuridica privata – Cass. n. 10963/2004Procedimento civile - difensori - mandato alle liti (procura) - contenuto e forma - Procura rilasciata dal rappresentante legale di persona giuridica privata – Cass. n. 10963/2004
Firma illeggibile - Validità della procura - Condizioni - Principio del giusto processo ex art. 111 Cost. - Portata - Conseguenze - Contestazione della leggibilità della procura alle liti - Allegazione di prova a sostegno della non corrispondenza della firma apposta con quella del soggetto tenuto ad opporla – Necessità - procedimento civile - in genere - Principio del giusto processo ex art. 111 Cost. - Portata - Conseguenze - Contestazione della leggibilità della procura alle liti - Allegazione di prova a sostegno della non corrispondenza della firma apposta con quella del soggetto tenuto ad...
Lavoro - lavoro subordinato - associazioni sindacali - sindacati (postcorporativi) - in genere – Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 9043 del 06/07/2000Lavoro - lavoro subordinato - associazioni sindacali - sindacati (postcorporativi) - in genere – Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 9043 del 06/07/2000
Associazioni sindacali dei lavoratori e dei datori di lavoro - Disciplina applicabile - Rappresentanza giudiziale - Individuazioni - Fonti - Fattispecie. Le organizzazioni sindacali dei lavoratori e quelle dei datori di lavoro sono tradizionalmente inquadrate tra le associazioni non riconosciute, in considerazione della loro natura di gruppi -di lavoratori o datori di lavoro- organizzati in modo stabile e provvisti di strumenti finanziari e organizzativi adeguati per lo svolgimento di una attività comune di autotutela. In assenza di una legislazione di attuazione dell'art. 39, parte seconda...
Contratti in genere - rappresentanza - in genere - Contratto concluso dal rappresentante di una associazione non riconosciuta – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 7724 del 07/06/2000Contratti in genere - rappresentanza - in genere - Contratto concluso dal rappresentante di una associazione non riconosciuta – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 7724 del 07/06/2000
Limitazione del potere di rappresentanza per clausola statutaria - Applicazione analogica dell'art. 19 cod. civ. alle associazioni di fatto - Esclusione - Opponibilità al terzo contraente delle limitazioni statutarie e dei poteri rappresentativi - Ammissibilità - Conoscenza da parte del terzo di dette limitazioni - Necessità - Esclusione. L'art. 19 cod. civ. - norma da considerarsi eccezionale - il quale non consente alle persone giuridiche private di opporre le limitazioni del potere di rappresentanza dei propri organi soltanto ove non risultino dal prescritto registro e salvo che si provi...
Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - rapporti esterni – Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 2471 del 04/03/2000Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - rapporti esterni – Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 2471 del 04/03/2000
Responsabilità di chi agisce per l'associazione - Assimilabilità alla fideiussione - Configurabilità. La responsabilità solidale prevista dall'art. 38 cod. civ. per colui che ha agito in nome e per conto dell'associazione non riconosciuta non concerne (neppure in parte) un debito proprio dell'associato, ma ha carattere accessorio, anche se non sussidiario, rispetto alla responsabilità primaria dell'associazione stessa, con la conseguenza che l'obbligazione, avente natura solidale, di colui che ha agito per essa è inquadrabile fra quelle di garanzia "ex lege", assimilabili alla fideiussione...
Impugnazioni civili - cassazione (ricorso per) - provvedimenti dei giudici ordinari (impugnabilità) - decreti – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 5632 del 08/06/1999Impugnazioni civili - cassazione (ricorso per) - provvedimenti dei giudici ordinari (impugnabilità) - decreti – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 5632 del 08/06/1999
Decreto ex art. 11 delle disp. di att. del cod. civ. - Dispositivo dello scioglimento di un'associazione non riconosciuta e di nomina di liquidatore - In presenza di contestazioni fra gli associati - Ricorribilità in cassazione ai sensi dell'art. 111 della Cost. – Sussistenza - Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - scioglimento - dell'associazione - Richiesta al presidente del tribunale di provvedimento di scioglimento e di nomina di liquidatore - Ai sensi dell'art. 11 delle disp. di att. del cod. civ. - Mancanza di accordo fra gli associati - Decreto di accoglimento -...
Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - costituzione - in genere - Partito politico – Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 6393 del 27/06/1998Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - costituzione - in genere - Partito politico – Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 6393 del 27/06/1998
Costituzione di una nuova formazione politica da parte di taluni membri nella permanenza del precedente partito - Esercizio del diritto di recesso ex art. 36 cod.civ. - Configurabilità - Successione della nuova alla vecchia formazione - Esclusione - Domanda giudiziale proposta nei confronti del precedente partito - Nascita del nuovo partito nell'intervallo fra il primo grado e l'appello - Integrazione del contraddittorio in appello nei confronti del nuovo partito - Necessità - Esclusione. La costituzione di un nuovo partito politico da parte di taluni membri dell'originaria formazione,...
Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - ordinamento ed amministrazione - capacità dell'associazione – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 901 del 29/01/1997Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - ordinamento ed amministrazione - capacità dell'associazione – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 901 del 29/01/1997
Fabbricerie esistenti nelle chiese cattedrali dichiarate monumento nazionale - Natura - Associazioni non riconosciute - Configurabilità - Capacità di gestire e locare il patrimonio della chiesa - Sussistenza. A norma della legge n. 848 del 1929 e del R.D. n. 2262 del 1929, le fabbricerie esistenti nelle chiese cattedrali, dichiarate monumento nazionale, le quali provvedono all'amministrazione del patrimonio e dei redditi delle chiese stesse, nonché alla manutenzione degli edifici, senza ingerenza nei servizi di culto, vanno inquadrate tra le associazioni non riconosciute. Esse, pertanto,...
Procedimento civile - notificazione - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 2288 del 19/03/1996Procedimento civile - notificazione - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 2288 del 19/03/1996
Ad enti sforniti di personalità giuridica - Luogo di notificazione - Identificazione - Criteri.  ≡≡≡≡≡≡≡ Le notificazioni agli enti sforniti di personalità giuridica (società di persone, associazioni di fatto, comitati), sono validamente eseguite nel luogo in cui tali enti effettivamente operano in via continuativa, alla stregua del disposto dell'art. 145, comma secondo, cod. proc. civ., il quale richiama l'art. 19, comma secondo, che a detto luogo, fa riferimento ai fini della competenza territoriale. La concreta identificazione di detto luogo è desumibile dalla relazione di...
Associazioni e fondazioni - Comitati - In genere - Titolarità diretta di rapporti patrimoniali relativi a beni mobili e immobili – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 6032 del 23/06/1994Associazioni e fondazioni - Comitati - In genere - Titolarità diretta di rapporti patrimoniali relativi a beni mobili e immobili – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 6032 del 23/06/1994
Sussistenza - Attribuzione di beni immobili - Disciplina della trascrizione e mancata previsione dell'autorizzazione ex art. 17 cod. civ. - Ininfluenza. Le associazioni ed i comitati privi di riconoscimento, pur non essendo persone giuridiche, sono figure soggettive alle quali può essere attribuita la titolarità diretta dei rapporti a contenuto patrimoniale relativi sia a beni mobili che immobili, non ostando a quest'ultima attribuzione ne' la disciplina della pubblicità immobiliare - in quanto l'art. 2659 cod. civ. (nel testo modificato con la legge n. 52 del 1985) (secondo cui la nota di...
Previdenza (assicurazioni sociali) - casse di mutualità e fondi previdenziali - in genere – Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 7755 del 17/05/2003Previdenza (assicurazioni sociali) - casse di mutualità e fondi previdenziali - in genere – Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 7755 del 17/05/2003
Mancato riconoscimento della personalità giuridica - Conseguenze - Disciplina comune dettata per le associazioni non riconosciute - Applicabilità - Effetti. I fondi speciali per la previdenza e l'assistenza costituiti nell'ambito della previsione dell'art. 2117 cod. civ., con la contribuzione sia del datore di lavoro che dei lavoratori, o anche del solo datore di lavoro, ove non abbiano ottenuto il riconoscimento della personalità giuridica, sono assoggettati alla disciplina comune dettata per le associazioni non riconosciute. Essi sono pertanto soggetti giuridici che, ancorché privi di...
Associazioni e fondazioni - Associazioni riconosciute - Assemblea - Deliberazioni - Impugnazione, annullamento e sospensione – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 952 del 26/01/1993Associazioni e fondazioni - Associazioni riconosciute - Assemblea - Deliberazioni - Impugnazione, annullamento e sospensione – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 952 del 26/01/1993
Deliberazione assembleare - Ex socio - Impugnazione - Contrarietà dell'atto alla legge o allo statuto - Deduzione in vista della elezione a cariche sociali - Inammissibilità - Successivo riacquisto della qualità di socio - Irrilevanza. La legittimazione ad impugnare le deliberazioni assembleari di organismi con struttura associativa è subordinata alla titolarità della qualità di socio, attuale o almeno sussistente all'epoca della deliberazione stessa, sempre che, in tale ultimo caso, dall'ex socio si faccia valere in giudizio un diritto attuale che risulti leso dall'atto impugnato,...
Associazioni e fondazioni - Associazioni non riconosciute - Scioglimento - Dell'associazione – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 9656 del 19/08/1992Associazioni e fondazioni - Associazioni non riconosciute - Scioglimento - Dell'associazione – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 9656 del 19/08/1992
Rapporti giuridici pendenti - Liquidazione - Organi legittimati - Procedura di liquidazione - Disciplina applicabile. Lo scioglimento di associazione non riconosciuta che, al momento della relativa deliberazione, sia ancora titolare di rapporti giuridici pendenti, non comporta l'estinzione dell'associazione, che resta in vita finché detti rapporti non siano definiti. Alla definizione devono procedere gli organi ordinari dell'associazione - i quali rimangono in carica a quel fine, eventualmente anche in regime di "prorogatio" , conservando il diritto di agire giudizialmente per la tutela dei...
Persona giuridica - associazioni non riconosciute - scioglimento - liquidazione del patrimonio – Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 5925 del 07/07/1987Persona giuridica - associazioni non riconosciute - scioglimento - liquidazione del patrimonio – Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 5925 del 07/07/1987
Disciplina ex artt. 30 cod. Civ. E da 11 a 21 disp. Att. Cod. Civ. - applicabilità - esclusione - conseguenze - esercizio di azioni giudiziali individuali di creditori fino al momento dell'estinzione - ammissibilità.* Alle associazioni non riconosciute - le quali, pur prive di personalità giuridica, individuano un autonomo centro di imputazione di interessi, secondo la normativa posta dagli artt. 36, 37 e 38 cod. civ., e quindi costituiscono, sotto tale profilo, distinti soggetti a personalità giuridica limitata - non trova applicazione, in via analogica, la speciale disciplina contemplata...
Persona giuridica - associazioni non riconosciute - scioglimento - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 4650 del 19/07/1986Persona giuridica - associazioni non riconosciute - scioglimento - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 4650 del 19/07/1986
Devoluzione dei beni costituenti il fondo comune - applicazione delle clausole dello statuto.* Nel vigore del codice civile del 1865, il quale non contempla le associazioni ed i comitati, la devoluzione dei beni costituenti il fondo comune di un ente morale di fatto, ivi inclusi gli immobili, a seguito dell'Estinzione dell'ente medesimo, resta regolata dalle clausole dello statuto, quale espressione della volontà negoziale degli associati o promotori, dovendosi escludere,in contrasto con dette clausole, un diritto dei partecipanti alla ripartizione dei beni stessi, indipendentemente dal...
Persona giuridica - associazioni non riconosciute - ordinamento ed amministrazione – Corte di Cassazione, Sez. U, Sentenza n. 1681 del 15/03/1982Persona giuridica - associazioni non riconosciute - ordinamento ed amministrazione – Corte di Cassazione, Sez. U, Sentenza n. 1681 del 15/03/1982
Organi dell'associazione - associazioni riconosciute - assemblea - deliberazioni - in genere - associazione costituita allo scopo di attribuire vantaggi morali o materiali ai suoi soci - natura privatistica - coincidenti finalità di ordine generale dello stato o riconoscimento da parte dello statuto di poteri di intervento ad alcuni associati - ininfluenza - deliberazioni degli organi - atti amministrativi - configurabilità - esclusione - domande di impugnazione di dette deliberazioni - giurisdizione del giudice ordinario - sussistenza.* Giurisdizione civile - giurisdizione ordinaria e...
Persona giuridica - associazioni non riconosciute - ordinamento ed amministrazione - organi dell'associazione – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 5791 del 03/11/1981Persona giuridica - associazioni non riconosciute - ordinamento ed amministrazione - organi dell'associazione – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 5791 del 03/11/1981
Assemblea - carattere necessario - mancata previsione nello atto costitutivo - irrilevanza - limiti - modifiche apportate allo statuto originario, concernenti la soppressione dell'organo deliberante ma approvate da organi contestati in ordine alla loro legittimità rappresentativa - effetti.* Nonostante la disposizione contenuta nell'art. 36 cod. civ. secondo cui le associazioni non riconosciute sono regolate dagli accordi degli associati, queste si modellano, in virtù di un principio generale e costante, secondo una struttura organizzativa che non può prescindere dall'esistenza, accanto...
Persona giuridica - associazioni non riconosciute - ordinamento ed amministrazione - organi dell'associazione - assemblea - carattere necessario – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 5791 del 03/11/1981Persona giuridica - associazioni non riconosciute - ordinamento ed amministrazione - organi dell'associazione - assemblea - carattere necessario – Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 5791 del 03/11/1981
Mancata previsione nello atto costitutivo - irrilevanza - limiti - modifiche apportate allo statuto originario, concernenti la soppressione dell'organo deliberante ma approvate da organi contestati in ordine alla loro legittimità rappresentativa - effetti.* Nonostante la disposizione contenuta nell'art. 36 cod. civ. secondo cui le associazioni non riconosciute sono regolate dagli accordi degli associati, queste si modellano, in virtù di un principio generale e costante, secondo una struttura organizzativa che non può prescindere dall'esistenza, accanto agli organi esecutivo e...
Persona giuridica - associazioni non riconosciute - scioglimento - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 1838 del 11/05/1977Persona giuridica - associazioni non riconosciute - scioglimento - in genere – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 1838 del 11/05/1977
Estinzione - disciplina applicabile - locazioni e sublocazioni stipulate da una associazione non riconosciuta estinta - pendenza.* In materia di Estinzione delle associazioni non riconosciute, mancando una normativa giuridica specifica, deve farsi ricorso, in assenza di una diversa volontà espressa degli associati, alle Disposizioni che regolano casi analoghi per le associazioni riconosciute (artt 27, 29 e 30 cod civ), secondo cui dopo lo scioglimento dell'associazione non potranno compiersi nuove operazioni e dovrà procedersi alla liquidazione, con la possibilità di avvalersi a detti...
Persona giuridica - associazioni non riconosciute – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 654 del 09/03/1973Persona giuridica - associazioni non riconosciute – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 654 del 09/03/1973
Rapporti esterni – rappresentanza - legittimazione processuale.* Procedimento civile - legittimazione - ad processum* La legittimazione processuale delle associazioni non riconosciute spetta, per l'art 36 cod civ, a coloro ai quali e conferita la Presidenza o la direzione secondo le deliberazioni adottate dal consiglio di amministrazione, regolarmente inserite nei relativi verbali, anche senza il rispetto delle forme di pubblicita previste dall'art 34 cod civ per le persone giuridiche.* Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 654 del 09/03/1973  ...

________________________________________________
Copyright © 2001 Foroeuropeo: Il codice civile - www.foroeuropeo.it
- Reg. n. 98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Avv. Domenico Condello

Codice civile

c.c.

cc

36

ordinamento

amministrazione

associazioni non riconosciute

Accedi

Cerca in Foroeuropeo

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO

sciola bbbbbbcorso esame orale abilitazione avvocati

  • processuale civile

    6 1CORSO ONLINE DIRITTO PROCESSUALE CIVILE - 14 PERCORSI DIDATTICI CONTENTI: 54 videolezioni, diapositive, sommari e schede per appunti, domande e risposte annotate con i riferimenti normativi, link di collegamento alla banca dati "Codici civili annotati con le massime della Cassazione" di foroeuropeo.it – Quaderni con i testi da visualizzare e stampare - Un sistema rivoluzionario per la preparazione, rapida e completa, ai concorsi pubblici, agli esami universitari e agli esami orali di abilitazione di avvocato.

    .leggi tutto

  • processuale penale

    6 1 CORSO ONLINE DIRITTO PROCESSUALE PENALE - 50 videolezioni con diapositive inserite in 15 percorsi formativi. Quaderno pdf da visualizzare e stampare con sommari e schede per appunti. Quaderno con domande e risposte annotate con i riferimenti normativi e con link di collegamento alla banca dati "Codici civili annotati con le massime della Cassazione" di foroeuropeo.it - I corsi per la preparazione ai concorsi pubblici, agli esami universitari e agli esami di abilitazione professionale. in preparazione

  • amministrativo

    6 1CORSO ONLINE DIRITTO AMMINISTRATIVO - 50 videolezioni con diapositive inserite in 15 percorsi formativi. Quaderno pdf da visualizzare e stampare con sommari e schede per appunti. Quaderno con domande e risposte annotate con i riferimenti normativi e con link di collegamento alla banca dati "Codici civili annotati con le massime della Cassazione" di foroeuropeo.it - I MANUALI GIURIDICI MULTIMEDIALI per la preparazione ai concorsi pubblici, agli esami universitari e agli esami di abilitazione professionale. in preparazione

  • Ordinamento forense e Diritti e doveri

    6 1 CORSO ONLINE ORDINAMENTO FORENSE E DIRITTI E DOVERI DELL'AVVOCATO - 50 videolezioni con diapositive inserite in 15 percorsi formativi. Quaderno pdf da visualizzare e stampare con sommari e schede per appunti. Quaderno con domande e risposte annotate con i riferimenti normativi e con link di collegamento alla banca dati "Codici civili annotati con le massime della Cassazione" di foroeuropeo.it - I corsi per la preparazione ai concorsi pubblici, agli esami universitari e agli esami di abilitazione forense. in preparazione

Menu Offcanvas Mobile