0038. Obbligazioni

Print Friendly, PDF & Email

Codice Civile Libro Primo: delle persone e della famiglia titolo II: delle persone giuridiche capo III: delle associazioni non riconosciute e dei comitati Art.38. Obbligazioni

Art. 38. Obbligazioni.

1. Per le obbligazioni assunte dalle persone che rappresentano l'associazione, i terzi possono far valere i loro diritti sul fondo comune. Delle obbligazioni stesse rispondono anche personalmente e solidalmente le persone che hanno agito in nome e per conto dell'associazione.

________________________________________________

Documenti collegati:

Aiuto: Un sistema esperto carica in calce ad ogni articolo i primo cento documenti di riferimento in ordine di pubblicazione (cliccare su ALTRI DOCUMENTI  per continuare la visualizzazione di altri documenti).

La visualizzazione dei documenti può essere modificata attivando la speciale funzione prevista (es. selezionale Titolo discendente per ordinare le massime in ordine alfabetico).

E' possibile anche attivare la ricerca full test inserendo una parola chiave nel campo "cerca" il sistema visualizzerà solo i documenti con la parola chiave inserita.

Trasformazione regressiva in associazione sportiva – Cass. n. 1519/2021Trasformazione regressiva in associazione sportiva – Cass. n. 1519/2021
Fallimento ed altre procedure concorsuali - fallimento - apertura (dichiarazione) di fallimento - imprese soggette - societa' - Dichiarazione di fallimento - Società a responsabilità limitata - Trasformazione regressiva in associazione sportiva - Termine annuale - Applicabilità - Fondamento. In caso di trasformazione cd. "regressiva ", ex art. 2498 e ss. c.c., di una società a responsabilità limitata in associazione sportiva, è applicabile al primo ente il termine annuale di cui all'art. 10 l.fall., posto che a seguito della trasformazione in parola, da un lato, muta radicalmente il regime...
Fallimento ed altre procedure concorsuali - fallimento - passivita' fallimentari (accertamento del passivo) - opposizione allo stato passivo – Corte di Cassazione, Sez. 1 - , Ordinanza n. 14321 del 24/05/2019 (Rv. 654265 - 01)Fallimento ed altre procedure concorsuali - fallimento - passivita' fallimentari (accertamento del passivo) - opposizione allo stato passivo – Corte di Cassazione, Sez. 1 - , Ordinanza n. 14321 del 24/05/2019 (Rv. 654265 - 01)
Credito di un'associazione professionale escluso dallo stato passivo - Legittimazione del professionista associato a proporre opposizione in proprio - Esclusione - Fondamento. L'associazione professionale costituisce un centro di imputazione di situazioni giuridiche autonomo e distinto da quello del singolo associato, con la conseguenza che quest'ultimo non è legittimato a proporre in proprio l'opposizione allo stato passivo contro l'esclusione di un credito di cui è titolare l'associazione. Corte di Cassazione, Sez. 1 - , Ordinanza n. 14321 del 24/05/2019 (Rv. 654265 - 01) Riferimenti...
Fallimento - opposizione allo stato passivo – Cass. 14321/2019Fallimento - opposizione allo stato passivo – Cass. 14321/2019
Credito di un'associazione professionale escluso dallo stato passivo - Legittimazione del professionista associato a proporre opposizione in proprio - Esclusione - Fondamento. L'associazione professionale costituisce un centro di imputazione di situazioni giuridiche autonomo e distinto da quello del singolo associato, con la conseguenza che quest'ultimo non è legittimato a proporre in proprio l'opposizione allo stato passivo contro l'esclusione di un credito di cui è titolare l'associazione. Corte di Cassazione, Sez. 1, Ordinanza n. 14321 del 24/05/2019 (Rv. 654265 - 01) Riferimenti...
Associazioni non riconosciute - rapporti esterni - responsabilità di chi agisce per l'associazione – Cass. 12714/2019Associazioni non riconosciute - rapporti esterni - responsabilità di chi agisce per l'associazione – Cass. 12714/2019
Titolo esecutivo formatosi contro la sola associazione non riconosciuta - Estensione dell'efficacia esecutiva nei confronti dell'eventuale soggetto responsabile solidale - Esecuzione forzata - titolo esecutivo. L'efficacia esecutiva del titolo formatosi contro la sola associazione non riconosciuta in un giudizio di cognizione nel quale il creditore non abbia convenuto, in proprio, anche l'eventuale soggetto responsabile in via solidale con questa ai sensi dell'art. 38 c.c., al fine di ottenere l'accertamento della sua responsabilità solidale e la sua condanna, unitamente a quella dell'ente...
Responsabilità di chi agisce per l'associazione - Cass. n. 25650/2018Responsabilità di chi agisce per l'associazione - Cass. n. 25650/2018
Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute (associazioni di mutuo soccorso) - rapporti esterni – responsabilità di chi agisce per l'associazione - associazione non riconosciuta - responsabilità dei soggetti agenti in nome e per conto della stessa per debiti tributari -presupposti – fondamento - tributi (in generale) - potestà tributaria di imposizione - soggetti passivi - soggetti privi di personalità giuridica in genere. Corte di Cassazione Sez. 5, Sentenza n. 25650 del 15/10/2018 >>> In tema di associazioni non riconosciute, la responsabilità personale e solidale,...
Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute (associazioni di mutuo soccorso) - rapporti esterni - rappresentanza - Cass. n. 16221/2018Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute (associazioni di mutuo soccorso) - rapporti esterni - rappresentanza - Cass. n. 16221/2018
Associazioni non riconosciute - Responsabilità dei rappresentanti ex art. 38 c.c. - Responsabilità per debiti tributari - Applicabilità. In tema di associazioni non riconosciute, sussiste la responsabilità dell'ente, ex art. 38, comma 1, c.c. per le obbligazioni ed i rapporti assunti dai soggetti che ne sono rappresentanti di diritto ed anche di fatto e che, spendendo la ragione sociale, determinano con i loro atti - ed in concreto - l'oggetto sociale, a prescindere dalle possibili indicazioni formali; ne consegue che tale regola, di carattere generale, si applica anche ai debiti tributari...
Costituzione della repubblica - partiti politici - Corte di Cassazione, Sez. 1 - , Ordinanza n. 15497 del 13/06/2018Costituzione della repubblica - partiti politici - Corte di Cassazione, Sez. 1 - , Ordinanza n. 15497 del 13/06/2018
Rapporti tra gli associati nell’ambito delle associazioni non riconosciute - Partiti politici - Promessa di candidatura o di incarichi istituzionali - Spese sostenute dal militante per l’attività politica - Rimborso in caso di omessa candidatura – Esclusione - Fondamento. Non è configurabile a carico dei coordinatori e del presidente di un partito politico una responsabilità per la mancata attuazione di una promessa di candidatura verso un militante, trattandosi di una promessa priva di carattere negoziale, sicchè quest'ultimo non può pretendere nè il risarcimento del danno per la mancata...
associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute (associazioni di mutuo soccorso) - rapporti esterni - responsabilità di chi agisce per l'associazione - Cass. n. 4478/2018associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute (associazioni di mutuo soccorso) - rapporti esterni - responsabilità di chi agisce per l'associazione - Cass. n. 4478/2018
Responsabilità del legale rappresentante subentrante - Sussistenza - Corretto adempimento degli obblighi tributari - Necessità. In ragione del principio di autonomia del diritto tributario rispetto a quello civile e della fonte legale dell’obbligazione tributaria, nell’ipotesi di avvicendamento nella carica sociale di un'associazione non riconosciuta, anche per evitare strumentalizzazioni elusive, il rappresentante legale subentrante non può andare esente, ai fini fiscali, da responsabilità solidale con l'associazione soltanto per la mancata ingerenza nella pregressa gestione dell'ente, in...
Procedimento civile - difensori - mandato alle liti (procura) - in genere - Cass. n. 12171/2017Procedimento civile - difensori - mandato alle liti (procura) - in genere - Cass. n. 12171/2017
Declaratoria incompetenza giudice adito - Riassunzione davanti al giudice dichiarato competente - Nuova procura al difensore - Necessità - Esclusione - Fondamento - Fattispecie. La procura “ad litem” relativa all’atto introduttivo del giudizio abilita il difensore alla riassunzione davanti al giudice dichiarato competente a seguito della pronuncia di incompetenza di quello adito, senza che occorra il rilascio di una nuova procura. (Nella specie, la S.C. ha confermato la decisione di merito la quale, a seguito di declaratoria di incompetenza conseguente ad un'opposizione a decreto ingiuntivo...
Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute (associazioni di mutuo soccorso) - rapporti esterni - responsabilità di chi agisce per l'associazione - Cass. n. 8752/2017Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute (associazioni di mutuo soccorso) - rapporti esterni - responsabilità di chi agisce per l'associazione - Cass. n. 8752/2017
Responsabilità ex art. 38 c.c. - Presupposti - Mera titolarità della rappresentanza dell'associazione - Sufficienza - Esclusione - Concreto svolgimento di attività negoziale per l'associazione - Necessità - Onere probatorio a carico dell'attore - Fattispecie. La responsabilità personale e solidale prevista dall'art. 38, comma 2, c.c. per colui che agisce in nome e per conto dell'associazione non riconosciuta non è collegata alla mera titolarità della rappresentanza dell'associazione, bensì all'attività negoziale effettivamente svolta per conto di essa e risoltasi nella creazione di rapporti...
Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute (associazioni di mutuo soccorso) - rapporti esterni - responsabilita' di chi agisce per l'associazione - Cass. n. 8752/2017Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute (associazioni di mutuo soccorso) - rapporti esterni - responsabilita' di chi agisce per l'associazione - Cass. n. 8752/2017
Responsabilità ex art. 38 c.c. - Presupposti - Mera titolarità della rappresentanza dell'associazione - Sufficienza - Esclusione - Concreto svolgimento di attività negoziale per l'associazione - Necessità - Onere probatorio a carico dell'attore - Fattispecie. La responsabilità personale e solidale prevista dall'art. 38, comma 2, c.c. per colui che agisce in nome e per conto dell'associazione non riconosciuta non è collegata alla mera titolarità della rappresentanza dell'associazione, bensì all'attività negoziale effettivamente svolta per conto di essa e risoltasi nella creazione di rapporti...
Comunità europea - comunità economica europea - agricoltura - Contributi UE - Indebita percezione da parte di associazione non riconosciuta – Cass. n. 3402/2016Comunità europea - comunità economica europea - agricoltura - Contributi UE - Indebita percezione da parte di associazione non riconosciuta – Cass. n. 3402/2016
Restituzione dell'indebito - Responsabilità solidale ex art. 3 della l. n. 898 del 1986 - Responsabilità ulteriore di chi ha agito per conto dell'ente - Sussistenza – Fondamento - Obbligazioni in genere - nascenti dalla legge - ripetizione di indebito - oggettivo - In genere. In tema di recupero dei contributi comunitari indebitamente percepiti, alla disciplina della responsabilità solidale di cui dell'art. 3 della l. n. 898 del 1986, in base alla quale l'associazione o l'unione dei produttori è tenuta, con i suoi associati, al versamento dell'indebito percetto, si aggiunge anche la...
Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - rapporti esterni - responsabilità di chi agisce per l'associazione – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 12508 del 17/06/2015Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - rapporti esterni - responsabilità di chi agisce per l'associazione – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 12508 del 17/06/2015
Inquadramento della responsabilità di chi agisce tra le garanzie "ex lege" assimilabili alla fideiussione - Conseguenze - Applicazione dell'art. 1957 cod. civ. - Dubbi di legittimità costituzionale - Manifesta infondatezza. Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 12508 del 17/06/2015 In tema di associazioni non riconosciute, la responsabilità personale e solidale di chi abbia agito in nome e per conto dell'associazione è inquadrabile tra le garanzie "ex lege" assimilabili alla fideiussione, sicché trova applicazione l'art. 1957 cod. civ. e il termine di decadenza ivi stabilito, senza che...
Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - rapporti esterni - responsabilità di chi agisce per l'associazione – Cass. n. 12508/2015Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - rapporti esterni - responsabilità di chi agisce per l'associazione – Cass. n. 12508/2015
Inquadramento della responsabilità di chi agisce tra le garanzie "ex lege" assimilabili alla fideiussione - Conseguenze - Applicazione dell'art. 1957 cod. civ. - Dubbi di legittimità costituzionale - Manifesta infondatezza. In tema di associazioni non riconosciute, la responsabilità personale e solidale di chi abbia agito in nome e per conto dell'associazione è inquadrabile tra le garanzie "ex lege" assimilabili alla fideiussione, sicché trova applicazione l'art. 1957 cod. civ. e il termine di decadenza ivi stabilito, senza che tale assetto, comportando una sorta di avvalimento di una...
Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - rapporti esterni - rappresentanza – Cass. n. 1451/2015Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - rapporti esterni - rappresentanza – Cass. n. 1451/2015
Obbligazioni assunte da soggetti privi di potere rappresentativo - Apparenza colpevole imputabile all'ente - Responsabilità nei confronti dei terzi – Sussistenza - Impugnazioni civili - cassazione (ricorso per) - poteri della cassazione - accertamenti del giudice di merito - incensurabilità - In genere. L'associazione non riconosciuta, ove abbia colpevolmente ingenerato nel terzo di buona fede la ragionevole convinzione in ordine all'esistenza di poteri di rappresentanza non corrispondenti a quelli risultanti statutariamente, risponde con il proprio fondo comune, ai sensi dell'art. 38 cod....
Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - rapporti esterni - rappresentanza - Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 1451 del 27/01/2015Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - rapporti esterni - rappresentanza - Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 1451 del 27/01/2015
Obbligazioni assunte da soggetti privi di potere rappresentativo - Apparenza colpevole imputabile all'ente - Responsabilità nei confronti dei terzi - Sussistenza. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 1451 del 27/01/2015 L'associazione non riconosciuta, ove abbia colpevolmente ingenerato nel terzo di buona fede la ragionevole convinzione in ordine all'esistenza di poteri di rappresentanza non corrispondenti a quelli risultanti statutariamente, risponde con il proprio fondo comune, ai sensi dell'art. 38 cod. civ., delle obbligazioni assunte dall'apparente rappresentante. L'accertamento delle...
Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - rapporti esterni - responsabilità di chi agisce per l'associazione – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 18188 del 25/08/2014Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - rapporti esterni - responsabilità di chi agisce per l'associazione – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 18188 del 25/08/2014
Responsabilità ex art. 38 cod. civ. - Presupposti - Mera titolarità della rappresentanza dell'associazione - Sufficienza - Esclusione - Concreto svolgimento di attività negoziale per l'associazione - Necessità - Onere probatorio - A carico dell'attore. La responsabilità personale e solidale prevista dall'art. 38, secondo comma, cod. civ. per colui che agisce in nome e per conto dell'associazione non riconosciuta non è collegata alla mera titolarità della rappresentanza dell'associazione, bensì all'attività negoziale concretamente svolta per conto di essa e risoltasi nella creazione di...
Lavoro - lavoro subordinato - diritti ed obblighi del datore e del prestatore di lavoro - subordinazione - poteri direttivi – Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 12886 del 09/06/2014Lavoro - lavoro subordinato - diritti ed obblighi del datore e del prestatore di lavoro - subordinazione - poteri direttivi – Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 12886 del 09/06/2014
Attività negoziale della parte datoriale - Contenuto - Gestione concreta del rapporti di lavoro- Responsabilità verso il lavoratore - Sussistenza - Fattispecie in tema di rapporto di lavoro con un'associazione non riconosciuta. Nell'ambito di un rapporto di durata, quale è quello di lavoro, l'attività negoziale della parte datoriale (e, quindi, di chi per essa effettivamente agisce) non si esaurisce nella stipulazione del contratto di lavoro, ma si realizza anche negli atti di gestione del rapporto, e, in particolare, nell'esercizio dei poteri direttivi e di controllo sulla prestazione dell...
Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - rapporti esterni - responsabilità di chi agisce per l'associazione – Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 12817 del 06/06/2014Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - rapporti esterni - responsabilità di chi agisce per l'associazione – Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 12817 del 06/06/2014
Gruppo parlamentare - Natura - Durata - Responsabilità di chi agisce in nome e per conto del gruppo parlamentare - Presupposti - Mera titolarità della rappresentanza - Sufficienza - Esclusione - Concreto esercizio di attività negoziale per il gruppo parlamentare - Necessità. La responsabilità personale e solidale prevista dall'art. 38, secondo comma, cod. civ. a carico di colui che agisce in nome e per conto di un gruppo parlamentare, il quale, a norma dell'art. 14 del regolamento della Camera dei deputati, si costituisce all'inizio di ogni legislatura, cessa al termine della stessa ed ha...
Comunità europea - giudice nazionale - rimessione degli atti - in genere - Amministratori dei partiti politici – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 7521 del 01/04/2014Comunità europea - giudice nazionale - rimessione degli atti - in genere - Amministratori dei partiti politici – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 7521 del 01/04/2014
Obbligazioni contratte in nome e per conto di tali organizzazioni - Esonero di responsabilità ex art. 6 bis della legge n. 157 del 1999 - Aiuto di Stato ex art. 87 del Trattato CE - Configurabilità - Esclusione – Fondamento - associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - rapporti esterni - responsabilità di chi agisce per l'associazione - In genere. L'esonero degli amministratori dei partiti e movimenti politici dalla responsabilità per le obbligazioni contratte in nome e per conto di tali organizzazioni (salvo il caso in cui essi abbiano agito con dolo o colpa grave), di cui...
Giurisdizione civile - giurisdizione ordinaria e amministrativa - corte dei conti – Corte di Cassazione, Sez. U, Sentenza n. 10137 del 20/06/2012Giurisdizione civile - giurisdizione ordinaria e amministrativa - corte dei conti – Corte di Cassazione, Sez. U, Sentenza n. 10137 del 20/06/2012
Rapporto civilistico tra il privato percettore di contributi pubblici e altro soggetto privato - Rapporto di servizio idoneo a fondare la giurisdizione contabile - Sussistenza - Esclusione - Fattispecie. Ai fini della giurisdizione della Corte dei conti in tema di responsabilità contabile, deve sussistere un rapporto di servizio tra l'agente e l'Amministrazione, sia esso organico o di fatto, ma in nessun caso esso può discendere dal rapporto civilistico tra il privato percettore di contributi pubblici e altro ente, pure privato, che in forza di detto rapporto si sia assunta la...
Provvedimenti del giudice civile - sentenza - ultra ed extra petita – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 3602 del 07/03/2012Provvedimenti del giudice civile - sentenza - ultra ed extra petita – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 3602 del 07/03/2012
Domanda di arricchimento senza causa nei confronti degli associati e domanda ex art. 38 cod. civ. contro chi abbia agito per l'associazione - Identità - Esclusione - Fondamento - Conseguenze. La domanda di arricchimento senza causa nei confronti dei partecipanti ad un'associazione non riconosciuta, ivi compreso il rappresentante della stessa, e la domanda diretta a far valere la responsabilità personale ed accessoria di colui che ha agito in nome e per conto dell'ente, quali azioni che riguardano entrambe diritti eterodeterminati, si differenziano sia quanto alla "causa petendi" (nella...
Previdenza (assicurazioni sociali) - assicurazione per l'invalidità, vecchiaia e superstiti - pensione ai superstiti - riversibilità - figli – Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 14996 del 03/07/2007Previdenza (assicurazioni sociali) - assicurazione per l'invalidità, vecchiaia e superstiti - pensione ai superstiti - riversibilità - figli – Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 14996 del 03/07/2007
Ultradiciottenni inabili - Requisito della prevalenza del contributo economico continuativo del genitore al relativo mantenimento - Criteri quantitativi certi - Necessità - Titolarità di un reddito non superiore a quello richiesto dalla legge per il diritto alla pensione di invalido civile totale - Fondamento - Conformità ai valori costituzionali - Sussistenza - Fattispecie. In tema di pensione di reversibilità in favore del figlio ultradiciottenne inabile (art. 13 legge n. 218 del 1953, come modificato dall'art. 22 legge n. 903 del 1965) e agli effetti del requisito della prevalenza del...
Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - rapporti esterni - responsabilità di chi agisce per l'associazione – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 10213 del 26/07/2001Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - rapporti esterni - responsabilità di chi agisce per l'associazione – Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 10213 del 26/07/2001
Responsabilità aquiliana - Fondamento - Rapporto organico - Rilevanza - Effetti. La responsabilità aquiliana per fatto illecito di un'associazione non riconosciuta chiamata a rispondere con il proprio fondo comune (art. 37 cod. civ.) si fonda sul rapporto organico e sul generale principio che rende responsabili le persone fisiche e gli enti giuridici per l'operato dannoso di coloro che sono inseriti nell'organizzazione burocratica o aziendale. Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 10213 del 26/07/2001  ...
Lavoro - lavoro subordinato - associazioni sindacali - sindacati (postcorporativi) - in genere – Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 9043 del 06/07/2000Lavoro - lavoro subordinato - associazioni sindacali - sindacati (postcorporativi) - in genere – Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 9043 del 06/07/2000
Associazioni sindacali dei lavoratori e dei datori di lavoro - Disciplina applicabile - Rappresentanza giudiziale - Individuazioni - Fonti - Fattispecie. Le organizzazioni sindacali dei lavoratori e quelle dei datori di lavoro sono tradizionalmente inquadrate tra le associazioni non riconosciute, in considerazione della loro natura di gruppi -di lavoratori o datori di lavoro- organizzati in modo stabile e provvisti di strumenti finanziari e organizzativi adeguati per lo svolgimento di una attività comune di autotutela. In assenza di una legislazione di attuazione dell'art. 39, parte seconda...
Contratti in genere - rappresentanza - in genere - Contratto concluso dal rappresentante di una associazione non riconosciuta – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 7724 del 07/06/2000Contratti in genere - rappresentanza - in genere - Contratto concluso dal rappresentante di una associazione non riconosciuta – Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 7724 del 07/06/2000
Limitazione del potere di rappresentanza per clausola statutaria - Applicazione analogica dell'art. 19 cod. civ. alle associazioni di fatto - Esclusione - Opponibilità al terzo contraente delle limitazioni statutarie e dei poteri rappresentativi - Ammissibilità - Conoscenza da parte del terzo di dette limitazioni - Necessità - Esclusione. L'art. 19 cod. civ. - norma da considerarsi eccezionale - il quale non consente alle persone giuridiche private di opporre le limitazioni del potere di rappresentanza dei propri organi soltanto ove non risultino dal prescritto registro e salvo che si provi...
Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - rapporti esterni – Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 2471 del 04/03/2000Associazioni e fondazioni - associazioni non riconosciute - rapporti esterni – Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 2471 del 04/03/2000
Responsabilità di chi agisce per l'associazione - Assimilabilità alla fideiussione - Configurabilità. La responsabilità solidale prevista dall'art. 38 cod. civ. per colui che ha agito in nome e per conto dell'associazione non riconosciuta non concerne (neppure in parte) un debito proprio dell'associato, ma ha carattere accessorio, anche se non sussidiario, rispetto alla responsabilità primaria dell'associazione stessa, con la conseguenza che l'obbligazione, avente natura solidale, di colui che ha agito per essa è inquadrabile fra quelle di garanzia "ex lege", assimilabili alla fideiussione...
Persona giuridica - associazioni non riconosciute - scioglimento - liquidazione del patrimonio – Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 5925 del 07/07/1987Persona giuridica - associazioni non riconosciute - scioglimento - liquidazione del patrimonio – Corte di Cassazione, Sez. L, Sentenza n. 5925 del 07/07/1987
Disciplina ex artt. 30 cod. Civ. E da 11 a 21 disp. Att. Cod. Civ. - applicabilità - esclusione - conseguenze - esercizio di azioni giudiziali individuali di creditori fino al momento dell'estinzione - ammissibilità.* Alle associazioni non riconosciute - le quali, pur prive di personalità giuridica, individuano un autonomo centro di imputazione di interessi, secondo la normativa posta dagli artt. 36, 37 e 38 cod. civ., e quindi costituiscono, sotto tale profilo, distinti soggetti a personalità giuridica limitata - non trova applicazione, in via analogica, la speciale disciplina contemplata...

________________________________________________
Copyright © 2001 Foroeuropeo: Il codice civile - www.foroeuropeo.it
- Reg. n. 98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Avv. Domenico Condello

Codice civile

c.c.

cc

38

obbligazioni

Accedi

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO

Menu Offcanvas Mobile