foroeuropeo.it

Obbligazioni in genere - obbligazioni pecuniarie - interessi – Corte di Cassazione, Sez. 2 - , Ordinanza n. 24475 del 01/10/2019 (Rv. 655257 - 01)

Print Friendly, PDF & Email

Sentenza riformata in sede di impugnazione - "Condictio indebiti" - Configurabilità - Esclusione - Conseguenze - Interessi - Decorrenza.

In tema di decorrenza degli interessi legali, poiché l'azione di ripetizione di somme pagate in esecuzione della sentenza d'appello successivamente cassata, ovvero della sentenza di primo grado provvisoriamente esecutiva riformata in appello, non si inquadra nell'istituto della "condictio indebiti" ex art. 2033 c.c., sia perché si ricollega a un'esigenza di restaurazione della situazione patrimoniale precedente alla sentenza, sia perché il comportamento dell’"accipiens" non si presta a valutazione di buona o mala fede ai sensi della suddetta norma di legge, non potendo venire in rilievo stati soggettivi rispetto a prestazioni eseguite e ricevute nella comune consapevolezza della rescindibilità del titolo e della provvisorietà dei suoi effetti, gli interessi legali devono essere riconosciuti dal giorno del pagamento e non da quello della domanda.

Corte di Cassazione, Sez. 2 - , Ordinanza n. 24475 del 01/10/2019 (Rv. 655257 - 01)

Riferimenti normativi: Cod_Civ_art_2033, Cod_Proc_Civ_art_336, Cod_Proc_Civ_art_383

Manuali giuridici multimediali - Corsi online preparazione concorsi

copertina parametri 2018

procedura penale

procedura penale

procedura civile

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile