Interpretazione - principio di conservazione - interpretazione della promessa in un determinato senso - impossibilita sopravvenuta della prestazione - interpretazione della promessa in un senso diverso - esclusione.

Qualora il giudice, sulla base dei criteri dettati dagli art.1362 e seguenti cod.civ., abbia interpretato la promessa al pubblico, sorgente da un concorso pubblicitario, nel senso che il premio promesso consiste nella costruzione di un edificio da adibire a scuola pubblica nella Sede in cui il premiato svolge la sua attività di insegnante di ruolo e non, invece, nel senso dell'attribuzione dell'edificio in proprietà al medesimo premiato e, successivamente, le autorità locali e scolastiche, con loro discrezionali determinazioni, abbiano impedito la costruzione dell'edificio scolastico nella suddetta Sede, non può il giudice, a seguito della sopravvenuta impossibilita della prestazione del promittente come riflesso dello impedimento frapposto dalla pa, interpretare la promessa nel secondo significato, in pretesa applicazione del principio di conservazione di cui all'art.1367 cod. civ.

Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 2052 del 09/06/1969

 

♦ MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA: