foroeuropeo.it

obbligazioni pecuniarie‭ ‬-‭ ‬Principio ex art.‭ ‬1277‭ ‬cod.‭ ‬civ.‭ ‬– Corte di Cassazione,‭ ‬Sez.‭ ‬2,‭ ‬Sentenza n.‭ ‬20643‭ ‬del‭ ‬30/09/2014

Print Friendly, PDF & Email

Pattuizione di diverse modalità di pagamento‭ ‬-‭ ‬Configurabilità‭ ‬-‭ ‬Condizioni‭ ‬-‭ ‬Fattispecie.‭ ‬Corte di‭ ‬Cassazione,‭ ‬Sez.‭ ‬2,‭ ‬Sentenza n.‭ ‬20643‭ ‬del‭ ‬30/09/2014


Nelle obbligazioni pecuniarie,‭ ‬in mancanza di specifiche pattuizioni circa le modalità di pagamento,‭ ‬il debitore deve adempiere con moneta avente corso legale,‭ ‬ai sensi dell'art.‭ ‬1277‭ ‬cod.‭ ‬civ.,‭ ‬potendosi desumere anche dal comportamento delle parti l'esistenza di un accordo tacito tale da far ritenere derogato detto principio.‭ (‬Nella specie,‭ ‬la S.C.‭ ‬ha negato la sussistenza di un accordo tacito che imponesse al creditore di ricevere il pagamento a mezzo‭ ‬di assegni bancari del residuo prezzo di una compravendita immobiliare,‭ ‬pur avendo dapprima lo stesso accettato la consegna di un assegno per l'acconto versato in sede di preliminare‭)‬.
Corte di Cassazione,‭ ‬Sez.‭ ‬2,‭ ‬Sentenza n.‭ ‬20643‭ ‬del‭ ‬30/09/2014

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile