foroeuropeo.it

Pignoramento: forma - espropriazione immobiliare - ipoteca - Corte di Cassazione Sez. 3 - , Sentenza n. 3709 del 08/02/2019

Print Friendly, PDF & Email

Esecuzione forzata - pignoramento: forma - espropriazione immobiliare - ipoteca - Sequestro o confisca del bene ex l. n. 575 del 1965 - Opponibilità del pignoramento allo Stato - Condizioni - Effetti della l. n. 228 del 2012 sui procedimenti di esecuzione in corso - Interesse dell'aggiudicatario – Limiti - Corte di Cassazione Sez. 3 - , Sentenza n. 3709 del 08/02/2019

Nel caso di sequestro penale o confisca disposti ex l. n. 575 del 1965 su un bene immobile oggetto di espropriazione forzata, l'interesse dello Stato a confiscare il bene prevale, secondo quanto disposto dall'art. 1, comma 194, della l. n. 228 del 2012, su quello del creditore a soddisfarsi sull'immobile, ma è sempre recessivo rispetto a quello del terzo che si sia reso aggiudicatario del bene, anche in via provvisoria, in data anteriore all'entrata in vigore della stessa l. n. 228 del 2012 (1° gennaio 2013), restando irrilevante la circostanza che l'erario abbia proposto opposizione di terzo con ricorso depositato anteriormente all'aggiudicazione, qualora la procedura esecutiva non sia stata tempestivamente sospesa.

Corte di Cassazione Sez. 3 - , Sentenza n. 3709 del 08/02/2019

Cod_Proc_Civ_art_555

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile