Sanzioni amministrative - applicazione - opposizione - procedimento - istruttoria - Illecito valutario relativo ad assegno - Disconoscimento della sottoscrizione cartolare - Accertamento dell'autenticità del titolo - Modalità - Giudizio di verificazione - Necessità - Esclusione - Ricorso a presunzioni - Ammissibilità.

 

In tema di giudizio di opposizione ad ordinanze ingiunzione adottate per aver emesso assegni privi di provvista, colui contro il quale la prova dell'illecito valutario è addotta può disconoscere la propria sottoscrizione e porre in discussione l'autenticità del titolo di credito, ma il conseguente accertamento istruttorio non va compiuto nelle forme del giudizio di verificazione ex art. 216 c.p.c., ben potendo l'amministrazione dimostrare l'elemento materiale dell'illecito con altri mezzi di prova ed eventualmente pure con presunzioni.

Corte di Cassazione, Sez. 2 -, Ordinanza n. 30779 del 29/10/2021 (Rv. 662572 - 01)

Riferimenti normativi: Cod_Proc_Civ_art_216, Cod_Civ_art_2719

 

Corte

Cassazione

30779

2021

♦ MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA: