Tributi erariali diretti - imposta sul reddito delle persone fisiche (i.r.p.e.f.) (tributi posteriori alla riforma del 1972) - redditi di impresa - Plusvalenze patrimoniali da alienazione di bene strumentale - Operazioni di "sale and lease back" - Imputazione temporale - Criteri - Incertezza normativa oggettiva - Sussistenza - Ragioni.

In tema di determinazione del reddito d'impresa, con riguardo all'imputazione temporale delle plusvalenze ottenute dalla cessione di un bene strumentale in forza di contratto di "sale and lease back", sussiste incertezza normativa oggettiva in ordine alla loro imputazione temporale per intero nell'esercizio in cui sono state realizzate, ai sensi dell'art. 86, comma 4, primo periodo, T.U.I.R. (applicabile "ratione temporis"), ovvero in funzione della durata del contratto di "leasing" ex art. 2425-bis c.c., in rilevato difetto di informazioni amministrative, precedenti giurisprudenziali e sussistendo opinioni dottrinali contrastanti.

Corte di Cassazione, Sez. 5, Ordinanza n. 26343 del 19/11/2020 (Rv. 659940 - 01)

Riferimenti normativi: Cod_Civ_art_2425_2

corte

cassazione

26343

2020

♦ MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA: