Revocazione delle sentenze delle commissioni tributarie ai sensi dell'art_ 64 del d.lgs. n. 546 del 1992 - Censura relativa all'illegittimità della notifica - Errore rilevante - Esclusione - Fondamento.

In tema di revocazione delle sentenze delle commissioni tributarie ai sensi dell'art_ 64 del d.lgs. n. 546 del 1992 (nel testo, applicabile "ratione temporis", anteriore alla modificazione del comma 1 di tale articolo a opera dell'art_ 9, comma 1, lett. cc. del d.lgs. n. 156 del 2015), la censura relativa alla pretesa illegittimità della notifica del gravame sulla decisione impugnata non è qualificabile come errore rilevante, non essendo ascrivibile al n. 4) dell'art_ 395 c.p.c. in quanto costituente motivo di diritto.

Corte di Cassazione, Sez. 5 - , Sentenza n. 4985 del 25/02/2020 (Rv. 657353 - 01)

Riferimenti normativi: Cod_Proc_Civ_art_395

TRIBUTI

CONTENZIOSO TRIBUTARIO

PROCEDIMENTO

 

♦ MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA: