Polizza fideiussoria di cui all'art. 38-bis del d.P.R. n. 633 del 1972 - Funzione - Titolo e rapporto autonomi da quello principale tributario - Sussistenza - Conseguenze - Giurisdizione del giudice ordinario.

La polizza fideiussoria prevista dall'art. 38-bis del d.P.R. n. 633 del 1972, avendo una funzione indennitaria e non satisfattoria dell'obbligazione principale, costituisce titolo e rapporto autonomi da quello principale, con la conseguenza che l'impugnazione dell'iscrizione di ipoteca sui beni del contribuente, operata dall'istituto o impresa di assicurazione a seguito dell'escussione della polizza, o, comunque, degli atti della fase concomitante e successiva alla sua escussione, appartiene alla giurisdizione del giudice ordinario, in quanto relativa ad atti indipendenti ed autonomi dalla pretesa tributaria.

Corte di Cassazione, Sez. 5 , Sentenza n. 1285 del 22/01/2020 (Rv. 656741 - 01)

TRIBUTI ERARIALI INDIRETTI

IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO (I.V.A.)

OBBLIGHI DEI CONTRIBUENTI

 

♦ MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA: