Inosservanza delle forme di costituzione‭ ‬-‭ ‬Improcedibilità‭ ‬-‭ ‬Esclusione‭ ‬-‭ ‬Fondamento.‭ ‬Corte di Cassazione,‭ ‬Sez.‭ ‬6‭ ‬-‭ ‬5,‭ ‬Ordinanza n.‭ ‬26437‭ ‬del‭ ‬16/12/2014


In tema di contenzioso tributario,‭ ‬l'improcedibilità dell‭'‬appello‭ ‬è comminata dall'art.‭ ‬348,‭ ‬primo comma,‭ ‬cod.‭ ‬Proc.‭ ‬Civ.,‭ ‬per l'inosservanza del termine,‭ ‬ma non anche per quella delle forme di costituzione dell'appellante.‭ ‬Ne consegue che,‭ ‬atteso il carattere di stretta interpretazione del regime di improcedibilità,‭ ‬in quanto derogatorio di quello,‭ ‬generale,‭ ‬di nullità,‭ ‬l'appello proposto nel termine di legge mediante il deposito di una cosiddetta‭ "‬velina‭" ‬dell'atto‭ ‬-‭ ‬in corso di notificazione e priva,‭ ‬quindi,‭ ‬della relata‭ ‬-‭ ‬non può essere dichiarato improcedibile,‭ ‬ma‭ ‬è nullo,‭ ‬sicché‭ ‬è suscettibile di sanatoria per raggiungimento dello scopo,‭ ‬per il quale rilevano anche comportamenti successivi alla scadenza del termine di costituzione.
Corte di Cassazione,‭ ‬Sez.‭ ‬6‭ ‬-‭ ‬5,‭ ‬Ordinanza n.‭ ‬26437‭ ‬del‭ ‬16/12/2014

♦ MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA: