foroeuropeo.it

tributi (in generale) - accertamento tributario - tipi e sistemi di accertamento - accertamento catastale (catasto) - Corte di Cassazione Sez. 5, Sentenza n. 17328 del 30/07/2014

Print Friendly, PDF & Email

Classamento - Richiesta del Comune - Atto interno del procedimento - Vizi inerenti la sua adozione - Legittimazione del solo Comune. Corte di Cassazione Sez. 5, Sentenza n. 17328 del 30/07/2014

In tema di revisione del classamento catastale, la richiesta del Comune agli uffici provinciali dell'Agenzia del territorio ai sensi dell'art. 1, comma 335, della legge 30 dicembre 2004, n. 311, è un atto interno, che non costituisce il fondamento dell'azione amministrativa, essendo previsto al solo fine di facilitarla, per cui eventuali vizi attinenti la sua legittima provenienza non possono essere fatti valere dal contribuente, ma esclusivamente dall'ente, la cui volontà si assume non validamente espressa, attesa anche la possibilità di una ratifica.

Corte di Cassazione Sez. 5, Sentenza n. 17328 del 30/07/2014

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile