Appalto (contratto di) - garanzia - per le difformita' e vizi dell'opera – Cass. n. 27359/2019

Print Friendly, PDF & Email

Appalto - Garanzia per le difformità e i vizi dell'opera - Azione risarcitoria - Carattere integrativo - Esperibilità alternativa in concorso con la domanda per i vizi.

Qualora l'inadempimento dell'appaltatore si concretizzi in vizi o difformità dell'opera, i rimedi accordati al committente sono quelli previsti dalla norma speciale dell'art. 1668 c.c., prevalente sulle regole generali dell'art. 1453 c.c., ai sensi del quale, se il committente medesimo opti per la eliminazione di detti vizi a cura e spese dell'appaltatore, anziché per la riduzione del prezzo, l'azione risarcitoria resta utilizzabile solo in via integrativa, per il pregiudizio che non sia eliminabile attraverso tale nuovo intervento dell'appaltatore ed è esperibile in via alternativa anche in concorso con la domanda per i vizi.

Corte di Cassazione, Sez. 2 - , Sentenza n. 27359 del 24/10/2019 (Rv. 655667 - 01)

Riferimenti normativi: Cod_Civ_art_1453, Cod_Civ_art_1668

corte

cassazione

27359

2019

Accedi

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO

Menu Offcanvas Mobile