Idoneità a provare l'ammontare del credito dell'appaltatore

Print Friendly, PDF & Email

Appalto (contratto di) - corrispettivo - determinazione - prova del corrispettivo - fattura emessa dall'appaltatore - certificato sullo stato di avanzamento dei lavori - idoneità a provare l'ammontare del credito dell'appaltatore - esclusione - fattispecie. Corte di Cassazione Sez. 2, Ordinanza n. 26517 del 19/10/2018

>>> Non costituiscono idonea prova del credito dell'appaltatore per il proprio compenso le fatture dallo stesso emesse né le risultanze della misurazione della quantità di lavori già eseguiti, emergenti dal certificato sullo stato di avanzamento degli stessi. (Nella specie, la S.C. ha confermato la decisione del giudice di merito che, nel negare valenza probatoria ai suddetti documenti,aveva quantificato il compenso dell'appaltatore sulla base di una scrittura privata intercorsa fra le parti e di una prova testimoniale acquisita al processo).

Corte di Cassazione Sez. 2, Ordinanza n. 26517 del 19/10/2018

Accedi

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO

Menu Offcanvas Mobile