rovina e difetti di cose immobili (responsabilità del costruttore) - in genere -

Print Friendly, PDF & Email

Responsabilità ex art. 1669 cod. civ. - Azione del compratore nei confronti del venditore che abbia appaltato la costruzione dell'edificio - Esperibilità - Condizioni - Onere della prova. Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 9370 del 17/04/2013

Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 9370 del 17/04/2013

 

L'azione di responsabilità per rovina e difetti di cose immobili, prevista dall'art. 1669 cod. civ., può essere esercitata anche dall'acquirente nei confronti del venditore che risulti fornito della competenza tecnica per dare direttamente, o tramite il proprio direttore dei lavori, indicazioni specifiche all'appaltatore esecutore dell'opera, gravando sul medesimo venditore l'onere di provare di non aver avuto alcun potere di direttiva o di controllo sull'impresa appaltatrice, così da superare la presunzione di addebitabilità dell'evento dannoso ad una propria condotta colposa, anche eventualmente omissiva.

 

Accedi

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO

Menu Offcanvas Mobile