appalto (contratto di) - materia - difetti - denuncia – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 12044 del 17/05/2010

Print Friendly, PDF & Email

Difetto o inidoneità dei materiali forniti dal committente - Scoperta prima del loro completo impiego - Obblighi dell'appaltatore - Sospensione dei lavori - Necessità - Fondamento. Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 12044 del 17/05/2010

In tema di appalto, se il difetto o l'inidoneità dei materiali forniti dal committente è tale da compromettere la regolare esecuzione dell'opera e viene scoperto quando questi non siano stati ancora del tutto impiegati, l'appaltatore, oltre a darne avviso al committente, ha l'obbligo di sospendere i lavori o, comunque, di non continuare ad utilizzare i materiali difettosi, essendo tenuto a proseguire comunque l'opera impiegando quei materiali soltanto se il committente non acconsenta a sostituirli ed insista per il loro impiego.

Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 12044 del 17/05/2010

 

Accedi

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO

Menu Offcanvas Mobile