Lavoro - lavoro subordinato (nozione, differenze dall'appalto e dal rapporto di lavoro autonomo, distinzioni) - periodo di riposo - ferie annuali - Fissazione del relativo periodo - Poteri del datore di lavoro - Obbligo di comunicazione preventiva diretta ai singoli lavoratori - Necessità - Comunicazione alla RSU - Sufficienza - Esclusione.

 

Il potere attribuito all'imprenditore, a norma dell'art. 2109 c.c., di fissare il periodo di godimento delle ferie da parte dei dipendenti implica anche quello di modificarlo, pur in difetto di fatti sopravvenuti, in base soltanto a una riconsiderazione delle esigenze aziendali; tuttavia, sia la fissazione che le eventuali modifiche del periodo stabilito devono essere comunicate ai lavoratori con preavviso, e, a tal fine, la comunicazione inviata alla sola RSU non è equiparabile a quella dovuta singolarmente, completa dell'individuazione del lasso temporale nel quale ciascun lavoratore è collocato in ferie.

Corte di Cassazione, Sez. L - , Ordinanza n. 24977 del 19/08/2022 (Rv. 665475 - 01)

Riferimenti normativi: Cod_Civ_art_2109

 

Corte

Cassazione

24977

2022

40.000 MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA/ARGOMENTO: