foroeuropeo.it

procedimenti in materia di lavoro e di previdenza - Corte di Cassazione Sez. L, Sentenza n. 8898 del 16/04/2014

Print Friendly, PDF & Email

Procedimento di primo grado - intervento - chiamata in causa di terzo - Infortunio sul lavoro - Azione di regresso esperita dall'INAIL - Domanda di garanzia proposta dal datore di lavoro convenuto nei confronti dell'assicuratore e del committente - Natura - Garanzia propria - Conseguenze - Competenza del giudice della causa principale, in funzione di giudice del lavoro

In tema di infortuni sul lavoro, va qualificata come domanda di garanzia propria quella proposta dal datore di lavoro, convenuto in sede di regresso dall'INAIL, per essere garantito dal proprio assicuratore o dall'impresa committente i lavori, non ricorrendo fra i titoli delle domande un rapporto puramente occasionale, ma essendo anzi unico il fatto generatore della responsabilità, sia verso l'assicuratore, in ragione del suo obbligo di garanzia per l'infortunio, sia verso il committente, in relazione alla causazione dell'infortunio per effetto della prospettata concorrente violazione da parte di questo dell'obbligo di prevenzione e sicurezza. Ne consegue che il giudice della causa principale, in funzione di giudice del lavoro, è competente a conoscere anche le anzidette cause connesse per garanzia.

Corte di Cassazione Sez. L, Sentenza n. 8898 del 16/04/2014

 

Manuali giuridici multimediali - Corsi online preparazione concorsi

copertina parametri 2018

procedura penale

amministrativo

procedura penale

procedura civile

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile