reati contro il patrimonio - delitti - usura - elemento oggettivo (materiale) Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 28743 del 14/05/2010

Print Friendly, PDF & Email

Tasso di interesse usurario - Determinazione - Commissione massimo scoperto - Computo - Necessità. Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 28743 del 14/05/2010

Nella determinazione del tasso di interesse, ai fini di verificare se sia stato posto in essere il delitto di usura, occorre tener conto, ove il rapporto finanziario rilevante sia con un istituto di credito, di tutti gli oneri imposti all'utente in connessione con l'utilizzazione del credito, e quindi anche della "commissione di massimo scoperto", che è costo indiscutibilmente legato all'erogazione del credito.

Corte di Cassazione, Sez. 2, Sentenza n. 28743 del 14/05/2010

Accedi

Online ora

433 visitatori e 4 utenti online

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO


MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA

 

 

Menu Offcanvas Mobile