Credito - istituti o enti di credito - altre aziende di credito - filiali – Corte di Cassazione Sez. U, Sentenza n. 10088 del 18/05/2015

Print Friendly, PDF & Email

Attività di filiale - Imputazione alla banca - Fondamento - Conseguenze - Rapporto di conto instaurato presso filiale lussemburghese di banca italiana - Controversia relativa all'investimento della provvista - Giurisdizione italiana - Sussistenza. Corte di Cassazione Sez. U, Sentenza n. 10088 del 18/05/2015

L'attività delle filiali o succursali di una banca, in quanto prive di personalità giuridica, deve essere imputata all'istituto di credito, di cui costituiscono emanazione periferica, sicché, qualora il consumatore abbia instaurato un rapporto di conto corrente con la succursale lussemburghese di una banca italiana, la controversia relativa all'investimento della provvista non appartiene alla giurisdizione lussemburghese, ma alla giurisdizione italiana.

Corte di Cassazione Sez. U, Sentenza n. 10088 del 18/05/2015

Accedi

Online ora

625 visitatori e 25 utenti online

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO


MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA

 

 

Menu Offcanvas Mobile