Arbitrato - arbitri - compenso – Cass. n. 21058/2019

Print Friendly, PDF & Email

Arbitrato - Compenso - Insorgenza del diritto - Validità del compromesso e del lodo o regolarità della nomina degli arbitri - Irrilevanza.

Il diritto dell'arbitro di ricevere il pagamento dell'onorario sorge per il fatto di avere effettivamente espletato l'incarico, senza che, nella sommaria procedura di liquidazione apprestata dall'art. 814 c.p.c., esperibile allorché il lodo sia stato pronunciato, al presidente del tribunale sia consentita alcuna indagine sulla validità del compromesso e del lodo e sulla regolarità della nomina degli arbitri, materie comprese nella previsione dell'art. 829 c.pc.e riservate alla cognizione del giudice dell'impugnazione indicato dal precedente art. 828 c.p.c..

Corte di Cassazione, Sez. 1 - , Sentenza n. 21058 del 07/08/2019 (Rv. 655024 - 01)

Riferimenti normativi: Cod_Proc_Civ_art_814, Cod_Proc_Civ_art_828, Cod_Proc_Civ_art_829

corte

cassazione

21058

2019

Accedi

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO

Menu Offcanvas Mobile