Arbitrato - arbitri - nomina – Corte Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 2750 del 04/02/2011

Print Friendly, PDF & Email

Patto compromissorio mancante della indicazione dei criteri di nomina degli arbitri - Riforma processuale introdotta dalla legge n. 25 del 1994 - Applicabilità ai patti stipulati anteriormente - Esclusione - Fondamento - Fattispecie.

In tema di arbitrato, la riforma processuale introdotta dalla legge 5 gennaio 1994, n. 25, abrogando l'art. 809, secondo comma, cod. proc. civ., che prevedeva la nullità del patto compromissorio mancante della indicazione dei criteri di nomina degli arbitri, non trova applicazione agli atti di deroga alla giurisdizione ordinaria stipulati anteriormente, i quali, avendo natura dispositiva negoziale, producono effetti sostanziali. (Nella specie, la S.C. ha corretto la motivazione della sentenza impugnata che aveva ritenuto applicabile la predetta legge alla clausola compromissoria ad essa anteriore, facendo inesattamente ricorso all'istituto dello "jus superveniens" e confermato la conclusione in ordine alla validità della clausola compromissoria che, pur richiamando il capitolato generale sulle opere pubbliche, che prevedeva un collegio di cinque membri, è stata interpretata come volontà di compromettere le liti future ad un collegio arbitrale composto da tre membri).

Corte Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 2750 del 04/02/2011

Accedi

Online ora

644 visitatori e 4 utenti online

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO


MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA

 

 

Menu Offcanvas Mobile