Arbitrato - competenza - connessione di cause – Corte Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 23011 del 09/12/2004

Print Friendly, PDF & Email

Disciplina vigente anteriormente alla legge n. 25 del 1994 - Connessione fra cause pendenti innanzi al giudice ordinario e cause pendenti innanzi agli arbitri - Attrazione nella competenza del giudice ordinario - Sussistenza - Art. 819 - Bis, cod. proc. civ. - Applicabilità - Esclusione.

Nei giudizi instaurati anteriormente all'entrata in vigore della legge n. 25 del 1994, recante nuove disposizioni in materia di arbitrato, nei quali erano state proposte più domande connesse, alcune delle quali risultavano alla cognizione degli arbitri irrituali, senza peraltro che fosse stato promosso il procedimento arbitrale, la competenza arbitrale resta esclusa da quella prevalente del giudice ordinario ed è assorbita in quest'ultima, in quanto in detto regime non era ammissibile il simultaneo intervento di due diversi organi di giurisdizione su questioni tra loro connesse, non essendo inoltre applicabile l'art. 819-bis, cod.proc. civ., concernente esclusivamente l'arbitrato rituale.

Corte Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 23011 del 09/12/2004

 

Accedi

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO

Menu Offcanvas Mobile