foroeuropeo.it

Fallimentare - Bancarotta fraudolenta - Bancarotta per distrazione

Print Friendly, PDF & Email

Stato di insolvenza presupposto del fallimento - Evento del reato - Configurabilità - Nesso di causalità con la condotta distrattiva - Necessità - Conoscenza e volontà dello stesso da parte dell'agente - Necessità. Corte di Cassazione, Penale Sez. 5, Sentenza n. 47502 del 24/09/2012 Ud. (dep. 06/12/2012 )



Corte di Cassazione, Penale Sez. 5, Sentenza n. 47502 del 24/09/2012 Ud. (dep. 06/12/2012 )

Nel reato di bancarotta fraudolenta per distrazione lo stato di insolvenza che da luogo al fallimento costituisce elemento essenziale del reato, in qualità di evento dello stesso e pertanto deve porsi in rapporto causale con la condotta dell'agente e deve essere, altresì, sorretto dall'elemento soggettivo del dolo.

Legge Fallimentare art. 216

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile