Sentenza di divorzio - Morte di un coniuge – Cass. n. 1079/2021

Print Friendly, PDF & Email

Famiglia - matrimonio - scioglimento - divorzio - procedimento - intervento p.m. - impugnazioni - Sentenza di divorzio - Morte di un coniuge - Impugnazione da parte del coniuge superstite - Legittimazione processuale - Successori universali della parte defunta - Sussistenza.

Avverso la sentenza dichiarativa della cessazione degli effetti civili del matrimonio, intervenuta successivamente alla morte di una delle parti, è ammissibile l'appello della parte superstite, al fine di ottenere una pronuncia di cessazione della materia del contendere, essendo gli effetti civili del matrimonio già venuti meno per la morte di uno dei coniugi, ai sensi dell'art. 149 c.c., sicchè nel giudizio d'impugnazione sono legittimati processuali ex art. 110 c.p.c. gli eredi della parte deceduta in qualità di successori universali, ancorché ad essi non sia trasmissibile il diritto controverso.

Corte di Cassazione, Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 1079 del 21/01/2021

Riferimenti normativi: Cod_Proc_Civ_art_110, Cod_Civ_art_0149

divorzio

coniuge superstite

corte

cassazione

1079

2021

Accedi

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO

Menu Offcanvas Mobile