foroeuropeo.it

notificazione - alla residenza, dimora, domicilio – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 28895 del 27/12/2011

Print Friendly, PDF & Email

Consegna a persona rinvenuta nello studio del difensore - Presunzione di presenza della qualifica prevista dalla legge - Condizioni - Prova contraria - Contenuto - Fondamento. Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 28895 del 27/12/2011

In ipotesi di consegna dell'atto da notificare presso lo studio del legale domiciliatario a mani di soggetto in esso rinvenuto, la qualità di persona addetta alla ricezione si presume per la sua presenza nel locale in questione, restando, quindi, onere del destinatario della notifica dare dimostrazione dell'inidoneità del soggetto medesimo alla ricezione degli atti, allegando e provando la casualità della sua presenza, l'esistenza di un rapporto di lavoro non legato all'attività professionale o la mancanza di delega al riguardo.

Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 28895 del 27/12/2011

 

Manuali giuridici multimediali - Corsi online preparazione concorsi

copertina parametri 2018

procedura penale

procedura penale

procedura civile

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile