foroeuropeo.it

Canone per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche – Cass. n. 16395/2021

Print Friendly, PDF & Email

Concessioni amministrative in genere - di beni cosap - Presupposti - Occupazione di fatto - Sufficienza - Spazi del demanio comunale o provinciale - Occupazione da parte di una società concessionaria statale - Debenza del canone - Fondamento - Fattispecie.

 

Il canone per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche (COSAP) costituisce il corrispettivo dell'utilizzazione particolare (o eccezionale) di beni pubblici e non richiede un formale atto di concessione, essendo sufficiente l'occupazione di fatto dei menzionati beni, sicché la società, concessionaria statale, che abbia realizzato e gestito un'opera pubblica, occupando di fatto spazi rientranti nel demanio comunale o provinciale, è tenuta al pagamento del canone, non assumendo rilievo il fatto che l'opera sia di proprietà statale, poiché la condotta occupativa è posta in essere dalla società nello svolgimento, in piena autonomia, della propria attività d'impresa. (Nella specie, la S.C. ha respinto il ricorso contro la decisione di merito, ritenendo obbligata al pagamento del COSAP la concessionaria autostradale che aveva realizzato, e utilizzato, dei "pontoni” sovrastanti tratti di strada provinciale).

Corte Cassazione, Sez. 1 - , Sentenza n. 16395 del 10/06/2021 (Rv. 661585 - 01)

Riferimenti normativi: Cod_Civ_art_0822, Cod_Civ_art_0824

 

corte

cassazione

16395

2021

 

 

 

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile