foroeuropeo.it

Violazione dei diritti essenziali di difesa – Cass. n. 25064/2021

Print Friendly, PDF & Email

Delibazione (giudizio di) - dichiarazione di efficacia di sentenze straniere - Violazione dei diritti essenziali di difesa - Accertamento - Provvedimenti cautelari adottati nel corso del giudizio - Rilevanza - Condizioni - Fattispecie.

 

Ai sensi dell'art. 64, lett. b), l. n. 218 del 1995, il riconoscimento della sentenza straniera è escluso nel caso in cui risultino violati i diritti essenziali di difesa, di cui la cd. "parità delle armi" costituisce espressione, ma tale violazione non può ritenersi automaticamente esistente per il fatto che la sentenza sia stata preceduta da provvedimenti cautelari che si ritengano contrari al diritto di difesa del convenuto, dovendo, semmai, risultare che l'adozione di tali provvedimenti abbia determinato anche la contrarietà all'ordine pubblico processuale della sentenza successivamente pronunciata. (Nella specie, la S.C. ha cassato la decisione di merito che aveva negato il riconoscimento solo perché, nel corso del processo, il giudice inglese aveva adottato la "freezing injunction", seguita dal "disclosure order" e dal "contempt of court", ritenuti, peraltro, non contrari all'ordine pubblico processuale).

Corte di Cassazione, Sez. 1 -, Ordinanza n. 25064 del 16/09/2021 (Rv. 662480 - 01)

 

Corte

Cassazione

25064

2021

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile