Stampa - diritto di cronaca - Cronaca giudiziaria - Attribuzione della qualità di indagato a soggetto sentito come persona informata sui fatti - Valenza diffamatoria - Esclusione - Ragioni.

 

In tema di esercizio del diritto di cronaca giudiziaria, integra un'inesattezza secondaria e marginale, insuscettibile di assumere valenza diffamatoria, la falsa attribuzione della qualità di indagato ad un soggetto che sia stato sentito come persona informata dei fatti, trattandosi di figure pur sempre afferenti alla fase delle indagini preliminari (anteriore all'esercizio dell'azione penale), e non potendosi pretendere da un giornalista l'uso tecnicamente ineccepibile dei corretti termini tecnici processuali.

Corte di Cassazione, Sez. 3 - , Ordinanza n. 11769 del 12/04/2022 (Rv. 664805 - 02)

Riferimenti normativi: Cod_Civ_art_2043, Cod_Civ_art_2059

 

Corte

Cassazione

11769

2022

♦ MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA: