Assicurazione - contratto di assicurazione (nozione, caratteri, distinzioni) - disposizioni generali - forma e prova - in genere - Forma scritta "ad probationem" - Conseguenze - Atto successivo al contratto - Sufficienza.

 

Per i contratti di assicurazione la forma scritta è richiesta "ad probationem" e non "ad substantiam", con la conseguenza che alla relativa carenza è possibile ovviare con un atto successivo.

Corte di Cassazione, Sez. 3 - , Sentenza n. 18118 del 06/06/2022 (Rv. 665074 - 01)

Riferimenti normativi: Cod_Civ_art_1888

 

Corte

Cassazione

18118

2022

40.000 MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA/ARGOMENTO: