foroeuropeo.it

Contributi assicurativi - retribuzione imponibile - Controversia fra il datore ed il lavoratore - Transazione - Efficacia riflessa sul rapporto previdenziale - Corte di Cassazione, Sez. L - , Sentenza n. 8662 del 28/03/2019

Print Friendly, PDF & Email

Previdenza (assicurazioni sociali) - contributi assicurativi - retribuzione imponibile - Controversia fra il datore ed il lavoratore - Transazione - Efficacia riflessa sul rapporto previdenziale - Esclusione - Conseguenze - transazione -  nozione, caratteri, distinzioni)

 In tema di obblighi previdenziali, la transazione con cui il lavoratore ed il datore di lavoro abbiano definito la controversia in ordine alla obbligazione retributiva non spiega efficacia sulla distinta ed autonoma obbligazione contributiva, derivante dalla legge, che fa capo all'INPS; pertanto, l'accertamento giudiziale superato dalla conciliazione "inter partes" non può più costituire il presupposto della condanna in favore dell'istituto previdenziale, ma il credito contributivo può essere azionato sulla base di un diverso titolo. (Nella specie, la S.C. ha dichiarato il sopravvenuto difetto di interesse del datore di lavoro ad impugnare, nei confronti dell'INPS, la statuizione travolta dalla transazione intervenuta con il lavoratore).

Corte di Cassazione, Sez. L - , Sentenza n. 8662 del 28/03/2019

Cod_Civ_art_1965

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile