Motivazione "per relationem" a principi giurisprudenziali - Mancata ricostruzione della fattispecie concreta ai fini della sussunzione in quella astratta - Carenza di motivazione - Configurabilità. Corte di Cassazione Sez. 5, Sentenza n. 22242 del 30/10/2015

Non adempie il dovere di motivazione il giudice che si limiti a richiamare principi giurisprudenziali asseritamene acquisiti, senza tuttavia formulare alcuna specifica valutazione sui fatti rilevanti di causa e, dunque, senza ricostruire la fattispecie concreta ai fini della sussunzione in quella astratta; in una situazione di tal tipo, infatti, il sillogismo che distingue il giudizio finisce per essere monco della premessa minore e, di conseguenza, privo della conclusione razionale.

Corte di Cassazione Sez. 5, Sentenza n. 22242 del 30/10/2015

 

 

♦ MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA: