Prova civile - testimoniale - capacita' a testimoniare - Funzioni di testimone e di difensore - Compatibilità in capo allo stesso soggetto - Sussistenza - Condizioni.

Nel giudizio civile non sussiste incompatibilità a testimoniare, ex art. 246 c.p.c., nell'ipotesi in cui l'avvocato che abbia reso testimonianza in una fase del processo in cui non svolgeva il suo ruolo di difensore costituito, assuma tale veste successivamente, così come non si prospetta nel caso opposto, ovvero quando il difensore cessata la sua funzione abbia testimoniato nel medesimo processo, salva la rilevanza di siffatte condotte sul piano delle regole deontologiche.

Corte di Cassazione, Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 29301 del 06/12/2017 (Rv. 646786 - 01)

Riferimenti normativi: : Cod_Proc_Civ_art_082, Cod_Proc_Civ_art_084, L_247_2012_3

♦ MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA: