Bilancio di società di capitali - Efficacia probatoria di cui all'art. 2709 c.c. in ordine ai debiti della società - Configurabilità - Libera valutazione da parte del giudice del merito - Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 3190 del 18/02/2016

Il bilancio di una società di capitali regolarmente approvato, al pari dei libri e delle scritture contabili dell'impresa soggetta a registrazione, fa prova, ai sensi dell'art. 2709 c.c., in ordine ai debiti della società medesima, il cui apprezzamento è affidato alla libera valutazione del giudice del merito, alla stregua di ogni altro elemento acquisito agli atti di causa. (In applicazione di tale principio, la S.C. ha confermato la sentenza impugnata, che, a fronte dell'approvazione di un bilancio nella cui nota integrativa era attestato un determinato compenso per il sindaco, ne aveva ritenuto corretta la riduzione in ragione del fatto che le prestazioni alle quali tale corrispettivo si riferiva non erano state integralmente eseguite).

Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 3190 del 18/02/2016

 

♦ MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA: