foroeuropeo.it

Prova civile - consulenza tecnica - poteri del giudice - valutazione della consulenza - d'ufficio – Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 12703 del 19/06/2015

Print Friendly, PDF & Email

Adesione alle conclusioni della c.t.u. - Obbligo di motivazione puntuale e argomentata - Condizioni. Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 12703 del 19/06/2015

Il giudice del merito non è tenuto a fornire un'argomentata e dettagliata motivazione là dove aderisca alle elaborazioni del consulente ed esse non siano state contestate in modo specifico dalle parti, mentre, ove siano state sollevate censure dettagliate e non generiche, ha l'obbligo di fornire una precisa risposta argomentativa correlata alle specifiche critiche sollevate, corredando con una più puntuale motivazione la propria scelta di aderire alle conclusioni del consulente d'ufficio.

Corte di Cassazione Sez. 3, Sentenza n. 12703 del 19/06/2015

 

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile