foroeuropeo.it

Procedimento civile - eccezione - Diffamazione - Esimente del diritto di critica - Natura - Eccezione in senso stretto - Esclusione - Fondamento – Conseguenze - Cass. n. 12902/2020

Print Friendly, PDF & Email

Stampa - responsabilita' civile e penale (reati commessi col mezzo della stampa).

In materia di diffamazione, l'esimente dell'esercizio del diritto di critica non costituisce espressione di un diritto potestativo, da esercitare nel momento in cui viene proposta l'eccezione, ma integra un diritto sostanziale già esercitato. Ne consegue che la relativa deduzione non ha natura di eccezione in senso stretto e che il giudice civile, ove debba accertare la sussistenza del carattere diffamatorio di un fatto, è tenuto a rilevare tutte le circostanze che siano state allegate e provate, atteso che l’eventuale esistenza di una esimente esclude il carattere diffamatorio del fatto.

Corte di Cassazione Sez. 3 - , Ordinanza n. 12902 del 26/06/2020 (Rv. 658175 - 01)

Riferimenti normativi: Cod_Proc_Civ_art_112

corte

cassazione

12902

2020

Manuali giuridici multimediali - Corsi online preparazione concorsi

copertina parametri 2018

procedura penale

procedura penale

procedura civile

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile