foroeuropeo.it

Procedimenti speciali - procedimenti in materia di lavoro e di previdenza- Corte Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 18048 del 05/07/2019 (Rv. 654356 - 01)

Print Friendly, PDF & Email

Procedimento di primo grado - passaggio dal rito ordinario al rito speciale - Passaggio dal rito del lavoro al rito ordinario - Provvedimento formale - Necessità - Esclusione

Per il passaggio dal rito del lavoro al rito ordinario non è necessario un provvedimento formale, a meno che gli atti non debbano essere messi in regola con le disposizioni tributarie o che si renda necessario un mutamento di competenza, ai sensi dell'art. 427 c.p.c. (Nella specie, la

S.C. ha ravvisato un implicito e consentito mutamento del rito nel provvedimento con cui il giudice, adito con il rito del lavoro, applicabile ex art. 3 della l. n. 102 del 2006, ha invitato le parti a precisare le conclusioni, assegnando i termini di cui all'art. 190 c.p.c.).

Corte Cassazione, Sez. 3, Sentenza n. 18048 del 05/07/2019 (Rv. 654356 - 01)

Riferimenti normativi: Cod_Proc_Civ_art_190, Cod_Proc_Civ_art_427, Cod_Proc_Civ_art_409

Manuali giuridici multimediali - Corsi online preparazione concorsi

copertina parametri 2018

procedura penale

amministrativo

procedura penale

procedura civile

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile