foroeuropeo.it

Operazioni di caricamento e stivaggio della merce -Cass n. 25864/2020

Print Friendly, PDF & Email

Prescrizione civile - termine - prescrizioni brevi - spedizione e trasporto - Operazioni di caricamento e stivaggio della merce - Natura - Svolgimento affidato ad un ausiliario del vettore - Azione risarcitoria esperita dal destinatario della merce per danni riscontrati alla consegna - Termine di prescrizione – Individuazione - trasporti - marittimi ed aerei - trasporto marittimo di cose in generale - vettore - responsabilita'.

In tema di trasporto internazionale marittimo, alla stregua della disciplina desumibile sia dalla Convenzione di Bruxelles del 25 agosto 1924, sia dall'artt. 422 c.n., le operazioni di caricamento e stivaggio della merce riguardano attività accessorie al trasporto e rientrano nella sfera di rischio, costo e responsabilità del vettore, potendo eventuali clausole derogatrici (quali, nella specie, quella "free in and out") incidere sulle spese - e non sulla responsabilità - di quest'ultimo; ne consegue che, quando quelle attività vengano rese da un soggetto qualificabile come suo ausiliario, l'azione risarcitoria esercitabile dal destinatario della merce, per i danni dalla stessa subiti per effetto di negligenza o colpa nel loro svolgimento, è soggetta al termine di prescrizione annuale sancito dall'art. 438 c.n. e dall'art. VI, comma 4, della citata Convenzione, restando, invece, inapplicabile la corrispondente normativa riguardante l'appalto di servizi.

Riferimenti normativi: Cod_Civ_art_1665, Cod_Civ_art_1678

trasporto

internazionale

marittimo

corte

cassazione

25864

2020

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile