Prescrizione presuntiva - Oneri probatori a carico delle parti - Formulazione del giuramento decisorio - Decisorietà della formula - Valutazione del giudice di merito - Conseguenze. Prescrizione civile - termine - prescrizioni presuntive - opposizione - delazione del giuramento

Al fine di superare la prescrizione presuntiva, il giuramento decisorio da deferirsi al debitore deve essere formulato in modo chiaro e specifico e deve includere la tesi difensiva sostenuta dal debitore stesso, in modo che, a seguito della prestazione del giuramento, il giudice - con valutazione rimessa al suo apprezzamento, sindacabile solo in presenza di vizi logici o giuridici della motivazione - possa limitarsi a verificare l'"an iuratum sit", onde accogliere o respingere la domanda sul punto che ne ha formato oggetto. Ne consegue che, se il debitore si sia limitato ad eccepire in via generica l'estinzione, senza circostanziare le modalità del pagamento, la formula deve essere, a sua volta generica, mentre solo se sia stato precisamente indicato il modo in cui l'estinzione è avvenuta, detta formula deve aver riguardo alle circostanze del pagamento a pena di inammissibilità del giuramento.

Corte di Cassazione, Sez. 2 - , Ordinanza n. 27471 del 28/10/2019 (Rv. 655672 - 01)

Riferimenti normativi: Cod_Proc_Civ_art_233, Cod_Civ_art_2697, Cod_Civ_art_2739

♦ MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA: