Possesso - azioni a difesa del possesso - azioni possessorie (nozione, differenza con le azioni di nunciazione, distinzioni) - termine utile - Azione di reintegrazione - Spoglio clandestino - Termine utile - Decorrenza - Riparto del relativo onere probatorio - Fattispecie.

 

In caso di spoglio clandestino del possesso, incombe su colui che assume di averlo subìto l'onere della prova della tempestività dell'azione di reintegra, il cui termine di un anno inizia a decorrere non già da quando il ricorrente sia venuto effettivamente a conoscenza dello spoglio, bensì da quando egli sia stato nella condizione di potersene accorgere, usando la diligenza ordinaria dell'uomo medio. (Nella specie, la S.C. ha ritenuto che, nel caso di spoglio clandestino del possesso di una servitù di passaggio a favore di un terreno concesso in affitto, la decorrenza del termine annuale per l'esercizio dell'azione di reintegra non era impedita per il solo fatto che il passaggio fosse effettuato dall'affittuario, anziché dalla proprietaria del terreno).

Corte di Cassazione, Sez. 2 -, Ordinanza n. 23870 del 03/09/2021 (Rv. 662076 - 01)

Riferimenti normativi: Cod_Civ_art_1168, Cod_Civ_art_1168, Cod_Civ_art_2697

 

Corte

Cassazione

23870

2021

♦ MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA: