Opere pubbliche (appalto di) - esecuzione del contratto - termini di esecuzione - di ultimazione - sospensione dei lavori – Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 10076 del 18/05/2015

Print Friendly, PDF & Email

Ragioni di pubblico interesse e necessità ex art. 30, secondo comma, del d.P.R. n. 1063 del 1962 - Definizione - Esigenze turistiche o di balneazione - Esclusione - Fondamento. Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 10076 del 18/05/2015

In tema di appalto di opere pubbliche, "le ragioni di pubblico interesse o necessità" che, ai sensi dell'art. 30, secondo comma, del d.P.R. 16 luglio 1962, n. 1063, legittimano l'ordine di sospensione dei lavori, vanno identificate in esigenze pubbliche oggettive e sopravvenute, non previste né prevedibili dall'Amministrazione con l'uso dell'ordinaria diligenza, sicchè tali non possono considerarsi quelle turistiche o di balneazione, ricorrenti sistematicamente in ben individuati periodi dell'anno, e, pertanto, non qualificabili come imprevedibili, dovendo essere apprezzate dalla stazione appaltante già nella predisposizione del programma dei lavori.

Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 10076 del 18/05/2015

Accedi

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO

Menu Offcanvas Mobile