foroeuropeo.it

Mancata dichiarazione di residenza o elezione di domicilio per il giudizio – Cass. n. 19092/2021

Print Friendly, PDF & Email

Impugnazioni civili - impugnazioni in generale - notificazione - dell'atto di impugnazione - agli eredi - Mancata dichiarazione di residenza o elezione di domicilio per il giudizio - Notificazione dell'impugnazione - Alla parte personalmente - Necessità - Morte della parte - Notifica agli eredi - Collettivamente ed impersonalmente - Esclusione - Fondamento.

 

Nel caso di mancata dichiarazione di residenza od elezione di domicilio, conseguente a contumacia o a costituzione personale effettuata senza il compimento di tali atti, l'impugnazione va notificata alla parte personalmente ai sensi dell'art. 330, ultimo comma, c.p.c., sicché, in caso di decesso della stessa, la notificazione agli eredi non può essere fatta collettivamente ed impersonalmente, ma va eseguita "nominatim" ex artt. 137 e ss. c.p.c., a prescindere dall'avvenuta notifica della sentenza e dalla circostanza che il decesso si sia verificato prima o dopo di essa.

Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 19092 del 06/07/2021 (Rv. 661915 - 01)

Riferimenti normativi: Cod_Proc_Civ_art_137, Cod_Proc_Civ_art_328, Cod_Proc_Civ_art_330

 

Corte

Cassazione

19092

2021

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile