foroeuropeo.it

Impugnazioni civili - appello - citazione di appello - in genere - Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 9650 del 26/05/2020 (Rv. 657743 - 01)

Print Friendly, PDF & Email

Atto di citazione in appello - Assegnazione di termine a comparire inferiore a 90 giorni - Nullità - Contumacia dell'appellato e omesso rilievo officioso - Conseguenze - Nullità della sentenza.

In tema di giudizio di appello, se è stato assegnato un termine a comparire inferiore a quello di novanta giorni stabilito dall'art. 163 bis c.p.c., a cui rinvia l'art. 359 c.p.c., l’atto di citazione è, ai sensi dell'art. 164, comma 1, c.p.c., affetto da nullità, la quale, se non rilevata d'ufficio dal giudice e non sanata, in ipotesi di contumacia dell'appellato determina la nullità della sentenza.

Corte di Cassazione, Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 9650 del 26/05/2020 (Rv. 657743 - 01)

Riferimenti normativi: Cod_Proc_Civ_art_163_2, Cod_Proc_Civ_art_359, Cod_Proc_Civ_art_164

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile